Al Vittoriale il trombettista premio Pulitzer (il migliore al mondo) inaugura la tournee italiana

    0

    Si preannuncia un sabato sera dalle atmosfere indimenticabili al ‘Nuovo festival del Vittoriale tener – a- mente’ che ospiterà, alle 21.15, la prima tappa della tournée italiana del trombettista più famoso al mondo Wynton Marsalis, primo e unico compositore a essersi aggiudicato il Premio Pulitzer per il jazz e vincitore di ben 9 Grammy Award. Sul palco di Gardone Riviera, Brescia, Marsalis salirà con la Lincoln Center Orchestra, di cui è direttore dal 1995, e che vede schierati i 15 più importanti solisti del panorama jazz. Definita dalla stampa come “un’orchestra straordinariamente versatile”, la Lincoln Center, insieme al suo direttore, proporrà al pubblico un estratto dal grande repertorio che unisce il jazz alla musica classica attraversando l’hard Bop con molte suite, nuovi arrangiamenti, composizioni originali di Wynton Marsalis, Ted Nash ed estratti di Charles Mingus, John Coltrane, Duke Ellington, Luis Armstrong e altre icone immortali.

    Cresciuto musicalmente nella patria del jazz, New Orleans, il primo incontro vero con la musica Marsalis lo fa a 13 anni, quando scopre quella classica attraverso le note di Maurice Andrè. Il suo successo arriva a New York, dove si trasferisce giovanissimo per studiare e dove incontra i due suoi padri putativi: il batterista Art Blakey e Ornette Coleman. Negli anni ’80 Marsalis si impone all’attenzione della critica e delle case discografiche come esponente degli Young Lions, musicisti che si ispirano alla musica degli anni ’60 di Miles Davis. Più tardi sarà Duke Ellington a influenzare il grande trombettista. A soli ventidue anni Wynton è già considerato il jazzista più famoso del momento e comincia a vincere numerosi premi. Nel 1981 è al fianco del pianista Herbie Hancock che lo porta in tournée e un anno dopo gira il mondo con un quintetto formato da lui, riscuotendo un successo inaudito. Nel tempo cambierà varie formazioni e nel 1995 passa a dirigere l’orchestra del Lincoln Center. Nel 1997 realizza ‘Blood on the Field’, una lunga composizione ispirata al lavoro degli afroamericani nei campi di cotone ai tempi della deportazione dall’Africa che gli varrà il premio Pulitzer. Il successo che ne consegue è stellare. Ancora oggi, Wynton Marsalis è riconosciuto all’unanimità come uno dei più importanti artisti contemporanei.

    Quella di Gardone Riviera sarà la prima tappa del mini tour italiano di Wynton Marsalis e della Lincoln Center Orchestra che comprenderà anche il Pescara Jazz Festival. Il costo dei biglietti per il concerto di sabato 16 luglio al Nuovo Festival del Vittoriale tener – a – mente è di 47 euro per la Platea e gradinata numerata (più 5 euro di prevendita) e di 35 euro per la gradinata libera (più 3 euro di prevendita). Per avere informazioni e/o acquistare biglietti: www.anfiteatrodelvittoriale.it , oppure telefonare  al 0365/20072.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY