A Brescia apre una banca per stranieri: Extrabanca

    0
    Bsnews whatsapp

    Extrabanca, la prima banca dedicata ai cittadini stranieri residenti in Italia, inaugura a Brescia la sua seconda filiale. La festa di apertura è in programma domani, martedì 10 maggio, alle ore 18, quando tutti (anche gli italiani) saranno invitati a vedere i nuovi locali di Corso Garibaldi 28, molto avveniristici e ben poco legati all’aspetto di una banca tradizionale.

    Per individuare la nuova filiale lasciatevi guidare dall’installazione vegetale che sorgerà di fronte o dalle note della banda multietnica “Ensemble du Sud”, che a partire dal pomeriggio percorrerà le strade di un quartiere altrettanto multietnico.

    Insoliti anche gli orari di apertura: dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19 con orario continuato. A tutti i nuovi clienti, fino al 31 luglio, sarà offerto in promozione ExtraTutto, un conto corrente perenne a canone zero.

    La banca, come precisa l’istituto è “naturalmente” aperta anche agli italiani, che – per fare un esempio – nella filiale di Milano rappresentano oltre il 10 per cento dei clienti.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Per integrarsi bisogna essere in due. Se c’è chi non mi vuole e lo Stato sistematicamente mi respinge, io non mi integro. E faccio le cose per conto mio. Questo è il primo e più evidente risultato di una politica ideologica che tende ad escludere, dividere e contrapporre italiani e stranieri. Questo è apartheid. Grazie Rufus!

    2. solo in Italia permettiamo questa cose e ascoltiamo ancora gli esponenti comunisti. Bel modo di predisporsi all’integrazione. Bleah…

      PADANIA LIBERA

    3. Senza inclusione finanziaria non c’è integrazione. Ma che società volete? E poi, come dice l’articolo, è una banca aperta a tutti, italiani e non.

    4. EXTRA di nome ma di fatto gli azionisti sono Mediobanca e Fondazione cariplo, la solita gente insomma. Una banca non si improvvisa! Piuttosto stavano avendo successo le banche islamiche che per legge (islamica) non possono prestare soldi ricevendone in cambio interessi… poi sono scoppiate le guerre in Africa, chissà come mai? Forse era un pericolo per il Signoraggio bancario? Ai posteri l’ardua sentenza…

    5. Non ci vedo nessuna forma di discriminazione al contrario visto che non hanno mai detto che gli italiani non possono aprire un conto in questa banca, ma credo che l’unica differenza stia nel fatto che in più dei servizi destinati alla clientela comune, ne fanno altri molto più utili agli stranieri che agli italiani. Ho guardato sul loro sito internet http://www.extrabanca.com e ci sono prodotti come il conto corrente ExtraPass…Quanti italiani ne avrebbero bisogno? Forse questa è una forma di integrazione perchè li stanno aiutano a "vivere" veramente in Italia, per investire anche nel paese dove vivono ora…Secondo me qui la politica c’entra ben poco.
      P.S. per Signor Aggio, guarda che i lor azionisti sono la fondazione Cariplo, le assicurazione generali e non Mediobanca… Non sono di un gruppo bancario particolare.. almeno da quanto posso leggere sul loro sito internet!

    RISPONDI