Inseguimento e arresto in strada, a San Polo, dopo la rapina a San Zeno. 4 in manette

    0
    Bsnews whatsapp

    Tutto molto veloce, la rapina prima, l’inseguimento e l’arresto poi. Il lavoro preparatorio, però, è stato studiato nei minimi particolari nei mesi scorsi, e la collaborazione tra le questure di Brescia e di Como ha dato i frutti sperati. Sono 4 le persone arrestate, 3 durante l’arresto in strada e un’altra in seguito.

    Ecco come sono andate le cose secondo il resoconto fornito da Bresciaoggi in edicola stamane. Intorno a mezzogiorno due rapinatori col volto parzialmente coperto, e con i fucili in mano, sono entrati nella sede dell’azienda Menoni Metalli di via Industriale a San Zeno. Alle impiegate degli uffici, tra cui la figlia del titolare Adriano Menoni, hanno chiesto dove fossero i soldi, li hanno presi e se ne sono andati a bordo di una punta guidata dal terzo complice. Il tutto è durato solo 30-40 secondi, un colpo pulito, liscio, che però ha fruttato solo mille euro. A bordo del mezzi i tre rapinatori si stavano dirigendo verso il nascondiglio, quando la polizia li ha intercettati, mettendo in moto l’inseguimento lungo le strade di San Polo. La fuga si è interrotta lungo un rettilineo non distante dalle torri, i tre uomini sono stati fatti scendere dall’auto dai poliziotti con le pistole puntate. Sdraiati a terra, ai tre sono state messe le manette e sono stati portati via dalla volante.

    Oggi si avranno tutti i particolari dell’indagine congiunta Brescia-Como in corso da tempo. Pare che due dei quattro fermati, uno non avrebbe partecipato alla rapina ma sarebbe stato arrestato in un secondo momento, siano bresciani.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI