Due alpini al fianco del poliziotto di quartiere, al via l’operazione “Strade sicure”

0
Bsnews whatsapp

Entra nel vivo il progetto Strade sicure grazie all’accordo con i ministeri dell’Inteno e della Difesa. Da oggi 15 nuovi alpini affiancheranno i poliziotti di quartiere nel pattugliamento delle strade cittadine. Come annunciato nei giorni scorsi fino al 31 dicembre sale infatti a 28 il numero delle penne nere presenti in città. Le squadre operative saranno formate da 2 militari e un poliziotto in servizio dalle 8 alle 20. Le zone di pattugliamento individuate dalla Questura sono Centro 1, Centro 2, Borgo Trento, via Milano, via Crocifissa di Rosa, via Cremona e viale Piave. Inoltre sarà potezenziato anche il controllo della zona della stazione dove il servizio è già avviato da tempo. In questo caso gli alpini affiancheranno gli agenti della Polfer con un servizio con turni di 24 ore.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ma ‘sti alpini l’hanno fatto un corso di pubblica sicurezza, o sono come la ronda del servizio di leva? Perchè non i Lagunari o i Lupi di Toscana? Sono alpini delle Alpi o di Canicattì?

  2. hanno fatto 3 (tre!!!) settimane di addestramento sulle tecniche del controllo del territorio. quindi se vedete un alpino che annusa il terreno di un’aiuola non chiamate l’ambulanza…

  3. Non capisco questa stupida ironia. Per poco che possano fare, è sempre meglio di niente. Forse bisognerebbe augurare a questi
    "ironici di provincia" di diventare protagonisti di qualche brutta avventura…. e magari senza gli alpini in loro difesa!!!! Forse diventerebbero un tantino più intelligenti…. forse!!

  4. Io invece mi augurerei che polizia e carabinieri avessero le risorse per fare il loro lavoro. E che i soldi spesi per addestrare dei soldati professionisti (tanti soldi…) servissero per impiegare gli stessi in compiti un po’ più adatti alla loro preparazione… E questa non è ironia, purtroppo.

  5. Conto "della serva": se ciascuna pattuglia deve essere fatta da due alpini e un poliziotto, significa che 15 alpini possono coprire 7-8 pattuglie. Quindi noi impieghiamo 15 soldati professionisti il cui addestramento costa (giustamente) una valanga di soldi, che prendono il loro (congruo) stipendio e che magari hanno anche una (giusta) indennità di trasferimento o cose simili; il tutto per sostituire 8 poliziotti. Ma non era meglio mettere le risorse per i poliziotti?

  6. troppo facile! meglio tagliare stipendi e risorse alle forze dell’ordine e poi usare gli alpini (poveri, in agosto, con divisa e cappello di feltro! li ho visti gocciolare…) che si notano di più e urlare: visto che noi garantiamo la sicurezza?

  7. ugol, non ti auguro nessuna brutta avventura, ma insultare non porta a nulla di buono… comunque diffido sempre chi non sopporta nemmeno l’ironia

  8. Sono d’accordo anche io che la battuta sia inutile. Ma cosa pensa un Alpino del fatto che soldati professionisti addestrati come gli attuali debbano andare in giro a fare gli accompagnatori del poliziotto di quartiere? Non le sembra come chiamare Rubbia per metterlo alla cassa del supermercato, visto che si intende di matematica?

  9. QUANDO ERAO IN SERVIZIO, NON CHIEDEVO E NON PENSAVO SE NA FACEVO L’OBBIETTORE DI COSCIENZA, UBBIDIVO AGLI ORDINI E SE MI MANDAVANO A BRESCIA A DIRIGERE IL TRAFFICO CI ANDAVO LO STESSO ( difficile per il traffico, ma ordine pubblico certamente si )

  10. Si, guarda che capisco anche se non urli… Quindi, ora che non sei in servizio, non hai opinioni in merito a come vengono impiegate le risorse pubbliche. Ok, grazie.

  11. non urlo per nulla se mi è scappata la maiuscola, ma hai qualche complesso di inferiorità che la metti subito sul piano personale ?

  12. ovviamente non ce l’ho con gli alpini, ma con chi li usa per poter dire che fa cose significtive per la sicurezza. tutta la mia solidarietà a chi è chiamato a fare cose che mi sembrano improprie per loro. ma visto che siete qui, dite, non vi pare improprio, rispettabilissimi alpini, venire utilizzati per l’ordine pubblico? manco fossimo in un paese totalitario?

  13. tra non molto anche nelle nostre di città esploderà magari per una caso fortuito, tutta quella violenza e disordine sociale che ha colpito sia la francia che l’inghilterra, paesi per antonomasia "esempi di integrazione " quindi altro che alpini, ci vorranno i blindati e l’esercito.

RISPONDI