Alle 22 affluenza in leggero calo anche nel Bresciano. Affluenza sotto le attese a Castel Mella, Manerba, Flero e Collio

0
Elezioni comunali
Elezioni comunali

Alle 22 di domenica, nei 29 Comuni bresciani chiamati al voto per eleggere il sindaco, l’affluenza era in calo di circa due punti (60,1 contro il 60,9) rispetto alle precedenti amministrative. Un calo in linea con la tendenza nazionale. Ma in alcune realtà l’affluenza è calata in maniera più sensibile. A Castel Mella, ad esempio, si era passati dal 57,9 al 53,8. E resta da capire quanto abbiano influito le recenti vicende di cronaca su questo dato. Mentre a Manerba si è passati dal 63 al 57,5, a Flero dal 60,8 al 57,2 e a Collio dal 76,2 al 66,8. Ricordiamo ai lettori che comunque i seggi saranno aperti fino alle 15 di lunedì.

 

 

 

I COMUNI AL VOTO: Anfo, Artogne, Azzano Mella, Bagnolo Mella, Barghe, Bienno, Bovegno, Capriano del Colle, Castel Mella, Collebeato, Collio, Corte Franca, Esine, Flero, Incudine, Isorella, Losine, Moniga del Garda, Nave, Ono San Pietro, Ospitaletto, Ossimo, Pian Camuno, Piancogno, Polpenazze del Garda, Poncarale, Pontoglio, Soiano del Lago, Torbole Casaglia.

 

 

 

Nessuno dei Comuni interessati supera i 15mila abitanti (da censimento 2001), dunque non si ricorrerà al ballottaggio. Ma tra i paesi chiamati alle urne ce ne sono anche di significativi. In particolare sotto la lente ci sono Ospitaletto (13.816 abitanti), Bagnolo (12.950), Nave (11.086) e Castel Mella (10.709), per le recenti vicende di cronaca.

 

 

 

PER VOTARE: I seggi saranno aperti anche lunedì dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì. Gli scrutini inizieranno subito dopo la chiusura dei seggi. Per votare è necessario esibire, oltre ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale. Chi l’avesse smarrita potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali che saranno aperti per tutta la durata del voto nei giorni della votazione.

 

 

 

La scheda è di colore azzurro e riporta, a fianco del contrassegno, il candidato alla carica di sindaco. L’elettore ha diritto di votare per un candidato alla carica di sindaco, segnando il relativo contrassegno. Può anche esprimere un voto di preferenza per un candidato consigliere comunale – nella lista collegata al candidato sindaco prescelto – scrivendone solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY