Profughi, Molgora: “Brescia dice no a nuovi arrivi”

    0
    Bsnews whatsapp

    “La nostra provincia, a differenza di altri territori, non può sostenere l’arrivo dei profughi che sbarcano dal Nord Africa”. Il Presidente della Provincia di Brescia Daniele Molgora dice no all’ipotesi di arrivi in territorio bresciano, maturata all’interno della cabina di regia per l’emergenza profughi composta da Regione, Prefetti, ANCI e UPL. “Se vogliono – prosegue Molgora – siano Vendola e Pisapia ad accogliere i loro “fratelli” e a mettere finalmente in pratica la tolleranza con cui si riempiono la bocca. Brescia detiene già il record assoluto di provincia con la più alta percentuale di presenza straniera rispetto alla popolazione, con tutte le difficoltà sociali che ne conseguono. Non è ammissibile che un territorio che ha già dato così tanto in termini di immigrazione debba essere sottoposto ad un ulteriore stress, che potrebbe anche mettere a rischio la convivenza sociale”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. molgora dimentica che i profughi, diversamente dagli immigrati che cercano lavoro, fuggono dalla morte e dalla guerra. è un obbligo morale accoglierli. cosa vuol dire " li accolgano pisapia e vendola? " è impazzito?

    2. Molgora e tutti quelli che nei commenti precedenti mostrano di condividere la sua posizione devono sperare che i loro figli non si trovino, un giorno, nella stessa condizione di questi poveracci.

    3. molgora ch’è sempre ammalato, quando deve partecipare a Commemorazioni Nazionali, come risolverebbe queste emegenze se potesse, già , recarvisi con la fascia della "patania"?

    4. che colpa ha il governo ? che colpa ha la lega ? prima che scoppiasse la guerra civile in libia, gli sbarchi erano cessati del tutto !!! aggiornati ! e che colpa ha il governo se quel carrozone di scaldasedie della comunità europea se ne sbatte perchè preferisce tutelare la germania e l’europa? nessuno dei signori benpensanti che si scandalizzano sui commenti che appoggiano molgora, cita la spagna di zapatero, la grecia dove le navi militari sparano a vista, a malta che li lascia affondare o ce li porta in italia, che c’entra il governo e la lega ??? certo per voi di sinistra questi che arrivano sono gli ultimi che potete strumentalizzare, affiancandogli i sindacati, affiancandogli le vostre sigle per convincerli di una solidarietà che a questi profughi non gliene frega di meno, nè diventeranno mai i vostri immaginari elettori futuri. su bs news in queste pagine, la polizia locale ferma già alcuni rifugiati politici entrati per i motivi umanitari, entrati e fuggiti e subito dediti allo spaccio, troppo cnmodo, l’italia che vorreste voi e che vorrebbero loro è l’italia dei diritti per tutti ma doveri un bel nient … struzzo, saresti felice di insegnare questo ai tuoi figli visto che ti ergi con un paragone da salottino buono radical chic ???? glielo dici tu ai tuoi figli che babbo natale non c’è più perchè per i nostri ospiti spaventa i loro bambini ??? glielo dici tu a tuo figlio perchè una volta c’era il crocifisso a scuola e adesso viene tolto perchè a questi signori darebbe fastidio ??? belle paroline le tue, da vero struzzo con la testa seppellita nella sabbia !!!!!!

    5. cessare l’intervento in libia, pattugliare la acque internazionali e riaccompagnarli entro i loro confini. lo fanno la spagna, la gracia e malta perchè non possiamo farlo noi ? a quelli che tirano in ballo i propri figli a sproposito, consiglio una vacanza sui confini dei nostri paesi vicini …….!

    6. ma di quale convivenza sociale si parla, quando già la convivenza non è disciplinata da regole di buona convivenza perchè diritti subito e doveri se mai ?
      dove è la convivenza sociale ? spiegatemela bene !
      la convivenza sociale è a rischio per tutti, basta aprire una pagina di qualunque giornale per leggere che tipo di idea hanno questi quà della convivenza, fare i loro comodi, delinquere da subito perchè molto più facile che trovarsi un lavoro in italia, diritti subito perchè l’italia è fondata sul diritto e la pretesa, non sul rispetto e sui doveri !! e poi se non bastasse si ergono i soloni dei salotti buoni della sinistra a scandalizzarsi perchè le carceri esplodono, sono disumane, per forza l’ 80% della popolazione carceraria e formata da questo tipo di ospite e della sua idea di che tipo di convivenza è facile fare in italia, quindi accogliamo tutti e non lamentatevi se la gente comune non nè può più e è al limite della sopportazione. il facile buonismo non paga, regole severe e rigorose per una convivenza che per ora di buono non ha che parole e parole vane e scontate di perbenismo cieco su di un problema che non molto lontano diventerà sempre più grave e pericoloso per tutti, per loro e per noi .

