Ritardi nei permessi, i migranti protestano: “Promesse non mantenute”

    0
    Bsnews whatsapp
    I migranti del presidio sotto e sopra la gru ieri pomeriggio sono tornati in piazza per denunciare le promesse non mantenute da parte della Prefettura. Alcune decine i manifestanti che davanti a palazzo Broletto hanno protestato contro i ritardi delle  pratiche per il rilascio dei permessi di soggiorno, nonostante le promesse fatte lo scorso 25 giugno, all’indomani dell’emanazione della circolare ministeriale che ha sbloccato la situazione. “Ci avevano garantito che entro fine luglio sarebbero stati consegnati 320 permessi, tanti quanti le pratiche che possono essere riaperte d’ufficio” ha spiegato a Bresciaoggi Umberto Gobbi, portavoce di Diritti per Tutti. “Ebbene, a pochi giorni dalla scadenza, nessuna pratica è stata conclusa”. Per ora la richiesta è di accelerare i tempi e rispettare quanto promesso ma la pazienza – hanno spiegato alcuni migranti – è al limite e, se non arriveranno risposte, la lotta potrebbe presto riprendere.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. è una presa in giro continua. purtroppo c’è qualcuno che fa propaganda sulla pelle dei poveri cristi. è una vergogna! massima solidaierà ai migranti

    2. Invece di occupare le gru cari migranti,andate ad occupare le villone e gli attici dei compagni sinistri:vedrete che accoglienza vi faranno!

    RISPONDI