Daniele Tira, esperto canoista di San Zeno, inghiottito dalle acque di un torrente

    0

    Amante degli sport estremi, canoista appassionato, canoista esperto e col sale in zucca, non certo alle prime armi, certo non sottovalutava rischi e pericoli. Eppure tutte le sue capacità e le sue esperienze accumulate in giro per il mondo non sono bastate a salvargli la vita. Daniele Tira, 33enne di San Zeno, martedì è scomparso nelle acque del North Fork Kings River, fiume che scorre nella Sierra californiana.

    Daniele stava scendendo il corso del fiume assieme a quattro kayaker come lui, partiti con lui dall’Italia. Era una delle supe prime discese con il kayak nuovo, che stavas provando sul campo. Nella discesa Daniele era l’ultimo della fila, a un certo punto i compagni di sono accorti che non li stava più seguendo, si sono fermati e hanno capito subito che c’erano stati dei problemi. L’allarme è partito immediatamente, ma l’impetuosità delle acque, e la difficoltà di risalire il fiume, ha reso particolarmente difficile ogni tentativo di ricerca di Daniele e del duo kayak. In più la tenebre sono scese presto, erano già le 19.30 quando Daniele è scomparso, e le ricerche sono potute proseguire, anche con l’elicottero, solo il giorno successivo, mercoledì. Purtroppo notizie buone non ne sono arrivate: il corpo di Daniele non si trova. Praticamente nulle le possibilità di ritrovarlo in vita.

    Daniele viveva a San Zeno con la famiglia. Di lavoro faceva il fisioterapista. Tantissimi i suoi amici su Facebook, dove abbiamo preso la sua immagine, con l’immancabile canoa, per la notizia.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Ciao Daniele,non ci sono parole da quando ieri abbiamo appreso la notizia dalla tua cara Mamma. Per noi eri e sei un tesoro! Sei nei nostri cuori e nei nostri pensieri. Ti abbracciamo e ci stringiamo ai tuoi cari; mamma Raffaella, papà Flavio e Leonardino.
      Maria e Valeriano Bugatti

    2. Una preghiera a te e ai tuoi cari. Proteggici dall’alto nelle nostre discese. E noi ti penseremo nei momenti che ti divertivano.

    3. Bisogna continuare a sperare, finchè il corpo non si trova la speranza che sia vivo deve continuare ad esserci… e noi continueremo a sperare, insieme ai suoi cari.

    4. Raffaella ti sono vicina col cuore e con la preghiera affinchè tu e la tua famiglia riusciate a trovare la forza di non mollare e di continuare a sperare.
      Un forte abbraccio.

    5. Ciao Daniele, questo e’ per te’,
      Un altro mese, un altro anno, un altro sorriso, un altro inverno e un’altra estate; ma non potrà mai esserci un altro te. addio DANI ci rincontreremo dall’ altra parte.
      Un caloroso abbraccio a tutta la tua famiglia.

    LEAVE A REPLY