La Lega: “La sentenza? Messaggio d’anarchia”

    0

    All’indomani del pronunciamento del Consiglio di Stato sulla questione-gru, e del successo della linea difensiva dell’associazione Diritti per Tutti, la Lega cittadina con Fabio Rolfi si fa sentire e parla di “messaggio d’anarchia” giunto dai giudici, sia quelli europei sia quelli del Consiglio di Stato.

    Perché? A Bruxelles hanno di fatto bocciato la legge che istitusce il reato di clandestinità, in Italia hanno recepito la legge e dichiarata la clandestinità non ostativa al rilascio del permesso di soggiorno. Rolfi e i suoi colleghi di partito non parlano di sconfitta, dicono anzi che la sentenza del Consiglio di Stato era la logica conseguenza di ciò che è successo in Unione Europea. Annunciano però che il ministro dell’interno leghista Roberto Maroni metterà mano alla legge, e chiedono perché in altri paesi europei, Grecia e Danimarca, il reato di clandestinità esista e nessuno lo critichi. Il messaggio negativo, secondo il carroccio cittadino, è che basti alzare la voce per ottenere qualcosa. Gli immigrati volevano il permesso di soggiorno, son saliti per venti giorni sulla gru e sono stati accontentati. Si rischia la disaffezione verso le istituzioni.

    A margine dell’incontro di ieri, nella segreteria cittadina del partito, la Lega annuncia la prossima creazione di un’associazione che avrà come obiettivo la difesa della legalità. Non come Diritti per tutti solo per gli immigrati, ma per tutti i cittadini.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Giusto Qol Sakhal
      "Si rischia la disaffezione verso le istituzioni."
      La disaffezione verso le istituzioni dipende dal fatto che chi ci amministra è convinto di poter fare leggi e regolamenti su misura, ignorando la Costituzione ed il Diritto: ciò non può che creare false illusioni in chi si lascia infinocchiare e continui ricorsi da parte di chi invece continua credere nella Giustizia.

    LEAVE A REPLY