Il mercato cinese tra presente e futuro, oggi il convegno. Boom per import ed export

    0
    Bsnews whatsapp

    Nell’epoca in cui l’Occidente assisteva alla caduta del muro di Berlino, alla fine della guerra fredda ed al dissolvimento del blocco ex-sovietico, la Repubblica Cinese costituiva ancora una realtà isolata e in qualche modo slegata rispetto al resto del mondo, sia da un punto di vista sociopolitico che economico.

    Nel volgere di pochi anni, la spinta innescata dal processo di globalizzazione e le prime pionieristiche iniziative imprenditoriali mosse in quel mercato da aziende straniere ci consegnavano la narrazione di un nuovo presunto Eldorado, una nuova frontiera tutta da conquistare, caratterizzata da manodopera a basso costo e “un miliardo di nuovi consumatori”. La storia recente, tuttavia, ci ha posto al cospetto di ben diversi scenari. Nell’arco di vent’anni la Cina ha saputo imporre al resto del mondo il proprio ruolo di superpotenza economica, cambiando radicalmente – e per sempre – lo status quo dei rapporti e degli equilibri economici internazionali. L’inarrestabile crescita e l’articolata ramificazione degli interessi economici cinesi nelle economie mondiali hanno ormai reso questo Paese non solo un punto di riferimento obbligato, ma anche una variabile decisiva in chiave di rapporti, prospettive e strategie per le imprese di tutto il mondo.

    Oggi più che mai è necessario comprendere il mercato cinese; rendersi conto della sua evoluzione, dei suoi possibili sentieri di sviluppo per il futuro, dei rischi e delle opportunità con cui le imprese occidentali si dovranno misurare. La crescita esplosiva dell’economia cinese ha innegabilmente cambiato gli equilibri del mercato mondiale: un cambiamento strutturale e ben lungi dall’essere completato. In quest’ottica, l’analisi e la comprensione di questo importante fenomeno economico costituisce per qualsiasi azienda una variabile-chiave, essenziale ai fini di una corretta pianificazione ed impostazione delle proprie strategie future. Anche perché i rapporti commerciali con la Cina nell’ultimo anno si sono intensificati. La provincia di Brescia ha registrato incrementi delle importazioni e delle esportazioni superiori rispetto al dato regionale e nazionale: import + 63,9%, export +43,7% (in allegato i dati in dettaglio).

     

    PROGRAMMA DEI LAVORI

    Moderatore: Sebastiano Barisoni (Il Sole 24 Ore)

    14.30 – Saluti di apertura:

    – Dr. FRANCESCO BETTONI (Presidente Camera di Commercio di Brescia)

    – Dr. STEFANO KUHN (Vice-Direttore Generale UBI Banco di Brescia)

     

    Relatori:

    15.00 – DR ANDREA CROCI (Resp. Uff. Rappresentanta UBI BANCA di Hong Kong)

    L’approccio dell’impresa italiana al mercato cinese: cosa è cambiato, cosa resta da cambiare

    15.20 – Avv. CLAUDIO DE BEDIN (CdB and JC & Co, Partner)

    L’Italia in Cina: esperienze di successi, errori, occasioni mancate, prospettive future

    15.40 – Prof. BENIAMINO QUINTIERI (Commissario Generale del Governo per l’Expo di Shanghai 2010)

    Il made in Italy in Cina: prospettive e criticità

    16.00 – DR MASSIMO ZILETTI (Segretario Generale della Camera di Commercio di Brescia)

    L’esperienza dell’Ufficio di Rappresentanza a Shanghai della Camera di Commercio di Brescia


    16.20 – TAVOLA ROTONDA (3 imprenditori bresciani con aziende attive in Cina)

    L’imprenditore bresciano in Cina: esperienze a confronto


    17.30 – Q&A

    18.00 – Chiusura dei lavori

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI