Piano riduzione rifiuti, dal Pirellone 160mila euro per la fase due

0

Sono 160.000,00 gli euro che la Giunta Regionale della Lombardia, attraverso una delibera approvata oggi, ha destinato per il biennio 2011 – 2013 alla convenzione con Aprica spa per l’attuazione delle restanti cinque azioni per la riduzione e la prevenzione dei rifiuti a Brescia previste nel Piano d’Azione per la Riduzione dei Rifiuti Urbani in Lombardia. Questa convenzione è la seconda parte di un unico progetto in cui, sempre attraverso Aprica, si era agito nel territorio bresciano sul recupero del cibo invenduto, sul compostaggio domestico, sui pannolini riutilizzabili, sul Far delivery, sul recupero degli ingombranti e sulla vendita di prodotti alla spina. Ora si punterà sulla comunicazione all’utenza dei prodotti meno imballati nell’ambito della grande distribuzione organizzata, sulla diffusione dell’acqua alla spina, sulla riduzione dei consumi di carta negli uffici, sull’intervento di filiera corta e sulla riduzione della pubblicità commerciale distribuita. La convenzione avrà una durata di 24 mesi con la possibilità di un’ulteriore proroga. Da parte sua Aprica si impegna a redigere il programma per le azioni individuate, attivarsi con i soggetti pubblici e privati per la realizzazione delle cinque azioni nei tempi previsti e la rendicontazione delle azioni trimestrale del progetto, nonché la predisposizione dei materiali e degli strumenti per la comunicazione e il monitoraggio dell’iniziativa. 

 

"Con questa ulteriore fase sperimentale del Piano Riduzione Rifiuti – dichiara l’assessore al Territorio Daniele Belotti – la Lombardia dimostra di essere all’avanguardia sulla gestione dei rifiuti: pur avendo percentuali da primato sulla raccolta differenziata, non ci siamo seduti, ma abbiamo voluto fare un ulteriore passo in avanti puntando alla riduzione della quantità dei rifiuti prodotti. L’obiettivo – spiega l’Assessore regionale – è innanzi tutto quello di cercare di sensibilizzare i cittadini ad adottare quotidianamente delle buone pratiche, come ad esempio ridurre l’usa e getta oppure la scelta, nel fare la spesa, di optare per prodotti con meno imballaggio. Crediamo molto in questo progetto ed è nostra ferma intenzione, dopo l’esperimento a Brescia, estenderlo su tutto il territorio regionale. I lombardi – conclude Belotti – hanno una forte coscienza civica: hanno risposto al meglio per la differenziata e sono certo che dimostreranno grande partecipazione anche per la riduzione dei rifiuti".

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY