Sgomberato un immobile abbandonato in via Friuli

    0

    La Polizia Locale è intervenuta in un immobile, da tempo abbandonato e divenuto dimora di persone senza fissa dimora e sbandati. Si tratta dello stabile dove aveva sede l’ex fabbrica “Cidneo Meccanica”, azienda chiusa da oltre sei anni, in via Friuli angolo via Parenzo.
    Lo sgombero di questi giorni è successivo ad un primo effettuato lo scorso 8 marzo durante il quale erano stati identificati cittadini stranieri irregolari ed in seguito al quale era stato concordato con la proprietà la bonifica e la chiusura forzata degli accessi. Nonostante questo intervento, a distanza di poco tempo, la situazione è tornata allarmante soprattutto dal punto di vista igienico sanitario in quanto all’interno la presenza di enormi quantità di immondizia ed escrementi hanno favorito il prolificarsi di batteri e ratti. Gli agenti della Polizia Locale sono, così, intervenuti all’interno dei locali, identificando complessivamente 10 stranieri, sei dei quali con regolari documenti mentre altri quattro, di cui 3 tunisini e un palestinese, erano sprovvisti di documenti. Sono stati quindi accompagnati al Comando di via Donegani per le pratiche di identificazione, denunciati a piede libero per  violazione dell’articolo 6 comma 3 del Decreto legislativo 286/98 e messi a disposizione della Questura.
    “Un altro intervento significativo per contrastare il degrado urbano cui seguirà entro la fine dell’anno – ha commentato il Vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Fabio Rolfi – la demolizione dello stabile, in esecuzione di un’ordinanza di demolizione emessa dal Settore Edilizia privata del Comune. La riqualificazione della nostra città è un obiettivo che questa giunta segue e concretizza in maniera convinta e determinata per eliminare quegli immobili fatiscenti che ospitano clandestini e molte volte spacciatori e che rendono pericolose alcune zone della città. L’abbattimento e la riqualificazione sono azioni che contribuiscono al miglioramento della sicurezza per i cittadini bresciani.”

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY