Pd: “E la festa di Urago? Dopo 42 giorni vogliamo una risposta immediata”

    0

    Che fine ha fatto la festa del Pd di Urago Mella? E’ quanto si chiede, in una nota, il Partito Democratico che chiede all’ammnistrazione comunale "un’immediata risposta", attesa da 42 giorni.

    Ecco il testo completo del comunicato:

    "In questi giorni si sarebbe dovuta svolgere la bella festa del PD dell’Oltremella, che non ha luogo a causa del divieto della giunta Rolfi-Paroli, divieto totalmente pretestuoso, tant’è che ad oggi quasi tutta l’area da sempre utilizzata per la festa, è nelle stesse condizioni degli anni passati. L’unico affrettato intervento risulta la realizzazione di un minuscolo parcheggio sterrato in una delle poche zone della città dove i parcheggi abbondano (a 100mt si trova quello del Polivalente e a 30 mt quello di fianco alle Poste). L’amministrazione non ci ha concesso altre zone alternative nella zona dell’Oltremella dove poter svolgere la festa. Proprio in seguito a questi divieti, in data 6 maggio il PD ha fatto richiesta di poter organizzare la festa nell’area utilizzata dal Luna Park. A tutt’oggi non abbiamo ricevuto nessuna risposta da parte dell’amministrazione comunale, nonostante, di norma, queste pratiche vengano risolte in pochi giorni".

    "E’ del tutto evidente che il sindaco e il suo vice stanno cercando di intralciare in tutti i modi la festa del PD, il loro è il classico atteggiamento stizzito e vendicativo di chi cerca comunque di mettere i bastoni tra le ruote a un’opposizione di merito, che in questi anni abbiamo fatto, a partire dalla battaglia sull’utilizzo irregolare delle carte di credito, battaglia che più di ogni altra ha infastidito la nostra amministrazione. Per questo chiediamo all’amministrazione comunale un’immediata risposta, quella risposta che stiamo aspettando da 42 giorni". 

    GIORGIO DE MARTIN, segretario cittadino PD
    TOMMASO GAGLIA, segretario Circolo Ovest

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Sarà che io sono un estremista, ma risolverei il problema in modo semplice.
      Tutti i comuni di brescia e con giunta di csx, INVENTINO un motivo per non far fare le feste ai corrispettivi della giunta bresciana.

    2. L’uso di aree pubbliche costituisce un costo per la comunità. Credo non sia giusto concederle ai partiti: è una forma di finanziamento pubblico "occulto".
      Ci sono fiorfiore di spazi e strutture da noleggiare: sicuramente esigono una rigorosa fiscalizzazione di entrate e uscite.

    3. Sono d’accordo, visto quanto ci costano i partiti, 5 euro ad elettore per per ogni elezione(politica, parlamento, Europa, regione…) perchè non si arrangiano e si noleggiano l’area non pubblica che voglio e ci fanno la festa che credono? Tutti i partiti nessuno escluso. Basta feste di partito pagate dai contribuenti. Visto quello che ci offrono che se le pagnino loro. Noi già li finanziamo e li sopportiamo.

    4. L’uso di aree pubbliche costituisce un vantaggio per la comunità. Tra l’altro – per chi non lo sapesse – la legge prevede che gli enti pubblici garantiscano aree destinate ad uso pubblico. Fate un po’ voi…

    5. E’ una vergogna che dopo 42 giorni l’amministrazione non abbia risposto quando a tutte le altre richieste x fare delle feste nell’area del Luna Park rispondono in pochi giorni!!!

    6. bravo jonny,e vietamole anche agli alpini,all’avis etc etc………scherzi a parte,io credo che se l’amministrazione ha dei motivi per non concedere l’area lo dovrebbe spiegare,in caso contrario,fissino un congruo canone di locazione e gliela affittino.altrimenti non si va da nessuna parte.

    7. Le feste sn un bel momento di divertimento dove la gente si ritrova con altra gente. Almeno lasciate ke ci divertiamo dove e con ki vogliamo.

    8. E’ logico che ce l’abbiano con il Pd…Rolfi e Paroli non hanno ancora digerito che il Pd li abbia sgamati sulle carte di credito…facevano GNAM GNAM e adesso non possono più 🙂

    9. Da elettore di destra non vedo quale sia il problema nel concedere l’area.
      Mi ricordo che si fecero battaglie conto la festa di radio Onda D’Urto da parte della Lega e adesso che sono al governo hanno trovato un accordo.Non è impedendo feste che si dimostra la propria forza anzi è proprio il contrario

    10. Chissà perchè, lo scorso anno, il comune ha prestato l’area dell’ex ittiogenico (parco dell’acqua) alla compagnia delle opere (comunione e liberazione) per la sua festicciola (happening delle famiglie fa più figo). Hanno fatto scempio del prato, ma i danni li abbiamo pagati noi, non i ciellini. Forse perchè Paroli è un adepto della cricca (ops scusate, della confraternita) ciellina?

    11. Caro "chissà perché", vedo che prosegue nell’opera di disinformazione già tracciata da altri.
      L’anno scorso l’Happening delle Famiglie non si è tenuto all’ittiogenico.
      Complimenti, continui così che si delegittima da solo.

    12. Ha ragione l’uso del parco ittogenico da parte della compagnia delle opere non è stato l’anno scorso ma in quelli precedenti. Non cambia cmq la questione: gli amici di Paroli hanno usato il parco lasciandolo in uno stato pietoso con tanto di autorizzazione del Comune che ora fa di tutto x non permettere al Pd di fare la propria festa.

    13. Caro Luigi, che sia l’anno scorso o due anni fa è importante? Se il suo cane fa la popò nel parco e lei non la pulisce, cosa fa, dice di non volerla pulire perchè l’ha fatta ieri e non oggi? Sia più serio. La Compagnia delle Opere ha pagato o no i danni fatti? NO, non li ha pagati, quindi li ho pagati anche io, e ciò non mi sta bene.

    14. Non posso non sottacere che il vostro livello di attenzione e, per converso, il numero di "stupidaggini" per riga, sono quasi pari a quello di Pinotti:
      1) sono passati ben più di 2 anni da quando nell’area l’associazione dell’Happening (un associazione di famiglie senza scopo di lucro) tenne il suo evento: quindi credo non sia commentabile l’attribuire lo stato del parco ad un evento di due anni fa;
      2) l’associazione in questione NON è la Compagnia delle Opere, ma un’associazione che senza timore può essere definita cattolica vista l’attenzione che la Pastorale della Famiglia della Diocesi le dedica ogni anno.
      Attendo altre rettifiche 🙂
      Studiate! Non è mia abitudine dare il 6 politico.

    15. Ecco perchè la Giunta Rolfi-Paroli crea difficoltà alle feste del Pd. Perchè in quelle feste non si accettano le carte di credito degli assessori.

    16. Arrivato con mia moglie e i bimbi, convinti di trovare la tradizionale festa, nulla…deserto! Grazie sindaco e fido Rolfi, grazie per la movida bresciana

    17. Lei confonde lucciole con lanterne. Mi riferisco allo stato indegno in cui una associazione affiliata a Comunione e Liberazione ha lasciato allora (non adesso) il Parco dell’acqua e allora (non adesso) non ha pagato le spese di ripristino. E’ chiaro o devo spiegarglielo un’altra volta? non si preoccupi,sono paziente e posso riprovare con parole più semplici. Non vedo poi cosa c’entri se siete cattolici o buddisti o se avete la benedizione del papa o di Alì. A Lei il sei politico non potrà mai essere concesso, visto che fa finta di non capire, ma con notevole arroganza e supponenza.

    18. L’associazione in questione non credo sia "affiliata" a Comunione e Liberazione. Quando si arrende a forza di prendere granchi? Cinque meno meno.

    19. Vedo che Lei proprio è cocciuto. Conosco la maggior parte di coloro che hanno partecipato alla festicciola. Tutti ciellini. Ma non è qui il punto. Il punto è che avete sporcato e lasciato sporco e non pagato i danni. Capito???? Perchè voi sì e altri no?
      Le dò sei ma le affianco l’insegnante di sostegno.

    20. Ahahah, incredibile. A quando la prossima rettifica? 🙂
      Ma lei ha letto la convenzione o preferisce sparare "cose" a caso?

    LEAVE A REPLY