Pms replica a Bontempi: “Ecco le mail con l’assessore, noi siamo parte lesa”

0

“A fronte delle comunicazioni con il quale l’assessore Bontempi disconosce PMS e dice che il progetto non è condiviso, sono ad inviare la cronistoria dei rapporti, facilmente verificabile in quanto le mail della provincia sono atti pubblici protocollati e potete chiederne copia in Broletto”. Inizia così la mail che gli analisti finanziari di Pms  Marco Panattoni e Elena Pinelli hanno inviato alla redazione di bsnews.it. “Faccio notare che l’assessore Bontempi dà del tu sia alla mia collega che a me” scrive Panattoni “e che l’ultima mail ricevuta dall’assessore Bontempi è di ieri mattina”, venerdì 5 agosto 2011. Insomma, una versione ben diversa da quella fornita da Bontempi al Giornale di Brescia di questa mattina dove l’assessore sostiene: “Ho incontrato i rappresentanti della Pms l’anno scorso e ho ritenuto che il progetto fosse interessante. Dopo di che non li ho più visti né sentiti. Anzi, ho chiesto ai miei uffici che non organizzassero ulteriori appuntamenti. Tra l’altro, la Provincia non poteva concedere il patrocinio perché si tratta di un’iniziativa a scopo di lucro".

Panattoni va anche oltre: “Ci sono state anche numerose telefonate intercorse tra l’assessore Bontempi e PMS” scrive “debitamente archiviate”. In tutta questa vicenda, insomma, “PMS è parte lesa, in quanto oggi sono uscite delle dichiarazioni non corrispondenti al vero e gravemente lesive, poiché mettono in dubbio e negano rapporti intercorsi da 8 mesi a questa parte e mai interrotti fino a ieri e testimoniati da mail ed incontri”. I rappresentanti della società stilano anche una dettagliata cronistoria del loro rapporto con il Broletto.

 

Cronistoria che riportiamo integralmente (omettiamo solo gli indirizzi mail delle persone interessate): 

 

In data 12 gennaio 2011 alle ore 14.30, abbiamo avuto un incontro presso lo Studio Bontempi ad Odolo, con l’assessore Bontempi per illustrargli il nostro progetto di fondo immobiliare per il territorio.

Il giorno 21 febbraio 2011, alle ore 12.00 c’è stata una riunione presso l’assessorato del dott. Bontempi, alla presenza del dott. Pironi e del consigliere Roberto Lancini. In quella sede è stato approfondito nostro progetto di fondo immobiliare e come la Provincia poteva patrocinare l’iniziativa.

Il giorno 28 febbraio 2011, alla fine del Consiglio Provinciale, abbiamo incontrato presso la sede della provincia in Broletto l’assessore Bontempi ed il consigliere Lancini, ed è stata consegnata brevimano all’assessore Bontempi una presentazione sintetica del nostro progetto del fondo immobiliare. 

Il giorno 1° marzo 2011 alle ore 9.50 è stata inviata via mail all’assessore Bontempi ed al dott. Pironi la presentazione già consegnata brevimano all’assessore. (…) Sono le famose slides con il logo della Provincia.

Il giorno 15 marzo alle ore 16.00 c’è stato un incontro presso lo Studio Bontempi ad Odolo per ulteriori approfondimenti su come funzionasse la nostra iniziativa.

Il giorno 18 marzo 2011 alle ore 12.42 è stata inviata una mail al consigliere Roberto Lancini (…) nella quale era acclusa una nostra analisi su un nostro cliente e su come grazie al nostro progetto si potessero dare alloggi di lusso in affitto a 570 euro al mese.

Il giorno 24 marzo 2011 alle ore 15.00 c’è stato un incontro presso lo Studio Bontempi ad Odolo sempre su come la Provincia potesse patrocinare l’evento, alla presenza dell’assessore Bontempi e del consigliere Roberto Lancini. In detta occasione abbiamo analizzato che l’intervento che poteva fare la Provincia era un patrocinio sull’iniziativa essendo la stessa condotta da una azienda privata quale la nostra ma avendo ritorni positivi sul territorio molto importanti era sensato che la Provincia desse il patrocinio a questa iniziativa.

Il giorno 19 aprile 2011 alle dalle ore 9.17 alle ore 9.25 sono state inviate le nostre linee guida dell’iniziativa del fondo immobiliare al consigliere Lancini (…) in n° 3 mail inviate alle ore 9.17, 9.23, 9.25.

Il giorno 26 aprile 2011, dalle ore 18.46 alle ore 18.48 sono state inviate all’assessore Giorgio Bontempi (…), presso la mail del suo studio come da sua richiesta, le linee guida del ns progetto come già inviate al consigliere Lancini. Le mail erano 3 e sono state inviate alle 18.46, 18.47 e 18.48. Nella mail delle 18.48 ci rendevamo disponibili ad incontrare preliminarmente con l’assessore Bontempi due importanti Banche operanti sul territorio, per illustrargli il progetto come da sua richiesta.

