Stazione, nuova luce per il piazzale. E in autunno 12 telecamere fin sui binari

0

E luce fu. La riqualificazione della zona stazione passa anche per il potenziamento dell’illuminazione. Loggia e A2A ne sono così convinti che hanno speso 100mila euro per sostituire i vecchi lampioni e aggiungerne di nuovi. Nel piazzale della Stazione i punti luce sono infatti raddoppiati: prima erano 26 (con lampadine al mercurio da 125 W) ora sono 52, con lampade da 150 W agli joduri metallici ad alta resa. A nuovo anche l’illuminazione di via Foppa (nel tratto tra via Solferino e viale Stazione), di via Solferino (tra via Foppa e viale Stazione) e di viale Stazione. In totale vi saranno quindi 34 punti luce in più rispetto a prima, senza contare la miglior resa delle nuove lampadine, con miglior flusso luminoso e minor consumo energetico.

“Si tratta di un intervento” ha spiegato il vicesindaco Fabio Rolfi “che garantisce una migliore visibilità nelle ore notturne, aumenta la percezione di sicurezza e rende più gradevole il piazzale”. Questo, ha aggiunto l’assessore ai Lavori Pubblici Mario Labolani, “non è altro che un nuovo tassello nel progetto di riqualificazione complessivo della stazione”. Labolani ha ricordato il rifacimento della pavimentazione, le nuove fioriere, le piantumazioni, la sostituzione degli archetti con i fittoni e paletti e l’ordinanza contro la sosta selvaggia delle bici. “Ora, senza bici legate ad ogni palo, la stazione è più ordinata e gradevole” ha commentato. “Anche questo ha contribuito ha eliminare quella sensazione di trascuratezza che c’era prima” ha aggiunto Rolfi. Per i ciclisti, hanno spiegato i due esponenti della giunta, c’è il parcheggio di Brescia Mobilità (con prezzi scontatissimi); inoltre l’amministrazione sta continuando a posizionare nuove rastrelliere dove legare le bici (questa sera ne verranno posizionate altre 60 in centro storico).   

Il prossimo tassello della riqualificazione della zona, sarà ora l’installazione di 12 telecamere all’interno della stazione, sui binari e in sala d’attesa. Un’operazione che partirà in autunno e che vedrà il coinvolgimento della Polfer, chiamata a gestire la centrale operativa del servizio di videosorveglianza. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma si può sapere dove li vedete tutti questi cambiamenti??? A me non sambra proprio che la stazione sia diventtaa un luogo di passeggio come voglioni farci credere Rolfi e Labolani. Non saranno 4 lampioni a cambiare le cose…

  2. mitici. Rolfi e Labolani sono la stessa faccia di due diversi partiti. Non mi piacciono coloro che si nascondono dietro le ideologie! La città ha bisogno di gente che ha voglia di fare. BRAO FABIO, BRAO MARIO!

  3. Chi dice che in Stazione non è cambiato niente è in malafede. O come dice Pio non ci passa da anni. Questo non vuol dire che non ci siano problemi e che tutte le criticità siano risolte, ma passo passo si stanno migliorando le cose. Per chi fa il pendolare anche le piccole cose hanno un peso, ve lo assicuro

  4. VERO QUELLO CHE DICI BINARIO, PASSO DOPO PASSO QUALCHE MIGLIORAMENTO C’E’ . BASTA GUARDARE AGLI ANGOLI DI VIA STAZIONE CON VIA XX SETTEMBRE, LI’ C’E’ UN SEMAFORO E MOLTI SPACCIATORI CHE OFFRIVANO LA MERCE, BASTAVA AVERE IL FINESTRINO DELLA MACCHINA APERTO E TI CHIEDEVANO VUOI FUMO? VUOI LA COCA ? …ALMENO ADESSO SONO SPARITI .

  5. Torno ora dall’alto adige:niente telecamere,niente luci scaccia-malintenzionati,biciclette non legate con il lucchetto.Come fanno?semplice:niente immigrati…

  6. la stazione è migliorata rispetto a qualche tempo fa, piazza pulita è già stata fatta di spacciatori e brutta gente che bighellonava lì, accattoni del tipo " scusa hai qualche moneta…", o i taxisti abusivi, sembrano scomparsi, e l’androne della stazione non è più una casbah o un caravaneserraglio a cielo aperto…

LEAVE A REPLY