Brebemi, due anni di lavori. Il 25 sopralluogo a Calcio, atteso Berlusconi

    0

    Come stanno andando i lavori di Brebemi? Per fare il punto della situazione lunedì 25 luglio si terrà un sopralluogo nel cantiere di Calcio. Sarà un evento istituzionale, con circa 500 autorità invitate, ad iniziare dagli amministratori degli enti coinvolti nel passaggio della direttissima Brescia Bergamo Milano. Ma l’ospite d’eccezione potrebbe essere il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, la cui presenza è attesa e annunciata. In fondo fu proprio lui, due anni fa, a Urago d’Oglio, ad inaugurare i lavori.

    L’evento era stato inizialmente organizzato per il 22 luglio, la data esatta della posa della prima pietra, nel 2009. Lo slittamento sarebbe dovuto proprio alla volontà del premier di essere presente all’evento. Saranno invece certamente presenti il presidente della Regione Roberto Formigoni e i vertici della società di progetto Brebemi spa, i bresciani Francesco Bettoni e Mauro Parolini

     

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. CINQUECENTO autorità inviate? Eh, dai: non costerà niente. D’altronde non siamo mica in un periodo di crisi, nel quale si colpiscono finamai i pensionati nella finanziaria…

    2. Soldi per fare le mega convention, poi a Rovato gli si chiede di allargare di un metro un sottopasso per permettere un transito maggiormente in sicurezza ai pedoni e ciclisti e la risposta è: "No, è una modifica sostanziale del progetto esecutivo e costa troppo".

      Angelo Bergomi
      Vicesindaco e assessore all’ambiente
      Comune di Rovato (BS)

    3. Ovvio che il Presidente del Consiglio sia presente: senza il finanziamento avvenuto a marzo, da parte dello Stato, di 800 milioni di Euro, Brebemi avrebbe già chiuso tutti i cantieri!
      Del resto, si varano manovre finanziarie da 40 milioni di euro, ma i tagli alle super convention non sono mai contemplati! E nemmeno quelli alle mega – impattanti inutili infrastrutture!
      Poi un comune ha bisogno? NON CI SONO I SOLDI, ovvio!
      Valentina Bazzardi, Legambiente Bassa Bresciana.

    LEAVE A REPLY