Ecompatibilità, De Martin (Pd): preoccupato per il calo di Brescia nella classifica

    0

    Con una nota il segretario cittadino del Pd Giorgio De Martin commenta l’indagine Istat sull’ecocompatibilità della nostra città, “che purtroppo evidenzia un peggioramento, tanto che Brescia slitta dalla posizione 22 alla 31 nell’ultimo anno”.

    ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

    Quello che più mi preoccupa sono quelle voci dove l’intervento dell’amministrazione comunale è determinante, a partire dal trasporto pubblico, che registra un calo significativo di domanda, mentre viceversa aumenta il traffico dei mezzi privati che attraversano la città, facendo aumentare di pari passo anche l’inquinamento dell’aria.

    E’ del tutto evidente che la politica messa in atto dalla giunta comunale ha danneggiato l’utilizzo del trasporto pubblico, basti pensare all’abolizione delle Ztl, alla proposta di ipotesi che limitano l’uso della futura metropolitana (per esempio l’allontanamento dal percorso metropolitano degli uffici comunali e dello stadio).

    Visto che da qualche settimana la giunta comunale ha compiuto una giravolta a 360° nelle dichiarazioni e in alcuni piccoli, ma apprezzabili passi in avanti – come la chiusura di piazza Duomo e di corso Mameli alle auto, ripristinando la situazione del 2008 – non possiamo che auspicare che per il bene della nostra città si inizino ad attuare politiche ambientali serie, approfondite e progettate. Politiche che vedano ad esempio il rilancio di tutta la rete del trasporto cittadino, coordinato con il trasporto pubblico che parte dalla provincia e gravita sulla città, o alcuni semplici interventi per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo, come la piantumazione di alberi a lato di tangenziali o il lavaggio delle strade.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. De Martin potrà anche stare a baita ma pone un allarme che dovrebbe preoccupare tutti visto che che Brescia è passata dal 22° al 31° posto nelle classifiche Istat della ecocompatibilità!!!

    2. De Martin mente sapendo di mentire come il suo partito il PD sa ben fare e continua a fare, non c’é nessuna contraddizione tra pedonalizzazione e accessibilità al centro storico, lui e Corsini invece non avevano pedonalizzato nulla e chiuso tutto con le Ztl. Non si é tornati al 2008 perché ne piazza Duomo ne corso Mameli erano pedonalizzate. Sempre falsità a sinistra

    3. Ma quante stronzate devo ancora leggere che arrivano dalla sinistra? Preoccupato? Ma preoccupato di che? Le ztl non sono state affatto chiuse ma soltanto ridimensionate negli orari precedenti. Le piantumazioni si fanno. Certo che se qualcuno si aspettava la piantumazione di boschi di sequoie o baobab allora rimarrà certamente deluso. I parcheggi per le auto si stanno realizzando proprio per evitare che più auto transitino nel centro storico. Io davvero non capisco questo voler "essere contro" a tutti i costi. Obbiettività davvero zero.

    LEAVE A REPLY