I lettori delle bibilioteche premiano i libri più belli

    0
    Bsnews whatsapp

    L’Associazione L’Impronta e il Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, con il patrocinio della Rete Bibliotecaria Bresciana e con il sostegno di COGEME, promuovono il concorso MARCHIO MICROEDITORIA DI QUALITÀ 2011.

    L’iniziativa nasce per la volontà di riconoscere e valorizzare il merito delle opere edite da piccoli e medi editori – ovvero editori che pubblicano meno di 100 titoli annui – ed è unica nel suo genere a livello nazionale.

    “Non ci sono altre esperienze di questo tipo in Italia e siamo certi che sia un’esperienza destinata a crescere” – dice Daniela Mena, Responsabile Organizzativa della Rassegna della Microeditoria Italiana, che aggiunge: “la testimonianza del potenziale di crescita ci è data dai riscontri ottenuti sino ad ora, tra cui, in primis, l’appoggio completo di Ebe Radici, Presidente del Sistema Bibliotecario Bresciano a cui si aggiungono i pareri positivi di numerosi bibliotecari”.

    La sinergia con le biblioteche stimola inoltre i lettori e, parallelamente, alimenta uno scambio fecondo tra produttori e fruitori di libri, che possono trovare un punto d’incontro reale durante la Rassegna della Microeditoria.

    PERCHÉ UN “MARCHIO DI QUALITÀ”?
    In Italia le case editrici che mandano in stam¬pa meno di 100 titoli all’anno rappresentano la fetta più ampia del panorama editoriale italiano, in termini di numero di editori. Tuttavia, spesso, tale offerta non riesce ad essere conosciuta e valorizzata come dovrebbe.

    "L’obiettivo è quindi quello di creare una bussola nel mondo della vastissima produzione libraria della microeditoria per chiunque voglia cominciare ad "assaggiare" senza il rischio di prendere un libro di poco rilievo" affermano i promotori dell’iniziativa, che aggiungono: "L’ambizione è quella di farsi garanti rispetto ai lettori, offrendo uno strumento che faccia da filtro per individuare i migliori prodotti editoriali proposti  nel vastissimo panorama della produzione libraria dei piccoli editori".

    Proposto per la prima volta nel 2010, in occasione della Rassegna della Microeditoria (www.rassegnamicroeditoria.it), il “bollino di qualità” ha riscontrato immediatamente il forte consenso degli editori, ma soprattutto dei curiosi lettori che hanno affollato le sale di Villa Mazzotti durante la tre giorni.

    REGOLAMENTO
    Il concorso è aperto a tutte le opere edite non prima del 2007 e non prevede alcuna tassa per l’iscrizione.
    Per tutta la durata del concorso e, fino al 30 settembre, i libri sono a disposizione dei lettori delle biblioteche in un apposito espositore, che contiene anche le schede di valutazione, nelle quali verrà chiesto di indicare: la qualità letteraria delle opere, l’efficacia della trama o delle soluzioni poetiche, ma anche di giudicare il libro come oggetto materiale, tenendo conto della qualità dell’impostazione grafica e di quanto sia più o meno facile leggere il testo impresso. In sintesi delle modalità di fruizione dell’oggetto-libro.

    L’elenco completo dei titoli in gara è disponibile su Anobii all’indirizzo http://www.anobii.com/microeditoria/books.

    Le opere più meritevoli verranno proclamate in occasione della IX Rassegna della Microeditoria, che si terrà a Chiari (Bs), dall’11 al 13 novembre.

    Tra i titoli in gara verrà segnalato il titolo migliore di ogni sezione e verranno premiati tutti i titoli della sezione ritenuti meritevoli. A questi verrà assegnato il MARCHIO MICROEDITORIA DI QUALITÀ e sarà data l’opportunità di applicare una fascetta che ne riconosce il valore.

    Le opere vincitrici otterranno anche la segnalazione con un logo apposito e saranno oggetto di presentazioni con l’autore presso le biblioteche del Sistema.

    I NUMERI DELL’EDIZIONE 2011:
    – 42 le case editrici che hanno aderito all’iniziativa
    – 96 i titoli in concorso
    – 5 le sezioni in gara: NARRATIVA, SAGGISTICA, LETTTERATURA PER BAMBINI, LETTERATURA PER RAGAZZI E POESIA, con una novità assoluta rispetto allo scorso anno rappresentata dal PREMIO “OPERA INSOLITA” rivolto alle pubblicazioni con “materiale alternativo” come ad esempio gli audio books.

    LE 19 BIBLIOTECHE CHE PARTECIPANO ALL’INIZIATIVA:
    Berlingo
    Castelcovati
    Castrezzato
    Chiari
    Coccaglio
    Ospitaletto
    Passirano
    Rovato
    Torbole Casaglia
    Travagliato
    Trenzano
    Capriolo
    Casazza (Brescia)
    Flero
    Provaglio d’Iseo
    Rezzato
    Rivolta d’Adda – CR
    Sarezzo
    Vobarno

    I libri del concorso sono equamente distribuiti in alcune biblioteche del Sistema Sud Ovest Bresciano e in altre biblioteche significative della provincia di Brescia. Aderiscono all’iniziativa anche una biblioteca cittadina, quella di Casazza e una in provincia di Cremona, quella di Rivolta d’Adda.
    Ogni biblioteca mette a disposizione circa una ventina di titoli della bibliografia. Se il titolo che incuriosisce il lettore non è disponibile in biblioteca, basta attivare l’efficiente servizio di prestito interbibliotecario per avere il volume nel giro di pochi giorni.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI