Casa, lo scorso anno nel Bresciano più di 2mila sfratti. Cisl: “Situazione drammatica”

    0

    I dati forniti dal Ministero dell’Interno in relazione agli sfratti convalidati nel 2010 confermano la gravità della situazione bresciana sul versante dell’emergenza abitativa. Dopo l’impennata dello scorso anno il numero degli sfratti tende a stabilizzarsi nel Comune capoluogo mentre il dato relativo agli altri Comuni della Provincia indica un ulteriore incremento del 16%.

    Il dato complessivo riferito alla Provincia è di 2004 sfratti di cui quasi il 97% per mancato pagamento degli affitti; l’incremento rispetto all’anno precedente è del 12% se riferito agli sfratti per morosità e di quasi il 10% rispetto agli sfratti complessivamente considerati.Estremamente significativo l’incremento su base regionale che è del 48% con un aumento record nella Provincia di Milano dove gli sfratti sono più che raddoppiati; tuttavia, tenuto conto della popolazione di entrambe le Province, si tratta soltanto di una riallineamento dei dati di Milano a quelli registrati a Brescia con un anno d’anticipo.  

    “E’ evidente – spiega una nota del Sicet-Cisl provinciale – che la situazione bresciana costituisce una sorta di avamposto dell’emergenza sfratti e infatti non a caso proprio il Comune di Brescia, anche grazie alle continue sollecitazioni dei sindacati inquilini, ha già istituito un apposito Fondo che dovrebbe diventare concretamente operativo a breve termine. I dati sugli sfratti 2010 invitano a proseguire rapidamente su questa strada e nel contempo sollecitano gli altri Comuni della Provincia coinvolti nell’emergenza casa a seguire in qualche modo l’esempio del Comune capoluogo.”

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY