Mobilità, l’ex assessore Orto contro Rolfi: ora capirai a che servono i tavoli di concertazione

    31

    (a.t.) La polemica corre via Facebook. E promette di lasciare qualche strascico nel centrodestra. L’ex assessore alla Mobilità Nicola Orto – dimissionato dalla giunta per i difficili rapporti con il sindaco Adriano Paroli e per le pressioni politiche piovute su di lui con il caso Carte di credito – ha infatti deciso di togliersi un piccolo sassolino dalla scarpa dopo mesi di silenzio. Da tempo Bsnews.it insegue l’esponente dell’Udc, che continua a negarsi. Ma oggi Orto ha deciso di intervenire (a piedi pari) sulla questione traffico, pubblicando un post sulla sua pagina Facebook che sembra prendere le mosse dalla polemica sulle biciclette sequestrate in Stazione. "Caro Nicola,vedi?" – scrive l’ex assessore riportando "uno dei tanti messaggi" di un suo amico o lettore – "Hanno fatto un bell’affare a toglierti la Mobilità e il Traffico. Ora tutta l’Italia parla di noi. Male. Un abbraccio. T.". Una scelta "editoriale" non casuale quella di Orto, a cui fa seguito un commento decisamente provocatorio: "Caro Fabio (Rolfi?, ndr), sono certo che adesso capirai l importanza dei tavoli di concertazione". Insomma: salvo che il Fabio citato sia un suo amico (circostanza a cui è difficile credere), per la prima volta l’esponente dell’Udc ha attaccato pubblicamente un suo ex collega di giunta. E potrebbe essere soltanto l’inizio.

    Comments

    comments

    31 COMMENTS

    1. aahaha qui si vuole coprire tutto: da mesi tutti dicono che Orto sia arrabbiatissimo ma non parla mai come dice l’articolista tra le righe… a me sembra una bella polemica.. complimenti a Bsnews.it

    2. Non so se possa chiamarsi scoop, ma è una notizia data in tempo rapidissimo…. E secondo me è una notizia…. Un bravo ai ragazzi di Bsnews.it

    3. Ma come fai a difendere Rolfi sulla Mobilità??? Il provvedimento delle bici lo dicono tutti che è sbagliato…. Certo non rimpiango Orto e non credo di essere l’unico… Ma stavolta Rolfi sta sbagliando…

    4. Certo…che un commento del genere fatto da uno che in due anni ha dato alla Giunta per quanto nelle sue competenze un apporto praticamente pari a zero…non fa altro che renderlo ancora piu’ridicolo …ma un po’ di decenza…perché’ non fa commenti sulla pedonalizzazione che lui non hai mai sostenuto? Per quanto riguarda il provvedimento sulle biciclette non lo trovo sbagliato…scusate ma il comune nel 2008 ha dotato la zona della stazione di un parcheggio sicuro e coperto con una capienza di 400 posti poco utilizzato…vorrei capire perché’ i possessori di bicicletta si sentono invece in diritto di posteggiarla ovunque gli capiti, io non lo trovo corretto e poi vorrei capire se e’ vero che quell’ordinanza gia’ era stata emessa dal sindaco precedente….perche’ se lo fa Corsini va bene e se lo fa Rolfi (a fronte di una dotazione di 400 posti per le bici che prima non c’erano..)bisogna addirittura inventarsi un flash mob…mah invece rispettare zone che sono comuni utilizzando il parcheggio apposito no?

    5. Scusi la domanda Orto, ma non si capisce qualintavoli abbia convocato e con chi ha concertato visto il risultato fallimentare del suo lavoro di questi anni sul traffico e la mobilita’…forse avrebbe fatto meglio a tacere anche oggi….

    6. Orto non ha tutti i torti a essere incazzato con Rolfi e c. visto che lo hanno mollato dopo la vicenda delle carte di credito anche se le carte di credito, ad esclusione di Bianchini, le avevano usate irregolarmente tutti gli assessori, Rolfi compreso. La brutta vicenda delle carte di credito continua a lasciare strascichi e ne lascerà ancora x un lungo periodo.

    7. Guarda quanti sinistri che si spacciano per leghisti!! Siete patetici. Noi siamo tutti dalla parte di FABIO ROLFI, il vero sindaco Di Brescia.
      PADANIA LIBERA!!

    8. Il problema non sono le carte di credito, visto l’archviazione della vicenda dal momento che non hanno rilevato ne dolo ne reato…il problema è che Orto è stato sostituito perchè non ha dimostrato nulla, non ha fatto nulla di quello che doveva fare e soprattutto ha la faccia tosta di parlare di concertazione, quando in tre anni e mezzo non è stato in grado nemmeno di ascoltare quando gli veniva segnalato dalle circoscrizioni…Forse è meglio che continui a fare il parrucchiere va…

    9. Un consigliere di circoscrizione – visto che ricopre un ruolo pubblico – potrebbe avere il buon gusto di firmarsi quando esprime pareri in pubblico. Sulle carte di credito, non c’è stato reato penale; ma la corted ei conti non ha proceduto solo perchè sono stati restituiti 49.000 euro. Non dimentichiamolo.
      P.S.: che mestiere fa il "consigliere" che scrive? Se ci dice come si chiama, magari esprimiamo anche noi valutazioni su cosa possa essere megli che faccia anche lui.

    10. vi è una piccola differenza : i consiglieri di circoscrizione NON percepiscono alcun compenso, Non gravano sul bilancio pubblico diversamente dagli assessori…..quindi il loro lavoro lo devono fare per forza se vogliono mangiare

    11. Io vi dico solo che Orto è un gran signore e penso che la questione non finisce qui,ne salteranno fuori di belle e di brutte poi vediamo il vostro Rolfi e chi fa per lui….

    12. Orto più volte si è presentato in Circoscrizone Sud:
      1)Assemblea Pubblica per il ritorno al doppio senso di Via Cremona
      2)Presentazione del Progetto zona 30 a Lamarmora.
      3)Assemblea Pubblica via Livorno per riqualificazione via Fura
      4)Incontro con i cittadini di Via Berardo Maggi
      Poi bisogna capire il perchè non ha mantenuto o non ha potuto mantenere quello che si era ripromesso.
      Le responsabilità sull operato poi non sono da imputare solamente all’ex assessore ma anche a chi le ha votate ritenendole non valide.

    13. I tavoli di concertazione servono, ma non per mangiare e restare seduti guardare il traffico con un bicchiere di Cynar in mano

    LEAVE A REPLY