La rivoluzione corre nell’aria. Ora nel centro storico della città si naviga gratis e senza fili

    0
    Bsnews whatsapp

     A Brescia dal 5 maggio è possibile navigare gratuitamente in wi-fi grazie al progetto di Wi-Fi urbano del Comune di Brescia. La partenza è in Piazza Loggia per poi vedere il servizio crescere ad altre aree del centro storico inserite nel perimetro del DUC Brescia (IN ALLEGATO A QUESTO ARTICOLO LA MAPPA DELLA COPERTURA).

    Il progetto “Wifiurbano” intende favorire l’accesso ad internet in mobilità nella città, pur non volendo sostituire l’abbonamento privato all’interno delle abitazioni: infatti la rete wi-fi del Comune di Brescia è una rete progettata per l’uso in modalità nomadica, non prevedendo, quindi, che il segnale sia captato dentro gli edifici e/o abitazioni private.

     

    Il progetto intende promuovere e favorire l’accesso alle nuove tecnologie offerte dalla rete a tutte le fasce di popolazione. In proposito il Comune di Brescia è attivo con numerose iniziative volte a consentire l’esercizio dei diritti di cittadinanza digitale, a promuovere i servizi online e l’e-government nonché la navigazione responsabile e consapevole da parte dei giovani.

     

    L’infrastruttura di rete MESH ad architettura magliata realizzata a Brescia è stata prevista ed inserita nel progetto denominato DUC Brescia (Distretto urbano del Commercio di Brescia), progetto di promozione e sviluppo del commercio locale di vicinato, e consentirà l’utilizzo di parte della banda per la trasmissione di dati e informazioni specifiche su tale progetto e per la promozione dei servizi commerciali dell’area DUC Brescia.

     

    Insomma, il progetto apre le porte ad un nuovo modo di vivere e comunicare in città, nel rispetto del più moderno concetto di comunicazione che vede nel web uno degli elementi principali di diffusione delle informazioni.

     

    A partire dal 5 maggio sarà connessa piazza della Loggia e, in breve successione, Via X Giornate, Via Alessandro Volta, Via IV Novembre, Piazza Paolo VI, Corso Zanardelli, Corso Palestro, Via Gramsci, Via Mazzini, Corso Magenta, Via San Martino della Battaglia e Piazza Mercato.

    Alcuni siti di servizio saranno accessibili automaticamente, come il sito del Comune di Brescia, il sito del DUC Brescia (Distretto urbano del Commercio) e il sito di Brescia Mobilità, mentre per andare sul web bisogna fare una registrazione fornendo il numero del telefonino sul quale arriverà la password. È possibile iscriversi anche utilizzando cellulari non italiani, ma in questo caso bisogna andare all’InfoPoint di Largo Formentone fornendo un documento d’identità.

    Si tratta del primo progetto in Italia di rete MESH ad architettura magliata che sfrutta il nuovo standard 802.11n grazie al quale è possibile condividere la medesima infrastruttura per una molteplicità di servizi.

     

     

    Mentre nel sistema tradizionale, basato su hot-spot, l’architettura è ad albero (poiché ogni access point deve essere collegato alla rete fissa), nella rete mesh ad architettura magliata gli access point sono in grado di dialogare tra loro e hanno tutti funzioni di routing, cioè sono in grado di inoltrare i pacchetti verso un altro nodo; è sufficiente, quindi, che uno di questi sia connesso alla rete cablata per estendere la copertura.

     

    Altra caratteristica della rete Wi-Fi bresciana è l’unica registrazione per tutte le aree coperte dalla rete: significa che basta registrarsi una sola volta e le credenziali d’accesso da utilizzare saranno le stesse per tutti gli altri punti di accesso.

     

    Il partner tecnico che ha realizzato l’infrastruttura è la bresciana LAIS S.r.l.

     

    Per usare il servizio è sufficiente completare la procedura di registrazione sul portale di autenticazione e disporre di un numero di cellulare rilasciato in Italia, sul quale ricevere le credenziali di accesso; non sarà, invece, necessaria l’autenticazione per accedere al sito istituzionale del Comune di Brescia (www.comune.brescia.it), al sito del DUC Brescia (www.duc-brescia.it) e al sito di Brescia Mobilità (www.bresciamobilita.it).

     

    Le credenziali di accesso così ottenute saranno valide 365 giorni.

     

    Per accedere al servizio, l’utente che dispone delle credenziali d’accesso (username e password) dovrà procederà come segue:

    • Accendere il terminale/smartphone/cellulare e verificare che la scheda WiFi sia attiva

    • Verificare che nelle reti disponibili sia presente la rete indicata sui cartelli informativi

    • Avviare un browser Internet (Firefox, Opera, Chrome, Internet Explorer, etc.)

    • Inserire le credenziali di accesso fornite alla registrazione.

     

    Gli hot-spot posizionati nel centro storico, 11 in totale, consentiranno l’accesso contemporaneo a più di 1100 persone; il servizio sarà attivo e gratuito 24 ore su 24.

     

    Per la prima fase della sperimentazione, l’amministrazione ipotizza che la durata di connessione giornaliera per ciascun utente non superi le 5 ore, anche usufruite in più sessioni nel corso delle 24 ore.

     

    Possedere un numero di cellulare rilasciato in Italia è un requisito indispensabile per iscriversi al servizio Wi-Fi poiché verrà utilizzato per inviare le credenziali di accesso in seguito alla registrazione; chi non dispone di un numero di cellulare rilasciato in Italia può rivolgersi presso l’InfoPoint di Largo Formentone fornendo un documento d’identità per farsi rilasciare le credenziali di accesso.

     

    Domande e risposte

    Perché il progetto del Comune di Brescia è il primo in Italia?

    Perché sfrutta il nuovo standard 802.11n, il cui vantaggio è legato alla condivisione di una medesima infrastruttura per una molteplicità di servizi, oltre a garantire la flessibilità della soluzione dovuta alla possibilità di ampliare la rete ed i servizi senza ridisegnare ex novo la rete, offrendo troughput fino a 300 Mbps.

    Nel sistema tradizionale, basato su hot-spot, l’architettura è ad albero, poiché ogni access point deve essere collegato alla rete fissa, un approccio che può risultare troppo complesso e costoso in alcune situazioni, soprattutto quando le aree da coprire sono ampie.

    Il nostro sistema si basa su una rete mesh ad architettura magliata, con un funzionamento analogo a quello di Internet: gli access point sono in grado di dialogare tra loro e hanno tutti funzioni di routing, cioè sono in grado di inoltrare i pacchetti verso un altro nodo; è sufficiente, quindi, che uno di questi sia connesso alla rete cablata per estendere la copertura.

    Tutti gli access point della rete mesh parlano con tutti gli altri e condividono, così, la stessa connessione Ethernet.

     

     

    Il decreto Pisanu non c’è più, perché devo ugualmente autenticarmi?

    In attesa di conoscere gli emendamenti che caratterizzeranno la nuova regolamentazione, il Wi-Fi fa i conti con altre norme in vigore in Italia: infatti, mentre le imposizioni contenute nella Pisanu avevano fini antiterroristici e non di disciplina delle connessioni pubbliche senza fili, questa questione è gestita nei suoi vari aspetti dal Garante della Privacy e dal codice delle Comuncazioni Elettroniche (Dlgs. 219/2003).

     

     

    Posso navigare senza autenticarmi?

    Sì, è possibile accedere al sito istituzionale del Comune di Brescia www.comune.brescia.it, al sito del D.U.C. www.duc-brescia.it e al sito di Brescia Mobilità www.bresciamobilita.it.

     

    Come faccio a registrarmi al servizio Wi-Fi?

    Per iscriverti al servizio Wi-Fi devi completare la procedura di registrazione sul portale di autenticazione e disporre di un numero di cellulare rilasciato in Italia per ricevere le credenziali di accesso.

    Come faccio ad accedere al servizio WiFi?

    Per accedere al servizio, l’Utente che disporrà delle Credenziali d’Accesso (username e password) potrà procederà come segue:

    • Accendere il terminale/smartphone/cellulare e verificare che la scheda WiFi sia attiva

    • Verificare che nelle reti disponibili sia presente la rete indicata sui cartelli informativi

    • Avviare un browser Internet (Firefox, Opera, Chrome, Internet Explorer, etc.)

    • Inserire le Credenziali di Accesso fornite alla registrazione.

    Se non si è in possesso delle credenziali, completare la procedura di registrazione sul portale di autenticazione (vedi la domanda precedente).

     

     

    Cosa s’intende per “unica registrazione” per tutte le aree coperte dalla rete?

    Significa che basta registrarsi una sola volta e le credenziali d’accesso da utilizzare saranno le stesse per tutti gli altri punti di accesso.

     

     

    Quante persone contemporaneamente possono accedere alla rete?

    Possono accedere contemporaneamente 1.100 persone – 100 per ogni hot spot installato.

     

     

    Io abito in centro, posso usare la rete wi-fi anche a casa mia?

    Il progetto “Wifiurbano” intende favorire l’accesso ad internet in mobilità nella città, ma non vuole sostituire l’abbonamento privato all’interno delle abitazioni: infatti la rete wi-fi del Comune di Brescia è una rete progettata per l’uso in modalità nomadica; per questo motivo non è previsto che il segnale sia captato dentro gli edifici, anche se non è escluso che in certe condizioni ciò possa avvenire.

     

     

    Perché ho bisogno di numero di cellulare italiano?

    Il numero di cellulare italiano serve per completare on-line la procedura di attivazione attraverso l’invio  delle credenziali per l’accesso alla rete. Non comunicando un numero di cellulare valido (SIM italiana) sarà necessario recarsi presso gli uffici abilitati indicati sul portale di autenticazione per completare la procedura di registrazione.

     

    Non ho numero di cellulare rilasciato in Italia, come faccio?

    Possedere un numero di cellulare rilasciato in Italia è un requisito indispensabile per iscriverti al servizio Wi-Fi poiché verrà utilizzato per inviarti le credenziali di accesso in seguito alla registrazione e in caso di smarrimento.

    Se non disponi di un numero di cellulare rilasciato in Italia puoi rivolgerti presso l’InfoPoint di Largo Formentone fornendo un documento d’identità per farti rilasciare le credenziali di accesso.

    Quali sono i documenti di identità validi da presentare agli uffici abilitati per la registrazione?

    Nel D.P.R. 445/2000 (TESTO UNICO SULLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA) sono così definiti:

    Articolo 35 – Documenti di identità e di riconoscimento

    1. In tutti i casi in cui nel presente testo unico viene richiesto un documento di identità, esso può sempre essere sostituito dal documento di riconoscimento equipollente ai sensi del comma 2.

    2. Sono equipollenti alla carta di identità il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato.

    3. Nei documenti d’identità e di riconoscimento non è necessaria l’indicazione o l’attestazione dello stato civile, salvo specifica istanza del richiedente.

    Sono un turista italiano, posso navigare sulla rete wi-fi cittadina?

    1. Sei maggiorenne, hai una SIM italiana e hai concluso il processo di registrazione online:

      • riceverai un SMS con un codice sul numero da te indicato nel processo di registrazione

      • inserisci il CODICE ricevuto via SMS nel “login form” sul portale d’accesso.

    2. Sei maggiorenne, NON hai una SIM italiana, ma possiedi una carta di identità in corso di validità:

    • recati presso gli  uffici preposti dal Comune e indicati sul portale di autenticazione con il documento di riconoscimento e ti verranno consegnate le credenziali

    • inserisci il CODICE ricevuto allo sportello nel “login form” sul portale d’accesso.

     

     

     

    DOMANDE GENERALI

    Cos’è il WiFi?

    Il termine Wi-Fi indica la tecnica e i relativi dispositivi che consentono a terminali di utenza di collegarsi tra loro attraverso una rete locale in maniera wireless (WLAN) basandosi sulle specifiche dello standard IEEE 802.11. A sua volta la rete locale così ottenuta può essere interallacciata alla rete Internet tramite un router ed usufruire di tutti i servizi di connettività offerti da un ISP. Qualunque dispositivo o terminale di utenza (computer, cellulare, palmare ecc.) può connettersi a reti di questo tipo se integrato con le specifiche tecniche del protocollo Wi-Fi.

    (La definizione di Wi-Fi è tratta da Wikipedia).

     

    Cos’è un hot-spot?

    Con il termine Hotspot ci si riferisce comunemente a un’intera area dove è possibile accedere su Internet in modalità senza fili (detto appunto collegamento wireless), attraverso l’uso di un Router collegato a un provider di servizi Internet, dove attualmente lo standard più diffuso in questo ambito è il Wi-Fi.

    Più precisamente, in informatica il termine indica un’area dove un provider di accesso per rete di tipo wireless consente di collegarsi.

    Nell’accezione generica del termine è possibile trovare ormai Hotspot per accedere ad Internet in ristoranti, stazioni ferroviarie, aeroporti, librerie, alberghi, centri commerciali ed in moltissimi altri luoghi aperti al pubblico.

    (La definizione di Hot-spot è tratta da Wikipedia).

     

     

    Cos’è una SIM?

    La SIM è la scheda utilizzata dagli operatori di telefonia mobile per l’utilizzo dei dispositivi cellulari dotata di un chip che consente l’associazione ad un numero di telefono.

     

    Quali operatori telefonici sono validi per la registrazione?

    Sono riconosciuti tutti gli operatori telefonici italiani, è indispensabile però che la SIM sia stata registrata e rilasciata da un operatore telefonico italiano.

     

    Cosa s’intende per rete mesh in standard WiFi 802.11 b/g/n?

    Un’infrastruttura di rete mesh in tecnologia Wi-Fi 802.11n (e non nelle tradizionali e ormai poco avanguardistiche 802.11b/g) assicura maggiori performance ed è in grado di garantire una migliore copertura del territorio, permettendo quindi di utilizzare un minor numero di access point. Trattandosi inoltre di una rete ad architettura magliata, gli access point sono in grado di dialogare tra loro e di svolgere funzioni di routing ossia d’inoltrare i pacchetti verso un altro nodo: è quindi sufficiente che uno di questi sia connesso alla rete cablata per estendere la copertura.

    Tale infrastruttura è in grado di garantire una più larga banda di trasmissione.
    Oltre a una miglior qualità della connessione per il cittadino / utente, questo si traduce nella possibilità concreta d’impiegare banda non solo per dare accesso a internet, ma anche per offrire ulteriori N-servizi.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Il merito va a Onofri e castelletti, che hanno tartassato l’amministrazione per mesi sulla questione. e Bravo anche il comune che, finalmente, da qualcosina (ina ina)

    2. Lo devo ammettere, bella iniziativa! Andrebbero però ricordati anche i meriti di Castelletti e Onoferi che su questi temi hanno sempre incalzato in maniera costruttiva la giunta. Cmq al di là delle primogeniture l’importante è il servizio ai cittadini. Per cui, Bravi!

    3. padanus , capisco il tifo ma questa iniziativa rientra nei progetti inseriti nel Distretto del Commercio . quindi se vogliamo dare meriti diamoli a coloro che li meritano. Mrgaroli, Bianchini.

    4. Una bella iniziativa che vede in Laura Castelletti e Francesco Onofri i primi sostenitori del wi-fi urbano ed è positivo che l’amministrazione comunale si sia impegnata per attivarlo nella nostra città.

    RISPONDI