Immigrati, Renzo Bossi presenta una mozione in Regione per bloccare gli arrivi nel Bresciano

    0

    (a.t.) "Si chiede all’assessore alla Protezione civile e alla Sicurezza di predisporre un piano di ricollocazione dei profughi, in accordo con il tavolo tecnico provinciale, in modo che la presenza sia commisurata alle comunità ospitanti non superando comunque lo 0,5 per cento della popolazione nei Comuni con meno di 5mila abitanti". Si conclude così la mozione depositata ieri dai consiglieri regionali "bresciani" della Lega Nord: Renzo Bossi, primo firmatario, Pierluigi Toscani e Alessandro Marelli. Nel testo del documento, peraltro, si snocciolano i dati della presenza di profughi nel Bresciano sottolineando che "la cabina di regia per la ripartizione dei migranti sul territorio nazionale ha fortemente penalizzato la provincia di Brescia, non tenendo conto che la percentuale di stranieri sul territorio nè di oltre il 16 per cento, cui si deve aggiungere un’ulteriore quota di clandestini". Ma anche che "l’assegnazione di detti migranti è avvenuta per circa l’85 per cento in Valcamonica, concentrando quindi un numero di presenze in un’unica area geografica, con conseguenti problematiche di ordine, pubblica sicurezza e sanità, creando forte preoccupazione nell comunità locali". Ancora si legge che "la situazione è critica poché ai 245 migranti già accolti dalla provincia di Brescia se ne aggiungono 195 in attesa nei prossimi giorni e si ipotizza una seconda ondata di arrivi per un numero complessivo di circa 1.100 migranti".

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Il governo del quale il papà è ministro manda i profughi in tutta Italia ed anche a Brescia, il figlio si preoccupa di non farli arrivare nel bresciano. I due si mettano d’accordo, o meglio si mettano d’accordo con il governo di cui fanno parte…o forse i ministri e i parlamentari leghisti non vogliono aprire crisi di governo perchè non vogliono scollarsi dalle sedie romane???

    2. basta guardarlo e….ogni commento è superfluo.
      ma non è la commissione regionale appena istituita
      a doversene preoccupare? che c’ entrano la protezione civile e la sicurezza?
      se penso che costui è un "CONSIGLIERE REGIONALE"….

    3. "bravo Renzo. mandiamoli da Vendola, visto che sono suoi fratelli"

      Eh: mandateli! Siete VOI al governo di Stato, Regione e Provincia. E VOI li mandate in Valcamonica!
      Ve ne siete accori o serve un disegnino?

    4. Saranno contenti i leghisti bresciani che con il motto no al nepotismo hanno fatto eleggere il figlio del Senatur,prossimo passo sarà premier della Virtual Padania,pur di farsi vedere fanno maggioranza e opposizione

    5. Stiamo ancora a sentire questi qua della Lega. Hanno le fette di salame sugli occhi e non se ne accorgono neanche quando gliele mangiano a Pasquetta. Abbiamo in questa regione la più alta percentuale di evasione fiscale, ci fanno respirare i rifiuti nocivi con gli inceneritori, siamo al top per l’inquinamento atmosferico, abbiamo un livello di alcolismo e consumo di droghe tra i più alti d’Italia ed uno stato di criminalità da fare invidia a Napoli, ma soprattutto, abbiamo il figlio di Bossi. Se lo vengono a sapere se ne vanno da soli!

    6. Bravo Renzo, è necessario far capire a La Russa (assessore regionale alla protezione civile e mandante dei profughi) che non si possono mandare centinaia di immigrati in paesini di poche migliaia di abitanti!

    7. Però erano tutto a Pondida 15 gg fà a gridare fuori dalle balle !!!!BRAVI E coerenti con le proprie idee….manegada de embreagu’

    8. E il VOSTRO Maroni? Vi siete dimenticati che è MINISTRO DEGLI INTERNI e che comanda lui? Chiedete a lui perchè non li manda da Pisapia ma li manda in Valcamonica!!!

    9. Maroni ha dato alle Regioni (assessorato alla protezione civile) il compito si distribuire i profughi, La Russa ha deciso di ammassarli in Val Camonica. Grazie Renzo e speriamo che La Russa ti ascolti

    10. Bello il federalismo! Decidono le regioni, altro che "i centralisti romani"!!! Grazie, federalismo! I rifugiati sono tuuti in Valcamonica, non da Pisapia!!!

    11. Romario mi viene il sospetto che dando i numeri a casaccio lei si comporti come i depistatori. Infatti,Secondo i dati riportati anche su internet, la Lombardia nel 2010 è al primo posto fra le regioni italiane per evasione fiscale con un più 10%, seguita dal veneto con il 9% e al terzo posto la Campania con l’8%. Se andiamo avanti così nel 2011 avremo la Campania leghistizzata!

    12. Notare la contraddizione dei compagni della sinistra che pur amando alla follia gli immigrati(preferendoli di gran lunga ai conterranei),accusano la lega di farli arrivare…

    13. Vorrei ricordare agli amici comunisti che renzo bossi si è candidato e ha preso una valanga di voti:si chiama democrazia….vi fa così schifo la democrazia?

    14. Il problema non è quello di volere gli extracomunitari, quanto semmai di restare umani in un mondo che usa questi disperati della terra per nascondere i problemi di casa loro. Tipo quelli che abbiamo in Lombardia che non sono pochi, anzi, nonostante la lega si sono accentuati per l’evasione fiscale, la disoccupazione e la precarietà giovanile, l.’inquinamento ambientale e perchè no, anche grazie alla criminalità che è sempre più, secondo l’ISTAT dipendente dal grande giro di affari presenti in questa regione. Però fa più comodo "parlà de negher" che de "evasur lasarù" e de lader dai guanti bianchi.

    15. Oh trotino, ma ‘un dovevate fermarli sulla battigia (non bagnasciuga che l’è tutt’altra ‘osa), tutti ‘stì
      neo terroni?

    16. Notabene, hai notato che la lega è al governo di Stato, Regione e Provincia? E che, non amando certo gli immigrati, li fa venire in Valcamonica! Hai notato, o serve uno schema alla lavagna?

    17. Andrea, uno come Renzo Bossi se non si fosse chiamato Bossi difficilmente avrebbe preso voti. Si chiama "nepotismo": o almeno si chiamava così quando la lega parlava del figlio di Mastella. Ma adesso, le poltrone piacciono a tutti… E il somaro lombardo se le beve tutte!

    LEAVE A REPLY