Il giorno 26 maggio 2011 alle ore 11.28, come da imput per avere il formale patrocinio dopo tanti incontri, telefonate e mail intercorse e nostro materiale a voi inviato, abbiamo inviato una mail [alla Presidenza, ndr] per richiedere appunto il patrocinio (…)

Il giorno 27 maggio 2011 siamo stati contattati telefonicamente (…), che ci ha fatto presente che perché la richiesta fosse formale bisognava usare i moduli che ci sono sul sito della Provincia e che era il caso di mandare tutto il materiale inerente la nostra iniziativa. Allora abbiamo inviato la documentazione completa sulla fase iniziale della nostra iniziativa, comprendete documenti di terzi e rassegna stampa sempre all’indirizzo mail della Presidenza il giorno stesso 27 maggio 2011, dalle ore 9,47 alle ore 9.57 in n° 6 mail.

Il giorno 30 maggio 2011 alle ore 10.04 abbiamo inviato anche i documenti dal sito [della Provincia, ndr] per la richiesta formale di patrocinio, sempre all’indirizzo mail della Presidenza.

Il giorno 13 giugno 2011 alle ore 14.03 abbiamo inviato all’assessore Bontempi una mail nella quale facevamo i complimenti per l’articolo sull’aeroporto Catullo e precisavamo che il giorno dopo Bontempi avrebbe presentato il nostro progetto al tavolo tecnico.

Sempre il giorno 13 giugno 2011 alle ore 14.53 abbiamo ricevuto la mail da Bontempi nella quale ci ringraziava.

Il giorno 21 giugno 2011 alle ore 15.38 abbiamo richiesto all’assessore Bontempi un incontro per pianificare il lavoro dopo il tavolo tecnico, e ci ha risposto alle 14.28 che attendeva l’esito delle banche per vederci e quindi, il giorno 13 luglio alle ore 15.00 ci siamo visti presso lo Studio Bontempi di Odolo per fare il punto della situazione

Sempre il giorno 21 giugno 2011 abbiamo inviato all’assessore Bontempi una mail nella quale ci complimentavamo per il lavoro di squadra, citato in un articolo di stampa (articolo che faceva riferimento ad un incontro dell’assessore Bontempi con gli imprenditori del Collegio Costruttori. Queste le dichiarazioni di Bontempi riportate nell’articolo: “La crisi è finita, ne sono convinto, ma non torneremo come prima. I successi, quando si raggiungono sono frutto del lavoro di squadra. Questa è la strada che la Provincia di Brescia intende percorrere (…) Nel frattempo continuo a lavorare con le banche per perfezionare alcuni accordi importanti e dare seguito ad un progetto bresciano significativo. La stessa attenzione è riservata all’invenduto, per il quale intendiamo creare un fondo che porti sollievo alle pmi”, ndr)

Il 1° agosto 2011 alle ore 20.01 abbiamo inviato al dott. Dario Pironi (…), al geometra Roberto Lancini (…) ed all’assessore Giorgio Bontempi (…) una mail nella quale chiarivamo che non avevamo mai usato il nome della Provincia e che Bontempi aveva presentato il nostro progetto il 14 giugno. Ecco il testo completo della mail:

La presente per precisare quanto segue: 

  1. PMS ha progettato un fondo immobiliare per l’invenduto, ed ha presentato il progetto all’assessore Giorgio Bontempi nella sua qualità di Assessore alle attività produttive.
  2. PMS non ha richiesto alcun contributo economico alla Provincia di Brescia per questa iniziativa né alcun incarico formale.
  3. E’ stato richiesto formale patrocinio alla Provincia di Brescia per il nascente fondo.
  4. La richiesta è stata inoltrata anche al Comune di Brescia.
  5. PMS non ha mai parlato né rappresentato a terzi né scritto di lavorare per la Provincia di Brescia e/o di poter parlare/rappresentare/lavorare a nome della Provincia stessa.
  6. L’Assessore Giorgio Bontempi ha organizzato il tavolo tecnico in Provincia il 14 giugno per valutare le risposte delle parti sociali ad un fondo immobiliare per l’invenduto con le caratteristiche del nostro progetto.
  7. PMS si sta muovendo per far concretamente nascere il suddetto fondo immobiliare con i Soggetti ad esso preposti dalla legge.
  8. Questa è la situazione reale e lo stato dell’arte, qualsiasi altra voce è assolutamente priva di fondamento.
  9. PMS non ha mai autorizzato nessuna azienda a scrivere alcunché ne PMS ha rapporti economici / contrattuali con aziende terze operanti sul territorio quindi le uniche comunicazioni scritte ed orali da tenere in considerazione sono quelle di PMS.

Siamo certi che queste precisazioni chiariscano e siano un punto fermo rispetto ad alcune illazioni assolutamente prive di fondamento.

L’assessore Bontempi ci ha ringraziato per la precisazione con mail delle 10.26 del 5 agosto (…), ribadendo la nostra correttezza e serietà e riporto il virgolettato dell’assessore: “Grazie per la precisazione e la correttezza nell’esposizione dei fatti a scanso di equivoci e proprio per escludere ogni dubbio effettuo comunicato stampa ed informativa che chiarisce il tutto so che avevate chiesto appuntamento purtroppo oggi sono impossibilitato per motivi di lavoro grazie e cordiali saluti”.

 

A conferma di quanto ricostruito Panattoni allega alla sua comunicazione anche 9 mail spedite tra il 13 giugno 2011 e il 5 agosto 2011 che dimostrano uno scambio epistolare tra la società e l’amministrazione provinciale. Ora non resta che attendere la controreplica di Bontempi. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Da quel che leggo qui, la ricostruzione della società mi sembra corretta e puntuale. Di certo Bontempi non può dire di non conoscerli o di "non averli più visti ne sentiti" come ha fatto sul Giornale di Brescia. Anche perché è stato subito smascherando, facendo una pessmia figura. Credo che l’assessore debba dare qualche speigazione del suo comportamento… e del suo comunicato dove si parla addirittura du Truffa!!!

  2. Quando c’è di mezzo la politica in un’iniziativa Privata "il Politico" fa sempre casino … chissà perchè ! La classe Politica Italiana in generale fa schifo ! Tutti ma tutti a casa !

  3. Che vergogna Assessore ! se fosse vero quanto ho letto … meglio che predisponga lettera di dimisioni !
    Poi scusate non capisco la truffa è far pagare gli affitti la metà ! Grande truffa !!! Muovetevi per far partire ste cosa che così io pagherò metà dell’affitto ! che mi fa comodo per arrivare almeno al 20 del mese !

  4. Da quel poco che ho capito questa operazione porterebbe gli affitti a Brescia al 50% di quanto sono adesso ! a me non me ne frega un c…o se questi due si conoscono o no ma per il bene di noi cittadini l’operazione è da fare assolutamente ! Non vedo dove sia il problema !

  5. … chissà perché Lancini non risponde alle richieste dei giornali di rilasciare dichiarazioni su questo argomento? Sarà forse perché da un po’ di tempo va in giro, anche per gli uffici della Provincia, a fare il promotore di questa iniziativa? Ed è credibile che il suo piccolo rose show rappresentasse un impegno esclusivamente personale?

  6. Io non riesco a capire. L’iniziativa mi sembbra lodevole. Per cui non credo sia questo il problema. E’ chiaro che per metterla in piedi servono passaggi tecnici e soggetti (banche, mediatori finanziari, imprese di costruzioni) per gestire il tutto. La Pms poteva/può/potrà essere una di queste. A quanto pare i contatti ci sono stati. Come mai ora l’assessore nega tutto? Cosa c’è che non va in questa società? Perché parla di truffa? Se non gli piaceva il loro progetto poteva sempre dire "no, grazie!. Perché tutto questo polverone?

  7. Siamo in Italia !
    Progetto valido ok non si fa !
    Progetto non valido e si dai un po qua un po la ok si fa !
    Politici ci state mandando in rovina ! Anzi ci avete già mandato !

  8. Barzelletta:
    Un politico in un convegno con i cittadini: Vi propongo affitti al 50% ? I cittadini al politico noi ti proponiamo gli affiti cosi come sono … Ma tu ti dimetti immediatamente ! Il politico stizzito chiede come mai volete le mie dimissini e non affitti al 50% ? I cittadini rispondono senza di te pagheremmo già il 50% delle spese in meno !

  9. affitti al 50%? ottimo, da fare subito, comunque! Però non capisco: società americana, filiale svizzera, progetto tagliato su brescia, presentato con logo della provincia, tutti d’accordo, … Tecnicamente non è la rivoluzione copernicana: da una parte una o più Istituzioni hanno un problema (immobili invenduti, sfitti, ..) dall’altra un sacco di gente ha bisogno di affitti calmierati: le Istituzioni, tramite un bando pubblico, cercano una sgr che abbia il track record per mettere in piedi un fondo di questo tipo, servono le banche che finanziano, ma per quello ci sono le Istituzioni e la sgr, fine. O forse i numeri veri non stanno in piedi?

  10. Quando si va in POLITICA non per MERITOCRAZIA ma con scorciatoie per essere amico del presidente, poi i risultati si commentano da soli.

  11. Nel momento in cui PMS fa cicrolare agli addetti ai lavori un documento in cui nella prima pagina compare il logo della Provincia, in modo che il lettore inequivocabilmente capisce che il documento non è affatto patrocinato dalla Provincia, ma è ideato dalla stessa, ed in ultima pagina compaiono il nome ed i riferimenti di PMS, come fa quest ultima a dire "PMS non ha mai parlato né rappresentato a terzi né scritto di lavorare per la Provincia di Brescia e/o di poter parlare/rappresentare/lavorare a nome della Provincia stessa."???????????????

LEAVE A REPLY