Lombardi (Sel) contro un “vergognoso ” comunicato dei carabinieri. L’Arma: “Solo un refuso”

    0

    Un comunicato stampa dei Carabinieri di Brescia ha generato lo sdegno di Mirko Lombardi, segretario cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà che ha definito vergognosa la nota del Comando provinciale dell’Arma. La quale, per parte sua, ha indirettamente risposto inviando poco dopo alla stampa una rettifica del comunicato, cambiando il titolo  “che – spiegano i carabinieri per un refuso è partito con un titolo errato che nulla ha a che vedere con la notizia”.

    Il primo comunicato dell’Arma, riferito a questa notizia, aveva per titolo: Brescia: avrebbe fatto meglio a chiedere lo sconto!

    Parole che Lombardi ha subito bollato come “incredibili”. “A fronte di un tentativo di stupro” ha commentato il segretario di Sel “si chiosa "avrebbe fatto meglio a chiedere uno sconto" quasi che la violenza sia monetizzabile e che una donna che si prostituisce, dovrebbe essere disposta a tutto per denaro. Il responsabile del tentato stupro è stato arrestato, ma quella frase scritta all’inizio del comunicato lascia esterefatti ed indignati. Chiedo alla stampa che ne è a conoscenza  di dare la notizia nella sua completezza, compresa la frase di commento, in modo che i lettori sappiano quali sono le opinioni del comando dei carabinieri di Brescia. Inoltrerò poi al Ministero degli Interni ed al Capo dello Stato la copia del comunicato che mi è stata fornita da alcuni amici giornalisti”.

    Poco dopo, come detto, la nota dell’Arma con il nuovo titolo e il comunicato, come riportiamo qui di seguito:

     

    Brescia: si accorda per una prestazione ma non contento aggredisce la donna. Arrestato.

    Si era intrattenuto con una prostituta in città e dopo il primo rapporto sessuale l’ha immobilizzata a terra pretendendo un’ulteriore prestazione dalla “lucciola”. Non ha però preso in considerazione la decisa reazione della vittima. Vista la mal parata il soggetto si è allontanato dalla zona ma non è riuscito a dileguarsi abbastanza velocemente. La donna infatti ha avvisato il 112 che ha inviato sul posto la pattuglia della Stazione di Brescia San Faustino. I militari, grazie alla descrizione fornita dalla vittima, hanno rintracciato dopo brevi ricerche l’autore dell’aggressione che, vistosi scoperto, ha pensato bene di minacciare ed ingiuriare i Carabinieri opponendo una viva resistenza. Condotto in caserma e dichiarato in arresto per tentata violenza sessuale, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, è stato identificato per G.A.M. 29enne senegalese residente in città. 

     

     

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. in effetti,poco arrosto………..credo fosse una battuta che circolava in caserma,per quanto poco felice……..si chiedano piuttosto i signori se il tizio in questione non andrebbe allontanato a calci nel sedere dal nostro paese

    2. grave che di una battutaccia da …. caserma….. se ne siano accorti solo dopo la contestazione.
      ma chi l’ha firmato un comunicato così?
      grave che passi l’idea che " in fondo è una prostituta"

    LEAVE A REPLY