Nuovo regolamento per i bus urbani, sempre più “amichevole”

    0

    I passeggini a bordo ora possono rimanere aperti, e non si paga più il doppio biglietto (che, diciamolo, era una cosa assurda). Animali domestici liberamente ammessi, anche qui senza più pagare il doppio biglietto. Precedenza assoluta a donne incinta e invalidi per quanto riguarda l’occupazione di ogni posto a sedere, non solo di quelli dedicati, con l’autista che ha la facoltà di intervenire se qualche maleducato fa finta di nulla. Riduzione della multa per chi scorda a casa l’abbonamento: passa da un sesto della tariffa a un ventesimo, il che vuol dire circa 6 euro, una specie di buffetto sulla guancia. Gratuità assoluta per tutte le forze dell’ordine, che viaggeranno liberamente come e quanto vorranno.

    Sono queste le più importanti novità introdotte dal nuovo regolamento per il trasporto pubblico locale, presentate ieri dall’assessore alla Mobilità e al Traffico, Fabio Rolfi, e dal presidente di Brescia Trasporti Andrea Gervasi. Norme semplici, nulla di straordinario, aggiustamenti necessari per migliorare il servizio. Porteranno più gente sui bus?
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Che dire… una serie di modifiche guidate dal buon senso non possono che fare piacere.
      Anch’io, che uso saltuariamente l’autobus (quando posso vado a piedi, di solito in auto perchè il servizio a Brescia non è sufficientemente frequente e termina troppo presto la sera), a volte mi ero chiesto a chi giovava disincentivare così tanto l’uso da parte delle persone normali, facendo pagare un cane alto 60 centimetri e non facendo pagare la corsa ai bambini alti 100 centimetri ma al loro passeggino sì …

    LEAVE A REPLY