Vai sul sicuro: domani fai la “Spesa in cascina”… in piazza Loggia

    0

    La possibilità di acquistare i prodotti direttamente dagli agricoltori sta diventando sempre di più una realtà anche in Italia. Certamente il fenomeno sta venendo avanti molto più lentamente rispetto ai farmers market degli Stati Uniti o del Regno Unito e agli “agri market” francesi, ma la spesa in campagna, complice un’accresciuta attenzione di una parte dei consumatori verso la qualità dei prodotti locali offerti dalle imprese agricole, sta riscuotendo un notevole successo.

    Secondo l’Istat le aziende agricole che in Italia vendono direttamente i propri prodotti sono oltre 600 mila pari al 23% per cento del totale nazionale. La Lombardia in questa classifica guidata dalle Marche con il 16 per cento, è fanalino di coda con il 3 per cento. Tuttavia, non mancano le iniziative per accrescere un fenomeno che può contare sia su un rinnovato interesse dei consumatori sia su di una normativa decisamente elastica e favorevole. E proprio sfruttando tale possibilità l’Unione Agricoltori si è impegnata con la propria iniziativa di “Spesa in cascina” con l’obiettivo di aumentare le potenzialità promozionale di incontro tra produttori che effettuano vendita diretta e i consumatori. Anche perché secondo una recente indagine Ismea quasi tre italiani su quattro hanno fatto acquisti direttamente in cascina rendendosi disponibili nella maggioranza dei casi a creare gruppi di acquisto collettivi.

    Riguardo alle tipologie di prodotti venduti direttamente in azienda più del 60% degli agricoltori vende ortofrutta, seguiti dal vino e dai formaggi. Recentemente anche con l’iniziativa di valorizzare i prodotti a marchio Dop e Igp, nonché di quelli tradizionali, locali e di nicchia portata avanti dall’associazione Agriturist all’interno della normale attività agrituristica nell’ottica di perseguire l’obiettivo di avvicinare i consumatori al mondo rurale. E in questo senso è da segnalare che in questi anni le diverse Istituzioni hanno supportato la realizzazione di “Spesa in cascina” che per quest’anno si organizzerà presso: Piazza Loggia a Brescia (due volte, la prima domani domenica 5 giugno) a Salò, Sirmione e Iseo. Grazie alla realizzazione delle passate edizioni, ora si aprono nuove opportunità di crescita per le aziende che effettuano vendita diretta e che sono associate all’Unione Agricoltori. Quest’ultima, infatti, ha stilato un programma di iniziative già nel 2009 e nel 2010, ed ora con il 2011 vuole ripete a favore delle aziende con vendita diretta. Il fatto che oltretutto il marchio spesa in cascina sia stato registrato, rappresenta un’opportunità commerciale da sfruttare. Infatti, le aziende associate che fanno vendita diretta e che sono state a contatto con l’iniziativa di “spesa in cascina” sono state oltre 70. Ma la base associativa dell’Unione di questa tipologia di aziende è assai più ampia. Tuttavia per far partire i mercati degli agricoltori di certo l’interesse dell’amministrazione pubblica è molto importante. Per questo l’Unione Agricoltori vuole presentare un progetto di promozione per “Spesa in Cascina”. Come detto sopra  sono state individuate alcune date, indicativamente ogni quadrimestre, in corrispondenza del cambio di stagione, nelle quali ripetere l’iniziativa.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY