Montichiari: sotto sequestro 5 laboratori tessili cinesi. 4 persone in arresto

    0

    Favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina. Queste le accuse con le quali sono finite in carcere quattro persone, tre uomini e una donna di Montichiari e Carpenedolo.

    L’indagine pare sia partita dalla segnalazione di alcuni cittadini, insospettiti dal continuo via-vai di persone in alcuni magazzini di Vighizzolo, Novagli e Bredazzane, chiaro sintomo che all’interno si lavorava. Perdipiù l’andirivieni continuava anche durante la notte, e durante il sabato e la domenica. Dopo una serie di riscontri da parte degli agenti di polizia locale c’è stato il blitz, con gli agenti accompagnati dagli uomini dell’Asl e dai vigili del fuoco.

    Completamente fuori norma i locali, privi delle più elementari forme di sicurezza e pulizia Sono 5 i locali messi sotto sequestro. Delle 40 persone trovate all’interno dei magazzini a lavorare su macchine tessili, la maggior parte sono prive di permesso di soggiorno, per non parlare del contratto di lavoro. Pare che la paga oraria fosse di 3 euro. Turni da 12 ore al giorno.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. nuovi schiavi, la comunità cinese è la più silenziosa e sottile, mai un fatto criminoso, mai un morto…..a proposito ma quando qualcuno di questi cinesi muore per malattia o altro ma che fine fà ? e chi li sente mai i cinesi, ma ormai sono dappertutto ……

    2. Se lei fosse a lavorare a Hong Kong e dovesse morire, cosa pensa farebbero i suoi familiari? I miei credo che farebbero riportare il mio corpo in Italia per metterlo nel cimitero di dove sono nato…

    3. Come fa a sapere che sono italiani?Guardi quanti negozi al dettaglio di cinesi ci sono a Brescia e Provincia,
      Questo è un altro motivo per cui i clandestini NON possono stare nel nostro Paese, per il loro bene e per il nostro.

    LEAVE A REPLY