Brescia, in partenza i pezzi pregiati. L’obiettivo è incassare 13 milioni di euro

    0

    Sfoltire la rosa. E’ questo l’imperativo a cui sta lavorando il nuovo ds del Brescia Calcio Andrea Iaconi, in modo che alla partenza della stagione i giocatori a disposizione di mister Scienza siano al massimo 22-23 e non 40 come oggi. Bisogna insomma vendere, ad iniziare dai pezzi più pregiati perché questo esigono le casse della società. Secondo i bene informati Gino Corioni punta ad incassare circa 13 milioni di euro così da risanare il bilancio.

    Tra i nomi in partenza ci sono quelli del portiere Michele Arcari e dei difensori Mareco e Martinez. Valigie in mano anche per il greco Panagiotis Kone, uno dei pezzi pregiati delle rondinelle: per lui si sono fatte avanti Lazio e Palermo. Non faranno parte della rosa biancoblù della prossima stagione nemmno Caracciolo e Diamanti, mentre più incerto il destino di Budel e Zanetti.

    Il Brescia – come annunciato più volte dal presidente Corioni – ripartirà insomma dai giovani, sperando di ripetere imprese di altre società che hanno puntato sulla linea verde. 

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. C’E’ UN MODO PER RENDERE DIFFICILE IL RAPPORTO SCIENZA-JACONI-GIOCATORI: MAIFREDI! A CHE SERVE? LO SCOPRIREMO PRESTO!!!!!

    2. Mi chiedo in che modo si possano racimolare 13 mln???
      Son 2 mesi che si cerca di vendere i "pezzi pregiati" e non li vuole nessuno, forse perchè così pregiati non sono (e direi!!!) e forse perchè tutti sanno che la società deve vendere e nessuno offre ciò che chiede il bs (ovviamente).
      Non mi pare un gran mossa quelli di continuare a dire che abbiamo bisogno di vedere vendere vendere…

    3. C’è un giocatore in particolare che avrebbe tutto il diritto di essere arrabbiato con la società (magari non è il solo…) e che potrebbe essere molto utile, si chiama ARCARI. E’ stato trattato vergognosamente, meritava ben altro!! Oltretutto non è tra quelli che costano tanto. Inoltre siamo sicuri che il giovane portiere sul quale punta la società sarà all’altezza? Quali garanzie ha dato sino ad ora? PENSACI GIACOMINO, PENSACI!

    4. sara’ interessante leggere a quanto ammontera’ il debito del brescia calcio nei confronti delle banche al termine di questa campagna di vendite e dopo l’incasso dei 13 milioni. Dalle cifre che hanno riportato i quotidiani locali, nonostante gli incassi dei diritti tv sky di serie A e nonostante la campagna acquisti al risparmio dello scorso anno (vedi le balle spaziali su Eder) il debito era rimasto pressoche’ immutato sui 25 milioni. Cosa difficilmente comprensibile.

    5. vendere cosa e chi ? zanetti ? è rotto. caracciolo ? lè un bidù, konè ? molto fumo e poco arrosto, mareco ? meglio di lui solo barbanera con una gamba sola, berardi ? imparasse a fare un cross decente, zambelli ? corsa e basta….arcari ? l’unico che merita rispetto, diamanti ? un anarchico in campo, zebina? fine di una carriera, martinez ? nemmeno la samp lo vuole…..
      ciance, solamente ciance corioni, per ripianare i tuoi debiti servirebbe re faruk

    6. Certo che – con i soldi degli altri – siamo tutti bravi a parlare… Corioni è un imprenditore, decide di mettere i suoi soldi nel Brescia: deve anche ascoltare i consigli di quelli seduti al bar… Farà un po’ quel ca… che gli pare con i soldi suoi, o sbaglio?

    7. ..Dai Fabio da bravo, non agitarti cosi’ quando criticano papa’…sai che sono almeno 15 anni che i soldini per fare andare avanti il Brescia vengono solo dalle cessioni – sempre e comunque e a chiunque -e dai diritti tv…

    8. Fabio? Ma hai già bevuto un paio di pirli, haynau? E poi, per fare le cessioni, devi prima avre fatto gli acquisti (con i soldi tuoi, non con quelli dei tuoi amici seduti al bar); e i diritti TV sono un guadagno del tuo investimento, mica te li regala nessuno! Dai, haynau: prendilo tu il Brescia. Basta che paghi, poi fai quello che vuoi, non è mica difficile!

    9. Scusami, senza offesa, tutta colpa del barista che non mi ha portato salatini e olive… non ci son piu’ gli aperitivi di una volta. Perdonami, ma credo che a Bresssia sia rimasto solo tu a ritenere che Corioni abbia messo (almeno da 15 anni) denaro suo nella squadra. Per ammissione stessa della Societa’, peraltro, mica una mia opinione, il Brescia calcio si autofinanzia (con cessioni, vendita del marchio, diritti, incassi e similia) da molti anni. Ah! Ecco il cameriere col mio terzo pirlo, questo lo bevo alla tua salute.

    10. Be’, se riesce a far andare avanti una squadra senza nemmeno metterci i soldi gli faccio tanto di cappello! Da qualche parte comunque, anche 15 anni fa, deve essere partito: immagino mettendoci qualcosa di suo. Immagino, eh! A meno che gli abbiano fatto dei regali (strano che a me non ne facciano mai di quel livello, non so a te…). In ogni caso: se gestisce lui, a che titolo gli "amici del bar" gli devono dire cosa deve fare? Comunque non pensavo che gestire una squadra di calcio fosse così facile come mi dici tu: basta prenderla e poi si gestisce da sola, no? Ti rinnovo l’invito: prendila tu e ci fai vedere a tutti!

    11. Da quello che scrivi si vede che non sei un tifoso del Brescia. Che non hai la piu’ pallida idea di quello che e’ avvenuto con squadra e societa’ in questi anni. Questa discussione e’ pertanto inutile. Tu continua a tifare intermilanjuve… io prendo un altro pirlo.

    12. Ok, se decidi tutto tu… buon pirlo. Intanto studia il piano finanziario per il tuo prossimo acquisto della società: tu ci illuminerai (perchè sai tutto). E noi, dal bar, ti diremo le duecento formazioni giuste, le trecento campagne acquisti giuste e tutto il resto che tu – con i tuoi soldi – dovrai fare per noi! Mi piace l’idea!

    13. un domanda sola ? MA QUALI SAREBBERO I PEZZI PREGIATI ??
      SE I VARI FINITI ZANETTI, CARACCIOLO ETC ETC SONO PREGIATI ALLORA DALLAMANO BERARDI ETCETC CHI SONO ?
      SOCIETA’ DEL FIL DE FER…OPPURE TE POMPA CHE ME SBROFE

    LEAVE A REPLY