Referendum ecco per cosa si vota. Tutte le iniziative nel Bresciano

    0

    Domenica 12 giugno (dalle 8 alle 22) e lunedì 13 giugno (dalle 7 alle 15,00) si svolgeranno le operazioni di votazione per quattro referendum popolari. I quattro quesiti riguarderanno la privatizzazione dell’acqua prevista dal decreto Ronchi (due quesiti), il ritorno dell’Italia all’energia nucleare e il legittimo impedimento. Votando SI, il cittadino esprime la volontà di abrogare le norme sottoposte a referendum; votando NO esprime la volontà di mantenere in vigore le norme sottoposte a referendum. È possibile ritirare, e quindi votare, anche solamente la scheda per uno o per alcuni dei quesiti referendari. Affinché il referendum sia valido, deve recarsi alle urne il 50% più uno degli aventi diritti al voto. Per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici di sezione nelle cui liste si risulta iscritti, bisognerà esibire un documento di riconoscimento e la tessera elettorale personale. 

     

    ECCO I QUATTRO QUESITI

    Referendum popolare n. 1: 
    Scheda di colore rosso – Modalità e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica: Abrogazione. 
    Il quesito prevede l’abrogazione di norme che attualmente consentono di affidare la gestione dei servizi pubblici locali a operatori economici privati; 

    Referendum popolare n. 2: 
    Scheda di colore giallo – Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito: Abrogazione parziale di norme. 
    Il quesito propone l’abrogazione delle norme che stabiliscono la determinazione della tariffa per l’erogazione dell’acqua, il cui importo prevede attualmente anche la remunerazione del capitale investito dal gestore; 

    Referendum popolare n. 3: 
    Scheda di colore grigio – Abrogazione dei commi 1 e 8 dell’articolo 5 del dl 31 marzo 2011 n.34, convertito con modificazioni dalla legge 26 maggio 2011, n.75: Abrogazione parziale di norme. 
    Il quesito propone l’abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare; 

    Referendum popolare n. 4: 

    Scheda di colore verde – Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale. 
    Il quesito propone l’abrogazione di norme in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.

     

     

    LE INIZIATIVE 

    Anche a Brescia si stanno intensificando le iniziative in vista del voto. Ecco un elenco (integrabile con le vostre segnalazioni)

     

    MARTEDI 7 GIUGNO

    Calcinato
    Vota SI per fermare il nucleare. Incontro pubblico con Andrea Bianconi , Fisico Nucleare.
    Ore 20.45 presso la Sala Civica Morelli, Piazza Repubblica, Calcinato . Organizza il gruppo libertario Spartaco.


    Concesio
    “Acqua, nucleare e legittimo impedimento: i quesiti referendari.”
    Auditorium Scuola Media S. Andrea, ore 20.20
    Ne parliamo con:
    Fabrizio Valli – Portavoce comitato referendario 2 sì per l’Acqua Bene Comune
    Mario Capponi – Portavoce comitato per il sì al Referendum Antinucleare
    Gisella Bottoli – Libertà e Giustizia
    Roberto Rossini – Presidente delle ACLI Provinciali
    Promuovono LEGAMBIENTE, LIBERTA’ E GIUSTIZIA, ACLI, AZIONE CATTOLICA, LIBERA, PAX CHRISTI

     

    Salo’ 
    "Energia nucleare o fonti rinnovabili. Acqua bene comune pubblico"
    Ore 20.45 Centro Sociale Due Pini. 
    Con Danilo Scaramella ingegnere e Claudio Treccani del Comitato 2 Si PER L’ACQUA.
    Organizzano Ora del Garda, gruppo scout Saqlo’, comitato salviamo Pratomaggiore, Legambiente, Arci Salo’.

     

    Gardone Riviera
    Ore 20.30 al centro anziani.
    Incontro pubblico con Mariano Mazzacani di Aqua Alma Onlus

     

     

    MERCOLEDI 8 GIUGNO

    Brescia

    Alle ore 18 Legambiente Brescia organizza una passeggiata in bici:
    – ore 18.00 ci si trova in Piazza Loggia con bici e bandiere per convergere
    – alle 18.30 al Parco Tarello dove volantineremo e inviteremo i presenti ad un brindisi antinucleare e per la difesa dell’acqua bene comune.
    Portare da bere e da mangiare per un pic-nic autogestito!

     

    Gardone Riviera 
    AMBIENTFORUM presso la sala consiliare proiezione del Film Home- ore 20.30

     

    Passirano
    Sala civica , via Garibaldi 1, ore 20.45
    "Energia nucleare, energie rinnovabili , quale futuro?"
    Riflessioni con Andrea Bianconi Fisico nucleare e il dott.Giacomo Mantelli responsabile ambiente per le Acli.
    Organizza Comitato pro referendum Passirano

     

    Gargnano
    Alle 20.30 presso la sala multifunzionale Castellani
    Incontro pubblico su acqua e nucleare in vista del referendum. Partecipano:
    – Mario Agostinelli presidente del Forum Mondiale sull’acqua
    – il professore Piero Giorgi del Centro Europeo Gargnano
    – Ettore Brunelli coordinamento provinciale di Sel.
    Promuovono Comitato acqua pubblica Gargnano, Nuovo Municipio Sinistra Gargnanese , Sel.

     

    Padenghe del Garda
    Ore 20.45, sala Polivalente del Plesso Scolastico di via Talina
    Iniziativa referendaria organizzano G.A.S. Desenzano, Lonato, Padenghe

     

    Desenzano
    Ore 21, sala Brunelli c/o Municipio, via Carducci 2
    Si parla di legittimo impedimento con Gisella Bottoli associazione Liberta’ e Giustizia

     

     

    GIOVEDI 9 GIUGNO

     

    Brescia
    "Rompiamo il silenzio: io voto!"
    Ore 20.30, oratorio Santa Maria in Silva (via Sardegna 24)
    per i referendum, suona GIORGIO CORDINI
    Organizzazano: Comitato Bresciano 2 Sì per l’Acqua Bene Comune, Comitato Bresciano per il Sì al Referendum Antinucleare, Comitato Bresciano per il Sì al Referendum contro il Legittimo Impedimento.

     

    Monticelli Brusati
    Ore 20.45. Sala Civica Comunale.
    Con Don Gabriele Scalmana. Iniziativa di informazione sui referendum. Organizza Comitato Referendario Monticelli Brusati

     

    Remedello Sopra
    Ore 21 Sala Civica
    "
    Nucleare" con Andrea Bianconi fisico nuclere. Organizza Ass. Empatia Blu.

     

     

    VENERDI 10 GIUGNO

    Bovezzo
    Ore 19, partenza dall’incrocio tra via Dei Prati e via Sabbioncelli 
    "Biciclettata per le vie Bovezzo"

    Per sensibilizzare i cittadini alla partecipazione al voto, il Comitato Pro Referendum di Bovezzo propone una biciclettata per le vie del comune. Ci si trova, muniti di bicicletta, presso l’edicola collocata all’incrocio tra via Dei Prati e via Sabbioncelli. L’arrivo sarà invece presso il Parco Urbano “2 Aprile”, dove ad aspettarci troveremo un piacevole rinfresco offerto a tutti i partecipanti.  
     
     
     

    Roè Volciano
     Auditorium Scuole Medie Ore 20.30. 
    "Nucleare quali ricadute sulla salute" di Celestino Panizza
    "Referendum sull’acqua perchè votare" di Mariano Mazzacani. 
    Organizza GAS di Vobarno con Amministrazione di Roè Volciano

     

    Remedello Sopra
    Ore 21 Sala Civica
    "Acqua". Con Claudio Treccani comitato 2 SI per l’acqua bene comune. Organizza l’ ASS. Empatia blu.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. "È possibile ritirare, e quindi votare, anche solamente la scheda per uno o per alcuni dei quesiti referendari. Affinché il referendum sia valido, deve recarsi alle urne il 50% più uno degli aventi diritti al voto."
      C’è un cosa che non risulta chiara: se non si ritira la scheda per uno solo dei quesiti si concorre al raggiungimento del quorum solo per gli altri quesiti o anche per quello per cui non si è votato?

    2. I quattro referendum sono indipendenti ma all’atto della registrazione vieni segnato come votante sul certificato elettorale

    3. Finalmente, a 5 giorni dalle votazioni, si parla dell’Istituto democratico dei referendum. Un’occasione che il potere vorrebbe cancellare perchè dà voce ai cittadini su questioni fondamentali per il nostro bene comune: l’acqua e la nostra salute minacciata dall’energia nucleare che nei suoi ultra sessant’anni di ricerca non ha saputo offrire una ben che minima certezza per la sicurezza dell’intero pianeta. Meglio tardi che mai!

    4. 4 SI’!!! SI’ ALL’ACQUA PUBBLICA!!! SI’ ALL’ENERGIA PULITA!!! SI’ X ESSERE TUTTI UGUALI DAVANTI ALLA GIUSTIZIA!!!

    5. No Alessandra, si raggiunge il quorum in base alle schede "usate" (nulle o votate correttamente). Se si dovesse ritirare una sola scheda, si concorrerebbe al raggiungimento del quorum se per quel referendum, non per tutti.

    6. e’ giusto che l’acqua(bene primario)resti pubblica,ma qualcuno mi spiega cosa succedera’ in quelle regioni ,dove e’ gia’ stata privatizzata?

    7. Si deve andare a votare….ma…. secondo me è tutto una presa ingiro……non cè chiarezza nelle cosa e si tende a strumentalizzare il tutto per interesse di pochi (di elite diciamo) e chi paga è sempre il cittadino seplice….secondo me bisogna votare con intelligenza per creare posti di lavoro.
      A BUON INTENDITOR, POCHE PAROLE!!!!!!!!!!!!!!

    8. Ringrazio Lorenzo che si è premurato di rettificare la risposta imprecisa che un anonimo aveva fornito al mio quesito sul quorum.
      Purtroppo su qesto referendum c’è molta gente che ha interesse a non fare chiarezza, ma per fortuna non siamo tutti teleammansiti come qualcuno ci vorrebbe.

    LEAVE A REPLY