Innalzamento della falda, incontro Loggia-Comitato

    0

    In merito al fenomeno dell’innalzamento della falda acquifera in località Fornaci, il 27 maggio l’amministrazione comunale ha incontrato i rappresentanti del Comitato di Quartiere.

    "Si è condiviso il fatto – si legge in una nota del Comitato – che le cause sono riconducibili ad una serie di eventi in gran parte dovuti alla notevole piovosità dello scorso anno e dalla concomitante e diffusa cessazione dell’utilizzo dell’acqua da parte degli insediamenti produttivi della zona. In tale incontro è stato ipotizzato un percorso condiviso tra l’Amministrazione comunale e il comitato, che come primo passo prevede l’ipotesi di uno studio della situazione che individui i possibili interventi da realizzare al fine di risolvere, almeno in parte, il problema delle infiltrazioni e degli allagamenti. A tale scopo – continua la nota firmata dal presidente del Comitato Gianpaolo Bonvicini – sarà istituito un tavolo tecnico tra l’Amministrazione comunale e il comitato di quartiere, che valuti e condivida man mano il percorso da seguire. Anche se i tempi non saranno brevi è stato garantito il massimo impegno: si prevede di fissare entro il mese di giugno una prima riunione (nei giorni scorsi la Lega aveva sollecitato in questa direzione, ndr). Alla presenza dell’assessore Paola Vilardi è stato precisato che in sede di redazione del Pgt sarà data la massima attenzione alle problematiche idrauliche e geologiche della zona e di quelle limitrofe. La pianificazione infatti non potrà non tenere conto della situazione e della necessità di prevedere degli interventi finalizzati ad arginare i fenomeni in atto. Il comitato di Quartiere ritiene soddisfacente questo primo incontro e resta in attesa della convocazione di un tavolo tecnico".  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Complimenti al comitato di quartiere di Fornaci che non si è lasciato coinvolgere dalla propaganda leghista di questi giorni che aveva come fine attaccare l’operato di alcuni assessori del PDL

    LEAVE A REPLY