Nella ex caserma Ottaviani la “farmacia” dello spaccio: due tunisini in manette

    0
    Bsnews whatsapp

    Si erano attrezzati come le farmacie di turno consegnando ai “clienti” lo stupefacente attraverso una finestrella nel muro nei locali dismessi dalla ex caserma “Ottaviani”, con la presunzione che questo li avrebbe salvati da possibili interventi delle Forze di Polizia invece due cittadini tunisini di 29 e 32 anni, clandestini sul territorio italiano, sono stati arrestati dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri cittadina per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti mentre cedevano 2 grammi di cocaina ad alcuni giovani. Nel corso della perquisizione personale i due tunisini sono stati trovati in possesso della somma contante di 1250 euro, ritenuta provento dell’attività illecita. Trattenuti nelle camere di sicurezza di questa Caserma compariranno avanti all’A.G. per il procedimento con rito direttissimo mentre gli “acquirenti” sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di stupefacenti.

    FONTE CARABINIERI

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Questa cosan delle caserme dismesse (così come gli ex palazzi di giustizia) rischia di diventare un problema serio. Lasciare per anni e anni questi edificici vuoti li si condanna a marcire e soprattutto a diventare possibile rifugio per le attività criminali, come in questo caso. Mi auguro che così come sarà per la Randaccio, si facciano subito dei ‘progetti seri anche sulle altre caserme vuote di Brescia. Alcune sono anche molto belle al loro interno.

    2. Ma vi ricordate tutto il gran parlare su cosa fare negli ex palazzi di giustizia??? Non se ne è saputo più nulla. Anch’io come gigi temo che resteranno vuoti per un bel po’ e che poi serviranno molti soldi per rimetterli a posto. Basta pensare a palazzo Avogadro, dietro la Loggia. E’ chiuso da almeno 10 anni!!!! In pieno centro storico!!! E’ una vergogna!!!!!!!!!!!!!!!

    RISPONDI