150° dell’Unità d’Italia, in commissione passa emendamento Pd-Pdl. Proteste della Lega

    0

    La Regione Lombardia potrà valorizzare il proprio patrimonio storico e artistico legato all’unità d’Italia non solo nel 2011, anno del 150°, ma anche nei prossimi anni. E’ quanto stabilisce un emendamento approvato oggi in commissione cultura del Pirellone con i voti del Pd e del Pdl. Un voto che ha mandato su tutte le furie gli esponenti della Lega che hanno giudicato la scelta “uno spreco di risorse.

    Oggi la Commissione Cultura, presieduta da Luciana Ruffinelli (Lega) è stata chiamata ad esprimersi sui provvedimenti finanziari: rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2010 e assestamento al bilancio per l’esercizio 2011 e al bilancio pluriennale 2011/2013.

    Quest’ultimo provvedimento (relatore Stefano Carugo, PDL) prevede per il 2011 uno stanziamento di 14.856.065 euro nel campo dell’Istruzione, Formazione professionale e ricerca scientifica. In particolare oltre 8 milioni andranno a favore di interventi per le scuole dell’infanzia autonome, 4.206.895 euro saranno destinati alla dote scuola, mentre per le azioni di sviluppo del sistema integrato di Istruzione, Formazione e Lavoro saranno messi a disposizione 500.000 euro.

    Per la cultura, le spese correnti per il triennio 2011-2013 sono 1.800.000 (promozione culturale e valorizzazione dell’arte contemporanea). Tra questi sono compresi anche 300 mila euro per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia per l’anno 2011. Proprio su questo punto la Commissione ha approvato un emendamento del PD (voto contrario della Lega Nord) che modifica la legge regionale sul 150esimo anniversario, nella parte in cui limita la valorizzazione del patrimonio storico e culturale al 2011, anno della ricorrenza. “Il via libera all’emendamento èimportante – hanno detto i consiglieri del PD Fabrizio Santantonio e Mario Barboni – perché prevede anche in futuro quest’attività di rivalutazione e restauro delle opere risorgimentali. C’è chi è allergico al Paese e chi ama questa nazione. La Lega non ha capito che questa legge è legata al recupero dei siti risorgimentali lombardi”. “E’ assurdo e ridicolo – ha commentato la Presidente della Commissione – che il PD e il PDL vogliano mettere la mani avanti sui prossimi bilanci proponendo il finanziamento ad oltranza delle celebrazioni per il 150°, che pare aver già avuto adeguati ed esaurienti festeggiamenti. Non possiamo sprecare le risorse scarse di questo periodo per un unico, discutibile e non condiviso obiettivo”.

    Per quanto riguarda giovani, sport e tempo libero le spese correnti sono 4.000.000 euro di cui 3.900.000 per promuovere progetti, manifestazioni e grandi eventi sportivi mentre 100.000 euro saranno destinati ai collegi regionali delle guide alpine e dei maestri di sci per la qualificazione professionale, aggiornamento e specializzazione professionale, per la promozione e diffusione dell’attività di montagna e per la vigilanza, per consentire il sostegno alla promozione della pratica sportiva sicura – con particolare riferimento al target giovani – e delle professioni della montagna (maestri di sci e guide alpine).

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Be’ è vero: per adesso il druido che si occupa delle ampolle del dio Po’ è ancora un po’ più a buon mercato. Ma vedrete, quando governerà la lega…

    2. piantala,il nostro risorgimento non fu che una guerra di annessione,da parte di una monarchia che stava affondandop nei debiti e che aveva bisogno come il pane di annettersi altri stati,con relativi tesori……..poi e’ ovvio che i vincitori l’ammorbano sempre di nobili ideali,guarda come si parla della guerra di libia……..

    3. L’Italia e la sua storia vanno rispettate e fatte conoscere ai giovani:perciò i trinariciuti della "patania" si rizelano. Speriamo che lo stanziamento non sia solo fonte di clientelismo ed elargizioni agli amici, magari anche seguaci del capoccia, tri-festeggiatore di una laurea mai conseguita, che sacrifica pure a Bacco.

    4. La storia la fanno i servi di regime, e la recente riabilitazione delle Foibe e delle stragi dei compagni comunisti titini è solo un esempio… a quando una revisione sulle stragi di Milano? (Bava Beccaris) di Genova (Gen. La Marmora?) di Bronte (Nino Bixio) ecc ecc ecc

    5. il Sud non ha mai voluto i Savoia.. dopo che Garibbaddo ha pomesso l’eliminazione del latifondo ha avuto il seguito del popolo.

      Quando i Savoia hanno fatto i loro sporchi interessi è nato il Brigantaggio e ex camicie rosse, ex borboni, contadini, 60000 renitenti alla leva obbligata x combattere l’Austria, sono diventati briganti è iniziato il partigianesimo del sud.

      150000 soldati piemontesi per schiacciare i partigiani briganti… w i Borboni! e commemoriamo al prima guerra civile italiana!

    6. La Lega le sue ampolle se le paga da sola… non come tutti gli amministratori italici che sputtanano soldi in mortasretti quando si potrebbe fare di meglio…

    7. Correggetemi se sbaglio la lega prende soldi dallo stato ITALIA a rimborso per le campagne elettorali,i suoi amministratori prendono soldi dallo stato ITALIA,i CDA sono pieni di leghisti.Ma se vi fa così schifo il sistema Italia dato che siete un partito che rappresenta il pensiero di una minoranza dell’elettorato del Nord Italia raccogliete le firme per un referendum sulla secessione, son pronto a scommettere che perfino al vostro interno ci sarebbero delle divisioni.

    LEAVE A REPLY