    7. l’accoglienza di chi fugge dalla MORTE è un dovere morale. i rifugiati non possono essere rimandati da dove vengono. non sono clandestini. sono le persone più sfortunate di questo mondo.

    8. gli sbarchi dalla libia si erano interrotti perchè gheddafi rinchiudeva e massacrava i rifugiati in lagher costruiti con i nostri soldi. una vergogna storica. la lega sostiene gheddafi?

    9. si ma se la morte la portano in casa mia spacciando, rubando, violentando, pretendendo quello che non c’è , se mi permetti ho il diritto di salvaguardare la mia di vita e quella dei miei figli per prima cosa, costi quel che costi…….

    10. a te chi te l’ha detto dei lagher costruiti con i nostri soldi ?? balle, a me risulta che fior di milioni erano stati investiti in autostrade etc etc amico, aggiornati e leggi anche gli altri quotidiani per avere una idea completa delle cose , invece di sparare minchionerie

    11. hahahaha questa è bella, cotruire i lager in libia… rido per non piangere sulla stoltezza assoluta di una verità che sta come la luna nel pozzo !!!
      ma dove le apprendi queste notizie, dalla cia direttamente e dai servizi segreti ? o al bar dello sport di poncarale ? o nella sede dell’anpi di viggiù ? diccelo che vogliamo leggerle anche noi questo premio pulitzer !

    12. non c’è proprio nulla da ridere. proprio oggi 22 giugno 2011 L’Italia dei respingimenti da due anni è finita al banco degli imputati presso la Corte europea dei diritti umani. L’udienza finale del processo è fissata per mercoledì prossimo 22 giugno 2011 davanti alla Grande Camera della Corte. A trascinarla in tribunale sono state le vittime delle sue stesse politiche di militarizzazione delle frontiere. Tredici cittadini somali e 11 eritrei, respinti in Libia il 6 maggio del 2009 dopo essere stati soccorsi in mare a sud di Lampedusa. Alla corte hanno detto di essere stati arrestati e torturati nei campi di detenzione libici. Gli stessi campi finanziati in parte dal governo italiano e dalla stessa Unione europea, che attraverso l’intermediazione di Frontex stava gettando le basi per una futura collaborazione con il regime libico prima che scoppiasse l’attuale guerra. Adesso chiedono giustizia. In nome loro e in nome degli almeno 1.409 cittadini stranieri deportati a Tripoli dalle navi della Marina militare italiana nel 2009 e nel 2010.

    13. Racconta Fatawhit, una donna eritrea: «Avevamo già lasciato le coste libiche da tre giorni, quando siamo arrivati all’altezza delle piattaforme petrolifere. D’un tratto in mezzo al mare sorgono delle piattaforme immense da cui escono lingue di fuoco. Proprio da là è uscita una nave che ci ha accostato. Non so di quale paese fosse, credo che l’equipaggio fosse per metà libico e per metà italiano. E stata quella barca che ci ha scortato fino alle coste libiche e ci ha lasciato nelle mani della polizia. Siamo stati prima portati per due mesi alla prigione di Djuazat, un mese a Misratah e otto mesi a Kufra. Il trasferimento da una prigione all’altra si effettuava con un pulmino dove erano ammassate 90 persone. Il viaggio è durato tre giorni e tre notti, non c’erano finestre e non avevamo niente da bere. Ho visto bere l’urina… A Misratah ho visto delle persone morire. A Kufra le condizioni di vita erano molto dure, in tutto c’erano 250 persone, 60 per stanza. I guardiani erano violenti e picchiavano i prigionieri. Le donne subivano violenze di ogni tipo. Dormivamo al suolo, senza neanche un materasso, c’era un solo bagno per tutti e 60, ma si trovava all’interno della stanza dove regnava un odore perenne di scarico. Era quasi impossibile lavarsi, per questo molte persone prendevano le malattie…

    14. Come mai nessuna sanzione sulla "sinistra" Spagna di Zapatero che 8oltre ad aver portato la Spagna al disastro,( altra dimostrazione del fallimento della politica di sinistra) presidia le sue coste con l’ordine di sparare ai clandestini? Mistero…

    15. magnifica mentalità quella per cui un’ingiustizia, un illecito, un reato, una vergogna, diventano meno ingiusti, illeciti, o vergognosi dicendo "lo fanno anche gli altri"…

    16. Forse perchè si hanno percezioni e sensibilità diverse….magari Zapatero ritiene un’ingiustizia, un abuso…il fatto che , persone , senza averne il diritto entrino nel suo Paese, creando "disagi" alla popolazione.
      Resta un fatto . perchè nessuna sanzione alla Spagna zapateriana?

    17. Forse perchè c’è chi ritiene che un’ingiustizia, un reato sia violare i confini del proprio Paese….non penso sia un’opinione così strana …..

    18. i profughi non violano i confini. scappano dalla morte ed hanno un diritto internazionale riconosciuto ad essere accolti. non commettono un reato.

    19. mamma mia che fortunati quei bambini dei padri leghisti che vivono nel terrore dello straniero! ma state sereni. educate i figli alla pace, alla tolleranza, a camminare con le loro gambe, a ragionare con la loro testa e avranno gli occhi molto più aperti dei vostri piccoli cuccioli terrorizzati. ah, ricordate che i bambini rischiano di più se hanno a che fare con un pedo-educatore caucasico con problemi sessuali piuttosto che un vicino di banco marocchino un po’ biricchino. ma questo è un altro discorso.

    20. Se questa gente mostrasse rispetto per la nostra cultura e per le nostre regole, sarebbe la benvenuta. Arrivare pretendendo di ricreare la loro patria nella nostra è come snaturare le nostre origini. Le regole da rispettare sono la base per una buona convivenza in ogni paese!

    21. Se questa gente mostrasse rispetto per la nostra cultura e per le nostre regole, sarebbe la benvenuta. Arrivare pretendendo di ricreare la loro patria nella nostra è come snaturare le nostre origini. Le regole da rispettare sono la base per una buona convivenza in ogni paese!

    22. Se questa gente mostrasse rispetto per la nostra cultura e per le nostre regole, sarebbe la benvenuta. Arrivare pretendendo di ricreare la loro patria nella nostra è come snaturare le nostre origini. Le regole da rispettare sono la base per una buona convivenza in ogni paese!

    23. di quale rispetto e di quale cultura sta parlando? quelle che lei chiama "queste persone" hanno già subito di tutto: persecuzioni, uccisioni di parenti, violenze di ogni tipo. LORO hanno innanzitutto diritto al rispetto della dignità umana, senza la quale non c’è ne cultura ne civiltà.

    24. a matto delle ore, se invece di cianciare sui bambini leghisti in modo fazioso e insano, ti rivolgessi alla pluralità dei bambini avresti almeno iniziato meglio il tuo bel discorsetto pieno di minchionerie assolute…che c’entrano i problemi sessuali, che c’entra l’educatore caucasico….che pena la tua dietrologia, sintomatica della tua ignoranza, ( dubito tu li abbia perchè non parleresti in questo modo ) strumentalizzare i bambini è davvero poca cosa amico, povera cosa per te , importante per me che ho 4 figli, sani, non drogati, intelligenti per capire da soli dove sta il diritto e dove sta il dovere, senza le tue stupide sentenza da beota

    25. scusa ma fatawhit ha letto arcipelago gulag ? tu lo hai letto ? che ci porti a fare la testimonianza ( è verificata o è il solito scoop ‘ ) di una povera disgraziata, non è colpa nostra se da clandestina lascia la sua terra per l’ avventura, consapevole dei suoi rischi. e allora ? secondo te facciamoci carico di tutti i rifugiati o pseudo tali che richiedono asilo, che vengano in italia che c’è posto, poco lavoro, tante carceri affollate dopo. fateli venire tutti quì in questa immensa tendopoli come vorreste fosse l’italia, il popolo è sovrano e se domani alza la testa e dice basta, non scandalizzatevi però sarebbe il risultato del vostro falso buonismo di facciata, del vostro accogliere da ciechi senza ma e senza se, così come insegnate a questa povera gente che un diritto di asilo non deve diventare un dovere nè una pretesa, perchè allo stesso modo esistono anche i doveri prima di tutto…. questo insegnatelo ai vostri figli !

    26. leonedibrescia, se pensa veramente sia sufficiente insultare una persona che nemmeno conosce per far valere le sue ragioni, la prego, ignori i miei commenti. le assicuro che sarò ben lieto di usarle la stessa cortesia. buona giornata.

    27. convenzione di ginevra non vale solamente per l’italia che vorresti tu, varrebbe per tutti i paesi che vi hanno aderito ! non usare frasi lette e non ragionate, se la convenzione si chiamasse convenzione italia me ne starei zitto, chiedi piuttosto al tuo fan zapatero cosa è la convenzione di ginevra !!!
      l’italia non è e non deve essere LA CONVENZIONE DI GINEVRA PER ECCELLENZA o perchè fa comodo a certa classe politica allo sfascio, come altri paesi negano l’accoglienza e sono di sinistra guarda un po’, allora perchè vi scandalizzate tanto voi che sembrate i depositari della verità e dei guru del giornalino ????
      mi fate venir da ridere, potete citare ogni cosa che volete, ma la sostanza per il 70% degli italiani è una sola : rigore e severità non vuol dire razzismo, vuol dire ordine sociale e regole da rispettare, poi vengono anche i diritti !!!! voi siete alla rovescia, mi dispiace ma siete distanti da una realtà che vi circonda e della quale siete completamente indifferenti oltre che spettatori inermi.

    28. io non ho offeso nessuno matto delle ore, ma siccome sono padre " caucasico " come dice lei nelle sue sacrosante fesserie, se mi permette argomentare un momento le ripeto non dica minchionerie sui bambini !!! il suo è un discorso che non lascia dubbio sulla proverbiale sua volontà di offendere chi è padre come me e non è certo lei che mi deve insegnare qualcosa….se pensa di fare l’offeso per la mia candida risposta è libero di farlo, ma doveva pensarci prima di scrivere le sue fesserie !

    29. quoto leonedibrescia. esprimere un giudizio demenziale sui bambini leghisti e sui genitori è sintomo di poca intelligenza oltre che di rara capacità di convivere !
      e parli di accoglienza ? e ti scaldi per i profughi quando cone le tue sceme frasi dimostri un cervello che non merita risposta ! fai bene ad essere offeso, ma dovcresti anche rileggere le str….te che dici e poi se hai un minimo di pudore, vergognarti…..
      sono padre, non sono leghista e allora ?

    30. io non ho offeso nessuno matto delle ore, ma siccome sono padre " caucasico " come dice lei nelle sue sacrosante fesserie, se mi permette argomentare un momento le ripeto non dica minchionerie sui bambini !!! il suo è un discorso che non lascia dubbio sulla proverbiale sua volontà di offendere chi è padre come me e non è certo lei che mi deve insegnare qualcosa….se pensa di fare l’offeso per la mia candida risposta è libero di farlo, ma doveva pensarci prima di scrivere le sue fesserie !

    31. Oggi ho detto a mio figlio: "Preparati, Alessandro, perchè per colpa dei mussulmani cattivi, quest’anno Babbo Natale non arriverà e anche Santa Lucia ha detto che ci deve pensare e ci farà sapere…". Il piccolino coi suoi occhioni furbetti mi guarda e: "Ueh, Vecio… sarai mica diventato leghista, neh!? Ti facevo più furbo…".

    32. Non ci scherzerei tanto sopra, dal momento che non serve essere leghisti, per accorgersi che già in molte scuole NON si festeggia il Santo Natale e non si fa il Presepe, per Non turbare la sensibilità degli "Ospiti" mussulmani

    33. a born ata… che bravo il tuo piccolo bambino, alla sua età veneranda ha già appreso da paparino che solamente i leghisti hanno la colpa di tutto !
      forse faresti meglio a farlo giocare piuttosto che proporgli bollettini da CNl ……

    34. in effetti una scuola dove non si festeggia il natale ma il dio arawn c’è. è quella di adro del suo compare statista lancini. si sta ancora ridendo in tutta la padania di quella vicenda.

    35. eh già ma tanto i leghisti non hanno mai colpa di niente. non sarà perchè in caso di necessità possono invocare la seminfermità mentale? tranne qualche eccezione affidare la cosa pubblica ad un leghista equivale a far guidare un trasporto eccezionale ad un orsetto lavatore.

    RISPONDI