Corioni ci crede ancora, fa autocritica ma non molla

    0
    Bsnews whatsapp

    Chi si aspettava un Corioni pessimista sulla salvezza della squadra? Nessuno, finché non c’è la certezza della Serie B è giusto crederci.

    Chi si aspettava un Corioni che facesse autocritica riguardo la stagione in corso? Nessuno, e invece ieri il presidentissimo un po’ ha ammesso certi errori nella costruzione della squadra: «Mai mi era capitato di allestire una squadra forte come questa in serie A. In precedenza mi ero salvato con formazioni di minor qualità. Sulla carta i nostri giocatori hanno valutazioni superiori a quelli delle nostre concorrenti dirette. In estate lo pensavano tutti e tutti ora mi criticano, ma va bene così, questo è il calcio. Ho sbagliato io, l’estate scorsa: ero convinto che i centrocampisti fossero sufficienti, invece non era così».

    Infine, chi si aspettava un Corioni pronto a mollare la società, come lui stesso nell’ultimo mese ha più volte lasciato intendere? Anche qui: nessuno. Il presidente dice: «Ma io non ho mai detto di essere pronto a mollare e basta. Mai detto che smetto: semmai, che non prometto alla città una squadra forte, se nessuno mi aiuta. Vent’anni fa ho accettato di fare il presidente e in vent’anni non ho saputo costruire una società forte. Finora ho promesso grandi cose, salvezze in A e promozioni in B, ma da solo non sono più in grado di farlo. A Brescia esistono industriali con i mezzi di Berlusconi, per quanto meno famosi. Se qualcuno si muove, è un conto. In caso contrario, se torniamo in B faccio una squadra di giovani. Non è detto che questo significhi precipitare nell’anonimato: a volte pensando in piccolo si fanno cose grandi. Prima però battiamo il Catania».

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. E’ GIUSTO CREDERCI ANCORA: GUAI SE COSI’ NON FOSSE. POSSIBILE CHE DEBBA ANDARE TUTTO STORTO? QUANTO ALL’ANNO PROSSIMO, PER ORA, LASCIAMO STARE…………………………..

    2. Mai allestita una squadra forte come questa in serie A?
      Il centrocampo era sufficiente?
      Io mi ricordo un Brescia dove a centrocampo giocavano Pirlo, Baggio e Guardiola, ma forse sono solo un nostalgico!

    3. meglio così, personalmente credo che sia meglio allestire squadre modeste senza proclami che promettere mari e monti SAPENDO (e ribadisco SAPENDO) di fare le squadre coi lofi e gli scarti, come ha da sempre fatto corioni….la squadra è da serie b non tanto per i giocatori che sono arrivati quest estate, quanto piuttosto per quelli che non sono stati ceduti!!!! dilettantesco pensare di fare la serie a coi mareco i dallamano e gli zambelli…..

    4. CORIONI RE DELLE CIANCE, NON CI CREDONO NEMMENO I " TUOI " CAMPIONI ALLA SALVEZZA, E CI DOBBIAMO CREDERE NOI ? MA VAI A RACCONTARE LE FOLE DA ALTRE PARTI, IL SUOLO DI BRESCIA NON NE PUO’ PIU’ !!!!!!!!!!!!!!!!!!
      MOLLA LA CARRETTA CHE E’ MEGLIO, PRENDITI IL RODENGO E TIENITI STRETTO NANI CHE COSI’ NON FA PIU’ DANNI……………
      PER LO STADIO, COMPRATI IL SUBBUTEO E METTICI LE BELLE STATUINE CHE TANTO E’ UGUALE !!!! FINE DI UN ERA FINALMENTE,LA SCHIAVITU’ E’ FINITA, BASTA CORIONI’S E C., DISONORATE UN INTERA CITTA’ !!!
      RAUSS !

    RISPONDI