A Monticelli Brusati è di scena la balena

    0

    Azzurra è una balenottera di cartapesta, costruita con amore e passione da un maestro artigiano, che impastando e incollando sul suo corpo pagine di arte e letteratura, le ha infuso la curiosità di conoscere e di sperimentare. Vincitrice del primo premio al Carnevale di Viareggio, invece dell’hangar, destinato ad accogliere, come un museo, i carri più famosi, Azzurra conoscerà il mare, in un lungo viaggio poetico dall’Isola del Tino, attraverso le acque dell’arcipelago toscano fino alle coste smeraldine della Sardegna, alla ricerca , tra splendidi paesaggi e incontri con singolari creature, di una nuova dimensione, nella viva speranza di una metamorfosi: essere una balena vera e non di cartapesta.

    Il racconto è intessuto con i fili e le trame della memoria poetica. Alla storia di Azzurra si intrecciano le tante storie che il suo corpo, sfogliandosi al contatto con l’acqua, restituisce al mare. Alla fine del suo viaggio Azzurra riuscirà a fare una cosa bellissima, straordinaria, una cosa grande che solo le balene, tra tutti gli abitanti del mare,

    sanno e possono fare: cantare. E proprio il canto rappresenta il tratto dominante di questo spettacolo che pur rimanendo fedele nella metodologia alle tecniche di narrazione lascia ampio spazio al linguaggio musicale costruendo una “partitura a tappe” che regala ai bambini l’emozione viva e diretta di questa bellissima favola contemporanea.

    Dal libro “Nel blu di Azzurra” di Leila Corsi, ed. Campanila (Pisa).
    Drammaturgia e regia Virginia Martini.
    Con la collaborazione di Antonio Bertusi e Sabine Bordigoni.
    Progetto musicale Antica Rumeria Lagrima de Oro,
    con Giovanni Carli e Matteo Procuranti.

    Giovedì 7 luglio, Monticelli Brusati, Chiesa di S. Zenone, ore 21.15        

    Blanca Teatro – Azzurra, per Naturalmente arte

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY