20 milioni. Tanto vale la concessione per le Grotte di Catullo e il Castello di Sirmione

    0

    2 milioni, più iva, circa all’anno, per 8 anni. Il totale arriva a circa 20 milioni di euro: è la cifra che dovrà sborsare chi si vuole aggiudicare la gara di affidamento in concessione per le Grotte di Catullo, il Castello Scaligero, il Museo e i siti archeologici del Comune di Sirmione.

    14 i servizi in affidamento, che si trovano dettagliati nel bando che alleghiamo alla notizia, e sono: marketing; pianificazione attività e comunicazione; biglietteria e guardaroba; prenotazione e prevendita; e.commerce e gestione sito internet; progettazione realizzazione e noleggio audioguide e whisper; visite guidate; assistenza didattica e laboratori didattici; progettazione, organizzazione e realizzazione di eventi e mostre; progettazione e realizzazione editoriale; progettazione e realizzazione oggettistica; vendita prodotti editoriali e oggettistica (bookshop); bar, caffetteria, tavola fredda; osservazione panoramica-cannocchiali. La voce più corposa è quella rappresentata dagli ingressi, che valgono, secondo la stima, 7 milioni e mezzo più iva. Se si considera che l’anno scorso, 2010, le visite alle sole Grotte di Catullo hanno fruttato 460mila euro si capisce che margini di guadagno ce ne sono, eccome (la concessione, ricordiamolo, vale 8 anni).
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY