Broletto, dopo il duro scontro tra Lega e Pdl sembra essere tornata la pace

    0

    Proseguirà anche nelle giornate di oggi e domani il consiglio provinciale dedicato al Bilancio. Una sessione che si è subito aperta con frizioni tra Lega e Pdl. Il Popolo delle libertà, infatti, ha chiesto a Molgora di allargare i cordoni della borsa su alcune questioni, ma non ha trovato l’alleato molto disponibile, visto che la discussione sul punto è stata rimandata alla prossima variazione di bilancio. La seduta si è aperta subito in maniera difficile, con un primo appello a vuoto. Ma gli animi si sono infiammati quando in Aula è arrivato l’emendamento sul Teatro Grande. Con la proposta (targata Pdl) che il Broletto diventi socio della fondazione che lo gestisce (un investimento da 160mila euro). L’assessore alla Cultura Silvia Razzi si è detta favorevole. Ma il presidente Daniele Molgora ha subito espresso la sua contrarietà a meno che venisse tolto dall’emendamento l’impegno economico e inserito un vincolo a riservare una quota degli spettacoli a produzioni legate al territorio. Il Pdl però non ha ceduto e lo scontro è stato durissimo. Anche al momento del voto, quando il partito ha votato con il Pd mettendo in minoranza la Lega. A seguire un’ora di interruzione dei lavori per ricompattare la maggioranza. E alla riapertura della seduta il Pdl ha ritirato altri emendamenti scottanti (200mila euro per l’innovazione, 50mila per le strade di montagna e altrettanti per le attività produttive) per evitare ulteriori scontri. Insomma: nella maggioranza è tornata momentaneamente la pace. Che almeno fino a questo pomeriggio sembra aver retto.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY