Caso vigneto, Paroli ribadisce: “Non verrà per nulla toccato dal cantiere. Ora basta con queste falsità”

    0

    E’ ancora polemica per il parcheggio sotto il castello. Di fronte alla diffusione di alcuni schizzi progettuali nei quali il cantiere per i lavori occuperebbe anche una porzione del vigneto Capretti di via Pusterla, l’amministrazione comunale è tornata sull’argomento smentendo in modo categorico l’eventualità e specificando – ancora una volta – come quell’ipotesi fosse relativa a un’altra proposta progettuale, scartata già un anno fa.

     

    Ecco il comunicato completo del Comune di Brescia:  

     

    Brescia possiede uno dei più importanti, probabilmente anche dei più estesi, vigneti urbani d’Europa. Una particolarità che non è solo un primato, ma che rappresenta un pezzo della storia della città, che rileva la centralità di Brescia nell’importante mercato dei vini e raccorda la nostra città alla sua Provincia, in particolar modo al lago di Garda e alla Franciacorta. Oggi questo patrimonio agricolo è trascurato e affatto valorizzato, “per questo – ha sottolineato il sindaco, Adriano Paroli, – sto da tempo incontrando le realtà private che ne sono proprietarie e gestori, al fine di riqualificare quel lembo di terra che tanto sta a cuore alla città. Stiamo sviluppando un progetto davvero importante e per questo mi dispiace e mi secca leggere le strumentali e false dichiarazioni che oggi s’inseguono sulla rete, in forza di una comunicazione che non ha alcuna consistenza e il benché minino fondo di verità.” 

    I lavori per il progetto che vuole la costruzione del nuovo parcheggio a fianco della galleria Tito Speri, per nulla andranno ad intaccare il vigneto, che si trova dalla parte opposta del colle Cidneo. Le immagini e le slide che circolano sulla rete sono quelle proposte più di un anno fa da una azienda che ha partecipato al bando di gara. Ovviamente questa soluzione che prevedeva di avvicinare un cantiere al vigneto è stata da subito scartata dall’amministrazione. “Mi stupisce che persone tanto attente all’immagine della nostra città, alla nostra storia ed al nostro territorio, si siano prese la briga di comunicare un progetto falso e mai nemmeno in discussione, piuttosto di venire alla presentazione pubblica dell’opera, svoltasi ieri mattina alla Camera di Commercio di Brescia. Gli ingegneri e gli architetti progettisti, i responsabili dei lavori di Brescia Mobilità e tutta la Giunta avrebbero spiegato loro come i lavori prevedano un’area per lo smaltimento dei materiali estratti che si collocherà vicino al parcheggio di fossa Bagni, praticamente nel lato opposto rispetto al vigneto, che come detto non verrà in nessun modo sfiorato – conclude il sindaco .

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY