La Finanza sorvola il lago e scopre 81 piante di canapa indiana

    0
    Bsnews whatsapp

    Lo scorso 5 luglio, finanzieri del Gruppo di Investigazione sulla Criminalità Organizzata (G.I.C.O.) del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brescia, mentre effettuavano un servizio di perlustrazione nell’area del Lago di Garda a bordo di un elicottero della Sezione Aerea del Corpo di Venegono, sorvolavano una proprietà privata in località Soiano del Lago, scoprendo un’estesa piantagione di canapa indiana coltivata nei d’intorni di una villa con piscina, ubicata in una zona impervia e ricca di vegetazione.

    Immediatamente veniva allertata una pattuglia dello stesso G.I.C.O., che interveniva sul posto e perquisiva l’abitazione – di proprietà di un trentanovenne bresciano – rinvenendo, al suo interno e nell’adiacente giardino, ben 81 piante di canapa indiana, unitamente ad una serie di attrezzature utilizzate per la loro lavorazione ed essiccazione (umidificatori, ventilatori, lampade, ecc.) e ad una bilancia di precisione. Durante la perquisizione venivano, inoltre, rinvenute e sequestrate alcune pelli di animali esotici illegalmente detenute.

     

    I finanzieri procedevano, quindi, all’arresto in flagranza del predetto soggetto, al sequestro delle piante, delle attrezzature e delle pelli, nonché alla comunicazione dei fatti alla Procura della Repubblica di Brescia. Il risultato è frutto dell’efficace collaborazione tra la componente territoriale e quella aereonavale della Guardia di Finanza, impegnate quotidianamente nella lotta ai traffici illeciti. Senza l’intervento dell’elicottero sarebbe stato impossibile, infatti, individuare la piantagione.

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI