Federal Mogul, firmata l’intesa. Dopo 20 mesi smantellato il presidio dei lavoratori

0

E’ stata sottoscritta ieri al Ministero dello Sviluppo Economico l’intesa tra Federal Mogul, la Rsu, e la Fiom Cgil di Brescia in rappresentanza dei lavoratori dello stabilimento di Desenzano. Una firma che conclude in modo positivo a una vicenda che proseguiva da ben 20 mesi. Soddisfazione è stata espressa da tutti gli attori coinvolti, sindacato, azienda e dal sottosegretario Stefano Saglia, regista dell’operazione

 

L’intesa prevede:

• la reindustrializzazione del sito con posti di lavoro a tempo indeterminato per i lavoratori e le lavoratrici dello stabilimento;

• un importo economico, per tutti i lavoratori collocati in mobilita’ che non abbiano sottoscritto accordo transat­tivo, pari a un anno di Cigs (13.000 euro), un ulteriore incentivo per chi decide di avviare una attività in proprio pari a 5.000 € ;

• verifiche quadrimestrali presso il Ministero per monitorare il processo di reindustrializzazione .

La reindustrializzazione è attivata e coordinata dall’ agenzia “ INVITALIA” e Federal Mogul entro il 10 giugno 2011 concorderà con la stessa le intese operative necessarie.

 

Federal Mogul sin da subito ha definito :

• la messa messa a disposizione degli immobili necessari a prezzi più favorevoli di quelli di mercato;

• di condizionare la reindustrializzazione con la offerta prioritaria di posti di lavoro a tempo indeterminato per i lavoratori e le lavoratrici di Federal Mogul;

• Di definire con INVITALIA, nel quadro di incentivi destinati alla reindustrializzazione, un ulteriore incentivo economico per ogni lavoratore di Federal Mogul rioccupato;

 

“L’accordo raggiunto oggi dai lavoratori, dai delegati e dalla Fiom è il risultato di una vertenza e di una mobilitazione in atto da 20 mesi” spiega una nota della Fiom (in allegato il comunicato completo). “La vicenda sindacale più aspra della nostra provincia e probabilmente tra le più lunghe del nostro Paese. Si conclude positivamente – prosegue la nota – una stagione apertasi nel settembre 2009 in concomitanza con i licenziamenti in Federal Mogul, alla Mac, in Rothe Erde ma anche in altre realtà e dimostra la capacità e la determinazione di una comunità operaia nel salvaguardare il lavoro, i diritti e la dignità”. Nel fine settimana è previsto lo smantellamento del presidio davanti ai cancelli della fabbrica che durava da ben 20 mesi.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Bene. E soprattutto bravi ai lavoratori che hanno tenuto duro per così tanto tempo. Spero davvero che i loro sacrifici siano ripagati…in fondo chiedono solo di poter lavorare!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome