Piccolo “boom” per la partenza dei saldi. In centro tutti a caccia di sconti

    0
    Bsnews whatsapp

     

    Partono con il piede giusto i saldi a Brescia. Ieri, fin dalle prime ore del mattino, i negozi della città hanno visto un bel via via degli appassionati dello shopping. Tutti in cerca di un’occasione o alla caccia di quel capo d’abbigliamento reso più appetibile dagli sconti.  Le previsioni dell’Adoc – che aveva parlato di flop – paiono insomma scongiurate. Le associazioni di categoria (Confesercenti ed Ascom) parlano di “buon inizio” e “buon afflusso di persone”. Rispetto agli scorsi anni, la differenza sta nel fatto che la gente ha deciso (o ha potuto) comprare già il primo giorno di saldi, senza utilizzare la data d’apertura solo per “dare un’occhiata” e rimandare di qualche giorno gli acquisti. Sia chiaro, non vi è stato nessun “assalto” alle casse dei negozi (se non in pochi casi), ma un buon numero di acquisti nell’ottica del “niente sprechi”.

    Dopo il piccolo boom di ieri, i commercianti contano ora di proseguire con numeri significativi per almeno due settimane anche se c’è chi spera di poter puntare sui saldi per far salire il proprio fatturato fino ad agosto, aumentando man mano gli sconti (in Lombardia, lo ricordiamo, sarà possibile acquistare a prezzi scontati fino al 30 agosto).

    Secondo una stima di Confcommercio ogni famiglia italiana spenderà, in media, 274 euro per comprare abiti e calzature per un valore complessivo di circa 4,1 miliardi di euro (circa il 12% del fatturato totale annuo del settore). Secondo la previsione dell’ufficio studi di Confcommercio, in particolare, il valore dei saldi incide sulle vendite totali dell’anno per l’11,9%. Se le famiglie italiane sono 25,1 milioni, quelle che acquisteranno a saldo saranno 15,1 mln. L’acquisto medio di prodotti a saldo per persona sarà di 114 euro. 

    Quel che è certo è che chi deciderà di fare acquisti dovrà stare attento alle fregature. I consigli sono i soliti: ricordate che anche nel periodo dei saldi si può sostituire la merce entro due mesi; diffidate poi degli sconti superiori al 50% e frequentate i negozi abituali, non andando a cercare avventure in negozi che non conoscete. Ricordate infine che i saldi riguardano i capi della stagione in corso e non delle stagioni passate.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Mi dispiace per i "gonzi" che credono ancora ai saldi: Ma quanti secoli ci vorranno ancora per capire che si tratta di fregature….
      Basterebbe non acquistare più in questo periodo e i saldi-fregatura sparirebbero come per incanto e questa volta fino al 95%!!!! Correte, correte, mettetevi in coda…… ah, ah ah,!!!!

    RISPONDI