Pachistano ucciso a Brescia, scarcerati i sette responsabili della rissa

    0
    L’arresto e’ stato convalidato, ma il gip ha disposto la scarcerazione delle sette persone finite in manette venerdì scorso con l’accusa di rissa aggravata nel locale Copacabana di via Orzinuovi, rissa in cui è rimasto ucciso Hamed Rafiq, pachistano di 39 anni colpito a morte da un’arma da taglio. Si tratta di cinque pachistani, un brasiliano e un romeno, questi ultimi due rispettivamente buttafuori e dipendente del locale.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Da non credere che cosa? sono stati aggrediti accoltelati 1 è morto e dovevano stare in galera? che si cerchino i moldavi responsabili

    2. E ti pareva…quando saremo conciati come a londra con interi quartieri dove "loro" sono i padroni forse i sinistri si sveglieranno…

    3. da non credere! e non c’entra il razzismo! Com’è possibile che l’arresto è convalidato (quindi ci sono motivi e prove che fanno credere la grave responsabilità diretta dei coinvolti) e sono liberi di prendere e andarsene tranquillamente, senza aspettare processi o indagini. Mah… Che tristezza la giustizia italiana. Forse tra 36 anni la prima delle 22 commissioni che inanto si succederanno stabilirà con certezza che effettivamete un morto c’è stato. Poi 12 anni dopo stabiliranno con certzza che è morto in Lombardia. Poi dopo altri 4 anni che è morto di sicuro nella provincia di Brescia. Poi dopo 3 anni che di sicuro è morto in via Orzinuovi davanti al copacabana…e via dicendo… E minimo fra una settimana il locale riapre.

    4. da non credere! e non c’entra il razzismo! Com’è possibile che l’arresto è convalidato (quindi ci sono motivi e prove che fanno credere la grave responsabilità diretta dei coinvolti) e sono liberi di prendere e andarsene tranquillamente, senza aspettare processi o indagini. Mah… Che tristezza la giustizia italiana. Forse tra 36 anni la prima delle 22 commissioni che inanto si succederanno stabilirà con certezza che effettivamete un morto c’è stato. Poi 12 anni dopo stabiliranno con certzza che è morto in Lombardia. Poi dopo altri 4 anni che è morto di sicuro nella provincia di Brescia. Poi dopo 3 anni che di sicuro è morto in via Orzinuovi davanti al copacabana…e via dicendo… E minimo fra una settimana il locale riapre.

    5. Razzismo e ignoranza. La convalida di un arresto non significa affermazione di responsabilità degli arrestati, ma solo che chi ha fatto l’arresto, con gli elementi di cui disponeva al momento dell’arresto, ha operato correttamente. Poi, il Giudice respinge la richiesta di carcerazione del Pubblico Ministero, osservando che i pakistani arrestati si erano difesi dall’aggressione di un gruppo di immigrati dell’est, probabilmente moldavi, che hanno ucciso uno degli stessi pakistani, ne hanno ferito gravemente un altro, e ferito pure una altro dipendente brasiliano del locale. Le forze dell’ordine danno atto della fattiva collaborazione alle indagini del proprietario pakistano del locale e dei suoi dipendenti; ed è grazie alle numerose telecamere installate dentro e fuori dal locale che carabinieri e magistrato hanno potuto ricostruire il fatto con tanta precisione. Telecamere installate dal proprietario col preciso scopo di tenere le registrazioni a disposizione delle forze dell’ordine.
      A questo punto, perchè rode tanto al commentatore la possibilità che il locale riapra? E’ amico dei mandanti dei moldavi?

    6. "forse i sinistri si sveglieranno": ma i maldestri che governano stato, regione, provincia, città – invece – quand’è che si svegliano?

    7. Un locale aperto al pubblico deve garantire anche le minime norme di sicurezza. Se in un anno ci sono 2 morti più decine di risse con accoltellamenti e sparatorie varie (!) forse vuol dire che non è il caso di parlare di perfetta gestione della sicurezza! Per non citare le numerose multe per mancanza delle minime norme igieniche! Che si chieda alla polizia quanti interventi settimanali devono fare per sedare risse varie! Lavoro davanti al locale, lo vedo tutti i giorni e parlo con certezza. Nessun razzismo, solo resto scandalizzato da queste cose. Dai se non deve chiudere il copacabana !!
      Tu che pensi si tratti di razzismo…porta tua sorella una sera a passeggiare davanti al locale…e vediamo se la lasciano stare!

    LEAVE A REPLY