Strada chiusa da mesi per una frana, Toscani (Lega) contro il sindaco di Collio

    0
    Bsnews whatsapp

    “Inspiegabilmente siamo da mesi in una situazione di stallo imputabile unicamente al sindaco di Collio Mirella Zanini che, alla faccia degli enormi disagi causati alla frazione di San Colombano, continua a temporeggiare. Faccio un pubblico appello al sindaco perché provveda immediatamente, per quanto di sua competenza, a espletare gli atti amministrativi che consentono la rimozione delle macerie e la riapertura della strada verso San Colombano”. Con una nota il consigliere regionale della Lega Pierluigi Toscani lancia un appello al primo cittadino di Collio sulla questione della ex statale 345, bloccata dallo scorso novembre a causa di un masso caduto sulla carreggiata.

    ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

     

    Dopo la frana di metà novembre 2010, che ha bloccato la ex SS 345 poco prima di San Colombano, e la conseguente apertura – che doveva essere provvisoria – della bretella sulla parte opposta del Mella, verso Naanì, attraverso il ponte dei Blamchì, siamo oggi in una pesante e grave situazione di stallo e permangono i gravissimi disagi per la popolazione, i pendolari, gli studenti e gli anziani che quotidianamente utilizzano i mezzi pubblici.

    Un esempio su tutti, gli autobus SIA che vengono bloccati in Cavada, a un chilometro dalla fermata di piazza Santa Barbara, obbligando quindi gli utenti, in primis anziani e studenti, a percorrere un lungo tratto a piedi, con tutti i rischi e i disagi del caso.

    La Provincia di Brescia, nella persona dell’Assessore Vivaldini, insieme alla Comunità Montana, al commissario prefettizio e BIM, dopo diversi incontri, ha già da tempo messo a disposizione le risorse e definito le modalità di finanziamento per consentire di liberare tempestivamente la strada dalle macerie, riaprendo finalmente il tratto interessato. Inoltre, la Provincia si è resa disponibile a fornire all’ufficio tecnico comunale il supporto necessario, in maniera del tutto gratuita, per la progettazione della messa in sicurezza del versante.

    Purtroppo, e inspiegabilmente, siamo da mesi in una situazione di stallo imputabile unicamente al sindaco, rag. Mirella Zanini che, alla faccia degli enormi disagi causati alla frazione di San Colombano, continua a temporeggiare. Faccio un pubblico appello al sindaco perché provveda immediatamente, per quanto di sua competenza, a espletare gli atti amministrativi che consentono la rimozione delle macerie e la riapertura della strada verso San Colombano.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    RISPONDI