A Gussago una pista internazionale per modellini d’auto. Ma è abusiva

    90

    (da.bac.) – Da nove mesi a Gussago c’è una nuova pista di automodellismo. Una pista all’avanguardia, di livello internazionale: quattrocento metri di tracciato, rampe di lancio, corsia box, palco per i piloti, 50 box coperti, tribuna, casetta per la direzione, servizio ristoro, area per pulizia delle macchine. Ogni fine settimana centinaia di appassionati di auto radiocomandate si ritrovano in via Staffiotti, proprio a fianco del campo del Gussago Calcio 1981. Peccato che la struttura sia completamente abusiva. Non un’autorizzazione, non un atto formale che dia il consenso alla sua realizzazione. Inaugurata a fine settembre del 2010, la pista rischia ora di scomparire perché Comune e Sovrintendenza hanno fatto le verifiche del caso e ne hanno evidenziato l’abuso.

    Tutto nasce da una segnalazione di alcuni cittadini che – la scorsa estate – hanno notato strani lavori accanto al campo da calcio. Lì dove prima c’era un boschetto, stava infatti nascendo una strana pista. La segnalazione è arrivata al presidente della commissione urbanistica di Gussago, Matteo Codenotti. “Sì, è vero. Ho fatto qualche approfondimento e ho chiesto all’ufficio tecnico se vi fossero le autorizzazioni necessarie, mai pensando che non ci fosse nulla. E invece…” E invece la struttura è stata realizzata senza alcun atto formale che ne desse il beneplacito. Da quello che risulta a bsnews.it l’operazione sarebbe partita da Renato Verona, per 10 anni assessore allo sport di Gussago, ex candidato sindaco e presidente del Gussago Calcio. La società sportiva, che da decenni è affittuaria del campo sportivo, di proprietà della Metra, avrebbe proposto all’associazione Ospy Team – alla ricerca di una nuova area per la propria pista – la possibilità di realizzarla nello spazio accanto al campo. Come si legge sul sito dell’associazione, “nel 2009 Ospy-team si è impegnata nella costruzione della nuova pista , grazie all’appoggio dell’associazione Calcio Gussago e al supporto finanziario della società leader mondiale nel modellismo Nova Rossi World srl”. Proprio a cavallo dell’inaugurazione le voci sull’abuso hanno però iniziato a diffondersi e sono iniziate le verifiche. “Noi agli atti non avevamo nulla” confermano dall’Ufficio Tecnico. “Dopo le segnalazioni abbiamo controllato e abbiamo accertato che sul luogo c’era una nuova realizzazione priva di provvedimento edilizio”. Ma c’è di più. Perché da un punto di vista urbanistico la pista sarebbe anche sanabile. Il problema è che l’area è vincolata sotto il profilo ambientale e paesaggistico e la Sovrintendenza ha dato “parere sfavorevole”. Al Comune e al Calcio Gussago è così stata spedita una lettera in cui – anche se in maniera un po’ sibillina – si chiede il ripristino della situazione precedente. “E’ opportuno” si legge “che sia ripristinato l’andamento naturale del terreno con la conseguente rimozione della barriera di terreno” posta a delimitare la pista. Un parere vincolante, che bloccherebbe anche un ipotetico condono della struttura. Lunedì la questione è stata discussa dalla giunta comunale. “Guardi” spiega l’assessore all’Urbanistica Luca Aliprandi “la società Gussago Calcio aveva presentato domanda di sanatoria. Domanda legittima perché il Pgt ora adottato permette di fare questo tipo di strutture. Ma sono stati omessi i passaggi in commissione e alla Sovrintendenza la quale ha dato parere negativo e ci ha detto che l’area va ripristinata. Si tratta di un parere non aggirabile. Noi lunedì abbiamo dato mandato all’ufficio tecnico di procedere come da legge: abbiamo emanato un’ordinanza di sgombero e ripristino. Hanno tempo 60 giorni" continua Aliprandi. "Ovviamente possono fare ricorso al Tar ma mi sembra stupito sprecare denaro e tempo. Se anche ottenessero ragione, dovrebbero ripresentare la pratica e richiedere il parere della Sovrintendenza. Parere che è già stato dato e non vedo perché dovrebbe cambiare”. Ma di chi è la responsabilità? Solo leggerezza? I referenti dell’associazione Ospy Team preferiscono non parlare. Spiegano solo che il loro riferimento era il Calcio Gussago e che “ci sono dei problemi ma li stiamo sistemando”. Pare che a fine luglio sia in programma un raduno in difesa della pista. La verità, commenta invece Aliprandi, è che “si sono fatti i conti senza l’oste. Che ne risponde è il Calcio Gussago, sono loro che devono ripristinare l’area. L’ex assessore Verona forse pensava di vincere le elezioni e di riuscire a sistemare le cose. Ha peccato di presunzione. Ora ci vengono a dire che così si mette a rischio un’iniziativa che porta gente in paese e che crea un indotto da 500 persone. Ma questi sono ricatti inaccettabili. Se ci sono delle regole, vanno rispettate”.

    Per parte sua Renato Verona preferisce non commentare. “Sono sereno” si limita a dire. “Lo scempio che avrei commesso non è altro che la sistemazione di un’area dove c’erano solo rovi e sterpaglie e dove ora c’è una pista di automodellismo di livello mondiale”. Gli atti dicono che non è regolare. “So cosa dicono gli atti, ma io seguirò ogni via istituzionale per far sì che Gussago non venga privata di questa bella iniziativa. Di più per ora non dico”.  

    Comments

    comments

    90 COMMENTS

    1. Anche a me era giunta questa voce ma mi sembrava una cosa assurda l’idea che si costruisse una pista di quel livllo senza alcun permesso. Mi spiace per i ragazzi dell’associazione la loro è una bella idea e un’iniziativa da sostenere ma devo dare ragione ad Aliprandi quando dice che le regole vanno rispettate da tutti…

    2. Mentre si stava costruendo la pista gli amministratori ed i tecnici comunali erano in vacanza tanto da non accorgersi dei lavori?

    3. Per curiosità, non credevo fosse possibile, ho visitato il sito e vi assicuro è nel bel mezzo della campagna e molto ben " mimetizzato ".

    4. Purtroppo siamo in Italia per cui il rispetto delel regole sembra sempre un optional. La pista sarà anche una bella iniziativa, ma prima di farla dovevano chiedere il permesso. Punto. Invece si cerca sempre di fare i furbi sperando in un condono ex post. Mi auguro che non sarà così. Piuttosto ci si metta attorno a un tavolo e si cerchi un posto adatto per la pista, ma facendo le cose per bene con i permessi e le autorizzazioni che servono. Ps: bravi ai ragazzi di bsnews!

    5. Ma da quando si sa questa cosa?? Io ci passo spesso in bici da quelle parti, ho notato pure un notevole aumento di traffico in quella stradina di campagna, pensando fosse per le partite di calcio. Condivido il pensiero di Aliprandi " la legge è uguale per tutti", ma lui dov’era quando questa era in costruzione?? E poi quella via di campagna, sopporta tutto l’andirivieni visto e considerato che non è nemmeno transitabile ai trattori??

    6. Ricordo a Verona, che Gussago è stato da lui/oro privato da una magnifica pista "ippica" Riconosciuta a livello nazionale. Da decenni era una meraviglia nel polmone verde di Gussago. Ora centinaia di ville e un capannone piscina , devastano la zona. Oltre al danno la beffa, la piscina orrenda è per l’ennesima volta allagata e quindi pure nariinagibile. Verona desmet de fa dagn! ( smettila di far danni) e chiedi scusa ai Gussaghesi. Bari gnari de bsnews.

    7. Complimenti all’Amministrazione per la scoperta…Aliprandi non era assessore durante quel periodo e perciò non poteva sapere tutto!!!!

      Bravo Code…!!!

    8. da uno che ha amministrato per dieci anni ci si aspetterebbe un minimo di decenza in più….non si può dire che fosse a digiuno di informazioni su come si debba richiedere un’autorizzazione ed un permesso di costruire….che esempio per i cittadini! ed ha anche corso come candidato sindaco all’ultima tornata, cosa penseranno di lui quelli che l’hanno votato e sostenuto?

    9. Nell’articolo si dice che la pista è stata inaugurata a settembre 2010. Allora come mai in questi mesi non si è saputo nulla? I nostri bravi quotidiani locali che fanno? Eppure li avranno i corrispondenti da Gussago…mah..

    10. tipico dell’italia,belle idee messe in pratica col c@@@
      mi domando cosa gli costava a eusti signori cheidere il permesso di costruire prima e non dopo,oltretutto credo che avranno speso i bei soldini per costruire l’impianto che ora devono demolire….

    11. come, la pista delle macchinine si (aggiungo che vi è pure l’inquinamento acustico oltre il profilo paesaggistico) e l’ippodromo non andava bene e andava tolto per far posto a un cubo grigio di cemento?!
      i miei complimenti agli "ambientalisti" di Gussago Insieme

    12. Inaudito!! Chissà quante altre "Gabole" hanno ingabolato i bravi ragazzi di Gussagoinsieme. Il diavolo fa le pentole ma "fortunatamente" non i coperchi. Adesso NOI cittadini chiediamo chiarezza. Le regole ci sono e vanno rispettate DA TUTTI!! Sperom!

    13. Le leggi vanno sempre rispettate, se c’è stato abuso va risolto.mi spiace per gli appassionati.
      mi ricordo però che effettivamente la zona era piena di rovi e sterpaglie .
      mi piacerebbe sapere cosa voleva salvaguardare la sovrintendeza:i rovi?
      sento puzza di guerra politica…spero di sbagliarmi!

    14. brao vince… confermo e dico che la politica sta nel gussagocalcio e non sicuramente da chi fa rispettare le regole. e se la soprintendenza difende i rovi o le sterpaglie dico che fa bene.. dentro ci covano i fagiani e le starne, crescono i funghi e producono ossigeno che noi respiriamo.meglio di cemento, strade e macchinine rumorose e inquinanti..

    15. Se non sapete le cose state zitti al posto di spalare m***a a destra e sinistra!!!purtroppo qualcuno ha preso in giro chi ha avuto una bellissima iniziativa!!!e chi ci sta rimettendo???meditate gente meditate!!!essendo un’associazione senza scopo di lucro (per il comune) non gli interessa nulla!!!Purtroppo quando c’è di mezzo la politica ci rimette sempre chi si è affidato alla loro parola!!!
      Speriamo tutto si risolva!!!

    16. Se non sapete le cose state zitti al posto di spalare m***a a destra e sinistra!!!purtroppo qualcuno ha preso in giro chi ha avuto una bellissima iniziativa!!!e chi ci sta rimettendo???meditate gente meditate!!!essendo un’associazione senza scopo di lucro (per il comune) non gli interessa nulla!!!Purtroppo quando c’è di mezzo la politica ci rimette sempre chi si è affidato alla loro parola!!!
      Speriamo tutto si risolva!!!

    17. "qualcuno ci ha preso in giro" si!: Chi è quel qualcuno che pensava di farla franca perchè candidato sindaco?? .. "Senza scopo di lucro" .. ma che c…o dici?? lo scopo di lucro c’è e tanto purtroppo,.. ma a chi la volete far bere, siete per caso una Onlus o un’associazione di benefattori?? no! il vostro indotto ha un tariffario ed un sacco di sponsor che hanno tutto l’interesse su sta faccenda. forse si pensava di devolvere tutto in beneficenza??

    18. Se non sapete le cose state zitti al posto di spalare m***a a destra e sinistra!!!purtroppo qualcuno ha preso in giro chi ha avuto una bellissima iniziativa!!!e chi ci sta rimettendo???meditate gente meditate!!!essendo un’associazione senza scopo di lucro (per il comune) non gli interessa nulla!!!Purtroppo quando c’è di mezzo la politica ci rimette sempre chi si è affidato alla loro parola!!!
      Speriamo tutto si risolva!!!

    19. @utente registrato, appunto qualcuno si è affidato in buona fede e ingenuamente a chi ha tradito la sua fiducia senza informarli che non poteva più decidere nulla da solo in merito alla lodevole iniziativa ma lo ha fatto lo stesso, di nascosto, allora chi voleva lucrare su questa cosa chi si è reso disponibile a cedere gli spazi o il comune?

    20. Se non sapete le cose state zitti al posto di spalare m***a a destra e sinistra!!!purtroppo qualcuno ha preso in giro chi ha avuto una bellissima iniziativa!!!e chi ci sta rimettendo???meditate gente meditate!!!essendo un’associazione senza scopo di lucro (per il comune) non gli interessa nulla!!!Purtroppo quando c’è di mezzo la politica ci rimette sempre chi si è affidato alla loro parola!!!
      Speriamo tutto si risolva!!!

    21. Se non sapete le cose state zitti al posto di spalare m***a a destra e sinistra!!!purtroppo qualcuno ha preso in giro chi ha avuto una bellissima iniziativa!!!e chi ci sta rimettendo???meditate gente meditate!!!essendo un’associazione senza scopo di lucro (per il comune) non gli interessa nulla!!!Purtroppo quando c’è di mezzo la politica ci rimette sempre chi si è affidato alla loro parola!!!
      Speriamo tutto si risolva!!!

    22. E’ già la seconda volta che questo sito amplifica notizie dell’amministrazione Leghista gussaghese, e stranamente tutti i residenti di via peracchia rispondono in coro come come in quel di pontida ( chissà se indossano il gonnellino e il casco con le corna!!). Bravo BresciaNewws, dopo il PD adesso fai da spalla ai leghisti, come giornalisti non siete un granchè sopratutto finchè ve la cantate e ve la suonate da soli…

    23. Quanto rosicano a Gussago, adesso c’e una terza testata oltre a quella della curia e quella della sinistra. Vi piaceva vincere facile!

    24. i lettori devono sapere che a Gussago ultimamente ci sono dei problemini di non poco conto: la Mandolossa è andata sottacqua, i cittadini si legano con le catene in comune perchè c’è l’aria inquinata, i rifiuti straboccano dai cassonetti e le strade sono piene di voragini. Loro che fanno: si occupano DELLA PISTA DELLE MACCHININE!!!!!!! HAHAHAHAHAHAHAHA!!! HAHAHAHAHAHAHAHA!! HAHAHAHAHAHAHA!!! ma fate il piacere!!

    25. Qualsiasi problema ha radice in qualcosa. Se la mandolossa si allaga e le strade si riempiono di voragini avrà un perché, se l’aria a Gussago è inquinata ci sará una causa e se i cassonetti sono disordinati e traboccanti mai pensando al problema avrà pure un perché. Le cause a mio parere sono remote e quindi mi chiedo il perché. Perché mai nessuno ce lo ha detto mai?? Ed ora mi auguro qualcuno metta ordine.

    26. Ma di che si parla in fondo? Di rispetto delle regole e delle leggi! Ecco il tutto. Non mi interessa se è berlusconi o un ex assessore di sinistra a violarle, tutti dico tutti siamo uguali davanti al giudice (il referendum sul legittimo impedimento lo ha dimostrato!).
      Quindi spero che chi ha commesso l’abuso sia sanzionato come tutti i Cittadini che (può capitare) sbagliano.
      Ora il tentativo di parlare di destra o sinistra, o di allagamenti sembra più un gioco conosciuto. Il BENELTRISMO, ovvero è ben altro la cosa importante.
      A tutti questi rispondo che si inizia da un semplice punto: il rispetto della Legge. E pazienza se chi ha sbagliato è un ex assessore di destra o di sinistra!

    27. Esatto Marco71, lasciamo la guerra a chi ci è abituato. Bisogna moderare i termini, i cittadini sono tenuti a rispettare la legge e le regole che la articolano. Qua a prescindere dalle intenzioni che l’hanno generata, questa "questione" vede un "dolo". Chiunque sia l’artefice ne dovrà rispondere alla giustizia. Solo osservando la legge e le regole avremo una società migliore. Che la giustizia faccia il suo corso. Buona vita Migliore a tutti!

    28. bella mossa, spostano l’attenzione sulla pista così non parla più del vero scempio che vogliono fare a Sale di Gussago, e nella zona industriale della Mandolossa.
      "Vedere la pagliuzza nell’occhio altrui e non vedere la trave nel proprio"

    29. Allibito…Sarà solo un problema di POLITICA o per quei poveri ragazzi che giocano a calcio gli da fastidio il rumore ormai il ""KAKA’ non lo diventate!".Parliamo di abusi edilizi ed a Brescia ne siamo pieni anzi mi correggo in Italia.Paghiamo con i nostri soldi i politici sia di destra che di sinistra,il risultato qual’è??In tutta Europa ci prendono in giro.Cara Lega risolvi i problemi molto più gravi ( da anni continui a dire che hai un piano di miglioramento…,qualcuno si è accorto di star meglio?).Infine concordo solamente per una questione:le regole vanno rispettate."Ma siamo in Italia se le rispetti sei un pirla in caso contrario se più famoso".AHAHAHAH

    30. Penso che il calcio giocato non centra sono i nostri politici che si scannano pensando di essere i migliori ma non capiscono che chi ci perde è il cittadino e lo sport che dovrebbe protestare sotto le loro finestre

    31. esatto, la politica dovrebbe stare alla larga dallo sport e quindi anche dal gussago calcio… ma chi è il presidente del gussagocalcio e perchè??

    32. Io personalmente ritengo inadeguato, incapace e non all’altezza chi pretende di presiedere una società di calcio locale e anzichè guardare al bene delle squadra, pensa a far politica di basso livello cercando di trascinare i suoi iscritti verso argomentazioni e piani di comunicazione non certo sportivo…. basti pensare allo pista abusiva in zona metra per capire quanto poco oculate possa essere una gestione così affidata…. speriamo solo i ragazzi non siano oggetto di errori di così grande rilevanza… altrimenti davvero il livello della squadra è destinato inesorabilmente al peggio !!! Io proporrei una presidenza lontana dalla politica locale…. ne gioveremmo tutti……

    33. Leggo stamattina sul gdb la notizia e mi ha incuriosito parecchio. Io abito a Gussago da molti anni e ho notato che effettivamente la squadra
      Di calcio locale è molto ostile nei confronti dell’ amministrazione comunale. Mi spiace molto per chi veramente è appassionato al calcio avere a che fare con chi utilizza questo prettamente per scopo personale e politico. Condivido con vinz e Pippo che il presidente politico debba lasciare spazio a chi disinteressatamente si occupa di sport.

    34. ma come è possibile che un consigliere comunale possa ricomprire un ruolo di presidenza di una società di calcio locale, trascinandola nel fango per pure mire e ambizioni personali? Chiediamo tutti a gran voce che l’attuale Presidente si dimetta e lasci spazio a chi davvero crede nello sport come unico valore di coesione sociale e di pura passione per lo sport. E’ chiaro anche ad occhi estranei a vicende politiche quanto questa gestione stia danneggiando l’immagine della nostra amata squadra. Via la politica dal gioco, troppe volte il calcio è stato offeso da vicende non certo lontane dalla politica e Gussago non deve esserne l’emulazione o pagarne le spese, come si difenderà il presidente per aver trascinato la società in vicende giudiziare, accostanto il nome della società ad abusi ambientali e urbanistici? Io proporrei ai tutti i genitori dei ragazzi di far sentire la nostra voce e chiederne l’allontanamento per dare spazio ad una presidenza capace e soprattutto lontanta dalle vicende politiche. Non devono essere i nostri ragazzi a pagarne le spese, lo ripeto e non mi stancherò mai di riperterlo, uniamoci e manifestiamo il nostro malcontento ai vertici della società ed alla comunità Gussaghese ! E’ una vergogna !

    35. mio figlio ha giocato nel Gussago, ed ora gioca altrove. Sapete perchè ho preferito portarlo altrove? anche a malincuore e facendo sacrificio ( sono operaio, e preferivo averlo nel mio paese )Perchè nella società Gussago non mi sentivo rappresentato dai vertici, presidente in primis. Politicizzata al massimo, addirittura utilizzano il giornalino per comunicare odio politico. Basta leggere l’ultimo per capire quanta stupidità, dettata dalla cattiveria e dal rancore traspare. E io dovrei essere orgoglioso di questo Gussago? Ma forse è meglio cacciare chi con la sua presenza allontana le brave famiglie. Quindi VIA!!!

    36. Se non si dimetterà volontariamente penso che noi genitori dobbiamo costituire un comitato promotore per indire nuove elezioni e portare in piazza i problemi di questa gestione convincendo il presidente a dimettersi. Diamo una mano ai nostri figli, riprendiamoci il nostro Gussago Calcio,via la politca dalle squadre di calcio, e questo sia di esempio su come alcune "liste civiche" promuovano l’onesta e l’amore per il paese dicendo che i partiti sono il male da debellare… ma loro non si guardano allo specchio?? usano qualunque mezzo per radicarsi e instillare odio, non capendo che così danneggiano tutto il paese….

    37. "La partita è finita quando arbitro fischia" quale miglior frase (del mitico Vujadin Boskov) per descrivere questa situazione?

    38. Mah… evidentemente come dice "Deluso" sarebbe anche da capire come chi compie gesti in totale inosservanza delle leggi possa ricoprire il ruolo di consigliere comunale……??? Ma loro stessi non volevano tutelare il paese da scempi edilizi…. giudicate Voi chi li commette……pure abusivamente!

    39. E io l’ho anche votato, non me lo sarei mai aspettato, mi vengono un sacco di bubbi ora, dopo quello che ho letto, su quale approcio mentale alla cosa pubblica hanno avuto in tanti anni di amministrazione.

    40. L’è ura de finila. Io non ho votato la lega, ma mi sa tanto che da oggi lo faró. Il presidente e candidato sindaco deve finirla di fare quello che vuole da bullo. Aliprandi ta ghet risù, mi ricordo quando difendevi la pista dei cavalli e raccoglievi le firme. Sei rimasto da solo con Rolfi a lottare, ma alla fine se ne sono fregati e sei rimasto a guardare che te la distruggevano. Io non vado a cavallo ma mi piaceva venire con i miei bambini a vedere i cavalli galoppare. Adesso el furbo vuole difendere la pista delle macchinine? Per di più abusiva?

    41. mi sembra che questi commenti esasperino e siano esagerati da una parte e dall’altra, anche perchè non si conosce tutta la verità, e come si sa "ognuno di noi ha la sua verità" perciò sarebbe bello che i commenti ripartano quando la questione sarà finita e chi di dovere avrà deciso cosa fare, altrimenti si rischia di cadere nel ridicolo, e la vera informazione non è questa

    42. DIMISSIONI… DIMISSIONI…. DIMISSIONI… deve andarsene anche dal consiglio comunale, come può presentarsi ancora e spendere parole per il suo paese dopo che non lo rispetta compiendone scempi?? I nosrti figli non si meritano questo! Vattene da tutto

    43. Cari leghisti i comunisti non ci sono più da anni,basta con il comunismo avete girato le spalle persino al PDL; a Pontida eravate i 4 gatti e in 4 anni al potere con la destra non avete ancora risolto nulla;anzi nel partito avete anche il ciclista come in parlamento ci sono le ex attrici e vallette.Al posto do protestare contro il pistino risolvete il problema dell’immigrazione clandestina ( da anni lo dite!)Loro i ragazzi del pistino ,voi del leghino.

    44. Caro RED come sempre scrivete negli spazi meno opportuni, il commento e’ fuori tema, ma in fondo capisco che gli spazi per esprimere le vostre elucubrazioni sono rimasti pochi, rosichi vero?
      Esprimiti nel merito, se ne sei capace ma ne dubito, saremo stati in 4 Gatta a Pontida domenica ma se fossi venuto a dare un’occhiata ti saresti accorto che erano giganteschi, occupavano tutto il pratone, difatti il topolino red si e’ tenuto ben lontano !

    45. Basta persone inadeguate in posti chiave della politica locale, chi sbagla deve dimettersi, a Gussago chi ha sbagliato faccia la sua parte e si faccia da parte! Già per 10 anni la sua "politica" ha rovinato il bel paese della Franciacorta… ora lasci il posto a persone che hanno a cuore il futuro di Gussago, il passato non si può cambiare ma il presente ed il futuro necessitano di una svolta…. prenda esempio dall’ex-vicesindaco.

    46. Bravo marco1, hai ragione. Io ho votato Verona e Marchina nel 2009. Ma da giovedì sera andrò nella sezione della Lega, e da oggi voterò solo Lega! VERONA DIMETTITI DA OGNI INCARICO E SPARISCI!!

    47. dal sito di gussagoinsieme:

      "La mente è come un paracadute, perchè funzioni deve essere aperta" (A. Einstein)

      …. qui mi sa che non si apre nemmeno quello di emergenza……….

    48. e possibile che in italia il primo che si alza e dice qualcosa il popolo bue gli è dietro a ruminare???? la politica e una cosa lo sport è un altra cosa se si pensache in Gussago come molti peselli della provincia non c’e niente e non si fa niente per che vuole autonomamente divertirsi ….. e mi domando a chi da veramente fastido il campo da calcio o la pista o l’ignoranza delle persone che come popolo bue segue la mandria ?????????????? perchè sono solo 4 o 5 personaggi che sio sono mossi mentre alla popolazione di gussago quasi non sa che esiste una pista dove ci sono ragazzi k volgiono divertirsi senza dare fastidio a nessuno e questo comunque porta a questo paesello gente nuova, soldi e sopratutto consocenza di un paese che in italia non se lo fila nessuno !!!!!! in italia la gente che vuole essere seria non viene apprezzata e non e colpa dei ragazzi del pistino se in italia c’e troppa politica bieca ci manca solo che la si faccia anche per l’uso della carta igenica e poi siamo apposto…………….quindi e inutile esasperare la cosa intelligentmente e meglio apsettare cosa dicono le autorità e poi che avra il coraggiodi parlare lo faccia dopo …. adessoe solo aria fritta senza conoscere la vera verità!!!!!quindi cari leghisti o comunisti o altro prima di sputare sentenze gratis e meglio ragionare prima questo da non destabilizzare quei pochi che credono ancora nella legge e nel rispetto di chi a realizato una pista senza usare i soldi del comune ma dalla loro tasca …………..ma con il vantaggio di portare un evento che ne giova il paesello e il territorio…… meditate che percheè il pensare negativo non porta da nessuna parte ……………ciao e grazie

    49. Caro fun, da quanto sembra tu non sei ne leghista ne comunista, quindi dichiarato fuori dai partiti politici. Già conosciamo chi si ritiene fuori dai partiti in Gussago , forse sono quelli che a Gussago hanno governato per dieci anni? Ma senza polemizzare voglio chiederti se veramente credi tutto questo sia stato fatto senza interessi? Nel rispetto delle regole? Con lo scopo di portare gente e lustro a Gussago? Che la pista delle macchinine sia per i VERI Gussaghesi più importante e riconoscibile della pista dei cavalli? Che la mandria di leghisti e comunisti sia un branco di orbi ignoranti?…. Io personalmente credo proprio al contrario di tutto ciò. … E forse è meglio che un pò di riflessione la faccia anche tu, appunto come tu dici la politica dallo sport è meglio ne stia fuori, ma forse anche lo sport non deve essere usato per camuffare l’intresse politico.

    50. ma voi sapete dove è la pista? ve lo dico io il riferimento di solito è:vicino a via sale dove ci sono tutto il giorno quelle signore di colore che aspettano la corriera e che il comune non è capace a mandare via
      heee la politica per andare su promettono poi non sono piu capaci…………pazienza

    51. NEI COMMENTI A QUESTO ARTICOLO REGISTRIAMO DIVERSI MESSAGGI CONTRARI ALLE REGOLE. INVITIAMO I COMMENTATORI A MODERARE I TONI O SAREMO COSTRETTI AD AGIRE DI CONSEGUENZA. GRAZIE.

    52. Eh Pippo, altro commento fuori tema, capisco il livore perche’ qualcuno prendentoti per il naso ha rotto il tuo giochino, anche a me sembra un peccato che per l’arroganza di una persona che si credeva onnipotente sia sfumato il sogno e l’impegno di ragazzi in gamba! Ma non mi sembra che il tuo commento sia attinente e preciso, anzi mi sembra un commento da bar sport, anche tu come me vivi in Italia e in italia la prostituzione non e’ reato e chi si prostituisce in quelle vie sono o cittadine comunitarie ( Rumene ) quindi non espellibili e nigeriane si extracomunitarie ma con il permesso come rifugiate politiche, anche in questo caso non allontanabili.
      Viviamo in un paese di perbenisti baciapile ( cerca su wiky il significato) quindi invece di polemizzare contro l’amministrazione solo perche’ ha applicato la norma edilizia impegnati, se le prostitute ti danno fastidio, a polemizzare con il legislatore affinche questo paese diventi degno di essere definito tale! Studia e mettici la faccia ciciaru’!

    53. Troppo semplice dire finiamola qui, in paese nessuno sa niente e chi sa tace, troppo comodo, la cosa sta passando in sordina, vero chi sbaglia paga ma se si tradisce la fiducia dei propri compaesani, per di più’ dopo aver loro chiesto fiducia per condurli per cinque anni !
      Vergogna, capisco chi di loro in questi mesi ha scelto l’esilio!

    54. Quello che dice Bruno è vero. Dobbiamo farlo sapere in massa a tutti i gussaghesi, dal contadino delle Civine fino all’anziana della Mandolossa!!

    55. Ma di questa fatto i nostri sinistri ambientalisti non ne fanno parola dal loro sito? Ah dimenticavo, sono troppo impegnati a offendere il nostro Sindaco con battutine da frustrati!

    56. Egr. sig. Enrico, suppongo che il suo livore sia indirizzato a "Sinistra a Gussago". Se tale supposizione è corretta, mi permetta, in qualità di militante della suddetta associazione, di informarla che "Sinistra a Gussago" già in data 7 luglio 2010 depositò e fece debitamente protocollare presso l’Ufficio segreteria del Comune di Gussago compiuta segnalazione in merito ai lavori allora in corso presso il campo "Metra" di via Staffoli, oggetto degli interrogativi e delle perplessità da noi raccolte da parte di alcuni concittadini. I preposti funzionari del Comune hanno evidentemente dato corso alla nostra indicazione, benchè non abbiano ritenuto di rener noti a "Sinistra a Gussago" i risultati dei loro controlli. Tant’è, il tremontiano Patto di stabilità obbliga gli enti locali a lesinare pure su lettere e telefonate. Adesso mi auguro non debba trascorrere un altro anno prima di leggere su queste pagine o, se preferisce, ascoltare dalla sua viva voce le doverose sue scuse per aver lanciato un’accusa assolutamente gratuita ed infondata a "Sinistra a Gussago".
      Distinti saluti, Raucci Francesco

    57. Ok Francesco, diamo per vero cio’ che lei scrive ma allora gli uffici o dormono o sono ancora funzionali a chi gestiva il comune prima perche’, da quello che leggo nell’articolo, il tutto nasce da una segnalazione arrivata al Presidente della commissione urbanistica Codenotti a meta’ settembre il quale giustamente ha avviato le verifiche!
      Ma dal 7 luglio a meta’ Settembre nessuno ha fatto niente?
      E voi che siete sempre attenti e puntigliosi non avete mai scritto nulla, nemmeno oggi, sul vostro sito, capisco che ci sia una vicinanza d’intenti con la vecchia amministrazione ma per un futuro accordo non si calpestano gli ideali.
      Consiglio al Sindaco Lazzari di controllare meglio l’operato degli uffici, qui gatta ci cova!
      Doveva arrivare un ignorante leghista a far saltare il banco!

    58. Egr. sig. Enrico, ciò che le ho detto nel mio precedente commento E’ vero, la pregherei di non metterlo in dubbio utilizzando ambigue espressioni del tipo "diamo per vero". L’esistenza della segnalazione alla quale ho fatto riferimento in precedenza – verificabile da chiunque voglia recarsi presso la Segreteria del Comune di Gussago – dovrebbe bastare comunque, per una semplice ragione di onestà intellettuale, per esigere una qualche scusa da parte sua rispetto alle accuse infondate e azzardate da lei mosse a “Sinistra a Gussago”. Al di là di questa piccata ma doverosa risposta, raccolgo ben volentieri la pertinente osservazione esposta nel suo commento. Ebbene, la stupirà forse sapere che “Sinistra a Gussago” inoltra di frequente al Comune di Gussago come pure ad altri Enti segnalazioni, richieste, denunce, eccetera, che però in buona parte restano senza risposta alcuna da parte dei destinatari. Allora cosa dovremmo fare, secondo lei? A parte roderci un altro pezzetto di fegato, onestamente non possediamo la forza e le risorse umane che sarebbero indispensabili per seguire, approfondire ed eventualmente tradurre in campagne di lotta tutte le problematiche delle quali ci interessiamo, come associazione o a titolo personale come singoli militanti di essa. Anzi, a tal proposito qualsiasi contributo in termini di impegno che i nostri concittadini, lei compreso, volessero porgerci sarà ben accolto. Nella particolare fattispecie dei lavori al Campo “Metra”, non ricordo se alla questione la “Sinistra a Gussago” abbia dedicato più di una discussione né se qualcuna delle compagne o qualcuno dei compagni abbia in seguito proposto di sollecitare una risposta in merito da parte dell’Amministrazione o dell’Ufficio tecnico. Probabilmente, se l’avessimo fatto, non saremmo costretti ora a parlare di un’opera (la pista) già conclusa. Questa considerazione resta però, mi permetta, nell’ambito delle pure ipotesi. La nostra letterina del luglio dell’anno scorso sarà stata anche poca cosa, ma se ogni singolo gussaghese si prendesse la briga di rubare pochi minuti alla propria giornata per indirizzare agli organi competenti una segnalazione od una richiesta per tutto ciò che, a suo parere, nel nostro paese non va, credo potremmo riuscire prima o poi a raggiungere qualche risultato.
      Restando a sua disposizione per ulteriori spiegazioni e chiarimenti, per il momento la saluto. Raucci Francesco

    59. Ma allora questa pista la stanno smantellando?
      Leggendo l’articolo si evince che lunedì 6 giugno è stato dato un "ultimatum" di 60 giorni per ripristinare l’area come in precedenza, quindi per l’inizio di agosto dovrebbero sparire tutte le infrastrutture…
      Che peccato però, era proprio una bella pista. Ma sono d’accordo nell’affermare che "la legge non ammette ignoranza" e quindi è giusto rispettare le regole. Magari si troverà un accordo per rifarla da un’altra parte.

    60. …ha ha bravo "NEMO profeta in Patria"….haha speriamo nel paracadute di emergenza…..invece delle solite liti da animali da cortile….hahaha

    61. regole? quali regole? e sono "Amministratori" quelli di adesso quanto quelli di prima,sono come buoi che dicono "CORNUTI" agli asini. Se le stanno suonando di santa ragione a suon di ripicche. Nei post si parla di pista dei cavalli e di pista di automobiline. Quelli di prima hanno distrutto una realta’ come l’ippodromo altrettanto positiva per Gussago come l’autopista per modellini di adesso. Ma ha ragione "NEMO" che ha scomodato Einstain nel suo post qui non si aprirà nemmeno il paracadute di emergenza per l’arroganza dei primi, contro l’arroganza dei secondi che del bene del Paese e verso la gente, non è l’obbiettivo principale per loro perchè+ sprecano il loro tempo a carico della Comunità nelle loro ripicche e controripicche!!!VERGOGNA!!! e poi parlano di rispetto delle regole. Quelli di prima se ne sono fregati non chiedendo i permessi e quelli di adesso si guardassere meglio come si stanno inquanto a rispetto delle regole prima di lanciare "la prima pietra". DI AMMINISTRATORI COSI siamo veramente stanchi!!!!!!!

    62. hei "NEMO" ci sei? tu hai scomodato Einstein, a me viene di scomodare la sana ironia del GUARESCI di Peppone e Don Camillo. Agli amministratori di adesso direi di usare il buon senso e non cadere nella tentazione di ripicche e commettere gli stessi errori di quelli di prima che al posto dell’ippodromo hanno piantato case in cambio di una vasca da bagno collettiva che "perde acqua" a tutto spiano e nonsolo quella (somari!) e dovrebbero al contrario adoperarsi a sistemare le cose sull’autopistina perchè oramai c’e’. La punizione all’arroganza di quelli dell’autopistina che non hanno rispettato le regole e quindi la Comunità Gussaghese, mostrando l’arroganza più becera e menefreghista tipica degli Str…..i!!!!! per chiedere scusa della loro arroganza alla comunità Gussaghese, devono pagare quanto meno una multa visto che le casse comunali piangono, ma moltiplicata per cinque dieci volte. E visto che il calcio Gussago sponsorizza dicono o ha sponsorizzato dicono l ‘autopistina, pagherà le multa in due maniere:
      1) un po in moneta visto che senza autorizzazione durante i gran premi vende bevande ed ogni genere di primo conforto alimentare ai presenti ci mancherebbe. (a proposito belli i Gran Premi!)
      2)visto che il Gussago Calcio è in vena di "sponsorizzare" chi vuole a suo piacimento come è giusto significa che dispone di risorse piuche a sufficienza, quindi il secondo risarcimento alla comunità Gussaghese sarà sotto forma di SPONSOR A GUSSAGO BASKET che al contrario del Gussago Calcio versa in gravi difficoltà economiche ma anche li ci sono i ns. ragazzi per i quali tifiamo con lo stesso entusiasmo come per quelli del calcio ed esultiamo quando li vediamo vincere ed occuparei le rispettive classifiche che portano inalto il nome di Gussago del ns. Paese. Questa è la soluzione che con "ironia" la ns. Gente è pronta ad accettare in cambio delle scuse per l’arroganzo dei vecchi e nuovi "amministratori". HAHAHAHAHAHAH cerchiamo il paracadute di emergenza perchè c’è ne sono sicuro. HAHAHAHAH alla facciaccia della crisi.

    63. hei "NEMO" ci sei? tu hai scomodato Einstein, a me viene di scomodare la sana ironia del GUARESCI di Peppone e Don Camillo. Agli amministratori di adesso direi di usare il buon senso e non cadere nella tentazione di ripicche e commettere gli stessi errori di quelli di prima che al posto dell’ippodromo hanno piantato case in cambio di una vasca da bagno collettiva che "perde acqua" a tutto spiano e nonsolo quella (somari! bipartisan ovviamente) e dovrebbero al contrario adoperarsi a sistemare le cose sull’autopistina perchè oramai c’e’. La punizione all’arroganza di quelli dell’autopistina che non hanno rispettato le regole e quindi la Comunità Gussaghese, mostrando l’arroganza più becera e menefreghista tipica degli Str…..i!!!!! per chiedere scusa della loro arroganza alla comunità Gussaghese, devono pagare quanto meno una multa visto che le casse comunali piangono, ma moltiplicata per cinque dieci volte. E visto che il calcio Gussago sponsorizza dicono o ha sponsorizzato dicono l ‘autopistina, pagherà le multa in due maniere: 1) un po in moneta visto che senza autorizzazione durante i gran premi vende bevande ed ogni genere di primo conforto alimentare ai presenti ci mancherebbe. (a proposito belli i Gran Premi!) 2)visto che il Gussago Calcio è in vena di "sponsorizzare" chi vuole a suo piacimento come è giusto significa che dispone di risorse piuche a sufficienza, quindi il secondo risarcimento alla comunità Gussaghese sarà sotto forma di SPONSOR A GUSSAGO BASKET che al contrario del Gussago Calcio versa in gravi difficoltà economiche ma anche li ci sono i ns. ragazzi per i quali tifiamo con lo stesso entusiasmo come per quelli del calcio ed esultiamo quando li vediamo vincere ed occuparei le rispettive classifiche che portano inalto il nome di Gussago del ns. Paese. Questa è la soluzione che con "ironia" la ns. Gente è pronta ad accettare in cambio delle scuse per l’arroganzo dei vecchi e nuovi "amministratori". HAHAHAHAHAHAH cerchiamo il paracadute di emergenza perchè c’è ne sono sicuro. HAHAHAHAH AIUTIAMOCI A VIVERE!!!!alla facciaccia della crisi

    64. Ci sono andato a vedere la pista,c’è ancora,e mi sono pure divertito.Non conosco i termini legali della questione e quindi non entro nel merito.
      A occhio non mi pare uno scempio. Mi piace sapere che a Gussago c’è un posto dove si divertono ragazzi e (tanti) adulti senza disturbare nessuno (sono lontani dalle abitazioni).Daltronde se non fossero usciti gli articoli sui giornali in paese non si sapeva nulla per cui deduco che non è uno "scempio epocale".Non è possibile finire la guerra (politica) tra bande e trovare una equa soluzione che sanzioni chi ha sbagliato e dia modo agli altri di divertirsi con qualche cosa che non sia il solito calcio? In pease ultimamente le divisioni sono accentuate come non mai; è possibile da una cosa "storta" ,per una volta ,farne uscire qualche cosa di buono?
      grazie

    65. se costruisco un box nel mio giardino ( da qualsiasi lato non ho vicini a cui possa dar fastidio )senza permessi il comune me lo lascia in piedi o me lo fa abbattere ?

    66. Per prima cosa, qualcuno del Comune deve accertare che tu hai costruito senza permesso. Poi, se il box è consentito farlo ma semplicemente non hai chiesto il permesso con la pratica normalmente prevista, te lo fanno semplicemente "sanare" con il pagamento di una sanzione. Se invece non è consentito farlo, ti ingiungono di demolirlo: tu ti appelli, passa un po’di tempo e generalmente esce un condono edilizio e lo Stato te lo fa "sanare" con il pagamento di una sanzione, sbattendosene di quello che può dire, fare e pensare il Comune.

    67. p.s.: sempre che il tuo giardino non ricada in un’area vincolata dalla Sovrintendenza. In quel caso, intraprendere opere senza autorizzazione ha delle conseguenze. Anche penali…

    68. siamo a luglio 2012 e a quanto pare ,dal sito Ospy team , la pista è ancora in uso ed è anche a pagamento . se mi sbaglio, e non è quella dell’inchiesta mi scuso , ma se fosse quella come hanno fatto a superare l’ingiunzione di ripristino dell’area? .E se stanno ancora "combattendo" per vie legali come mai non è sotto sequestro? . grazie per gli eventuali aggiornamenti.

    LEAVE A REPLY