Università, Brescia quarta in Italia tra gli atenei medio-grandi

    0
    Bsnews whatsapp

    L’Università degli Studi di Brescia nei piani alti del panorama accademico italiano. Lo attesta un’indagine svolta dalla rivista “Campus” in occasione della pubblicazione dell’annuale “Guida all’Università”. Una ricerca che offre una fotografia esauriente e completa del panorama universitario nazionale, fornendo valutazioni dettagliate sui singoli atenei. Con il quarto posto tra le 35 Università generaliste di medie-grandi dimensioni, la Statale di Brescia ottiene un piazzamento di assoluto rilievo a livello nazionale e guadagna 16 posizioni rispetto al 2010. La votazione complessiva di 96 su 110 (la prima in classifica è a quota 99.4) la piazza a 0.06 punti dal podio, preceduta soltanto da Trieste, la Cattolica di Milano e Trento. 

     

    La ricerca di “Campus” ha distribuito gli atenei in tre macro gruppi a seconda della dimensione: oltre i 50 mila studenti, fra i 10 mila e i 50 mila (quello in cui rientra la Statale di Brescia) e sotto i 10 mila studenti. Poi le Università sono state giudicate in base a 9 criteri (studenti, docenti, strutture, ricerca, internazionalizzazione, tasse, lavoro, valutazione studenti, web) misurati su una scala in trentesimi. Gli atenei premiati sono quelli maggiormente “a misura di studente”: un miglior rapporto fra docenti e iscritti, un sufficiente numero di posti aula o al computer, una migliore capacità di procurare stage e posti di lavoro, solo per citare alcune delle molte caratteristiche valutate. La ricerca svolta dalla rivista Campus fotografa, quindi, non solo lo stato della didattica, della ricerca, dell’internazionalizzazione e delle strutture, ma prende in considerazione anche lo status occupazionale dei neolaureati, il livello di contribuzione studentesca e le valutazioni degli studenti sulla didattica. 

    Per quanto riguarda l’Università Statale di Brescia, da segnalare il terzo posto complessivo, dietro la Bocconi e Cattolica, nell’indice di collocamento al lavoro dei propri laureati. Un ottimo risultato, quindi, che testimonia la grande attenzione dell’ateneo bresciano verso il territorio circostante e l’apprezzamento che la cittadinanza ha per l’università locale. Un altro campo di grande importanza, quello dell’internazionalizzazione, vede la Statale sopra la media nazionale, a conferma di come si tratti di un aspetto di grande rilievo nell’ottica di una costante proiezione dell’Università degli Studi di Brescia tra le migliori accademie italiane e internazionali.

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. suvvia siamo seri … forse era troppo penalizzta prima e forse troppo enfatizzata adesso … Pecorelli ? difficile possa/voglia toccare (specialmente) a medicina le baronie …

    RISPONDI