Donna bloccata con l’auto nel passaggio a livello di Bornato. Tragedia evitata per miracolo

    3

    Nessuna conseguenza per la sua salute, "solo" l’automobile distrutta, ma lo stesso non sarà tanto facile scordarsi ciò che è avvenuto. Una donna di 45anni di Cazzago San Martino domenica sera è rimasta intrappolata con la sua auto, una Fiat Marea sui binari del passaggio a livello di Bornato, frazione di Cazzago. Come riferito da Bresciaoggi, erano da poco passate le 19 quando la donna stava percorrendo via Roma in direzione del centro della frazione. In prossimità del passaggio a livello l’auto della donna si è fermata perché le vetture che la precedevano erano incolonnate, e proprio in quell’istante le sbarre del passaggio a livello sono scese per segnalare l’arrivo del treno proveniente da Brescia e diretto in Valle Camonica. Giusto il tempo di capire cosa stava succedendo, poi la sfortunata 45enne ha spento il motore ed ha abbandonato a gambe levate l’auto.

    Il macchinista del convoglio ha tentato di fermarsi, ma è stato un tentativo vano: la locomotiva in fase di rallentamento ha investito l’auto ferma sui binari. 

    Dopo l’arrivo della polizia ferroviaria, di alcuni operai e dei carabinieri di Cazzago, i binari sono stati liberati e i convogli sono ripartiti verso il lago. Ad Iseo il treno è stato svuotato e i 25 passeggeri a bordo sono stati fatti salire su altre carrozze.

    L’auto della sfortunata 45enne nel frattempo raggiungeva la corrozzeria a bordo di un carro attrezzi. E la proprietaria cercava di riprendersi dallo spavento. 
    a.c.

    Comments

    comments

    3 COMMENTS

    1. Riguardo al commento del 18 agosto, mi sa che non hai capito un granché della dinamica…
      il problema è che capita che le sbarre del passaggio a livello talvolta si alzino, a quel punto le auto riprendono a passare, ma nel giro di 1 minuto o 2 si riabbassino.
      Certo, in teoria bisognerebbe attendere di avere abbastanza spazio davanti a se per poter passare tranquillamente, ma lasciare spazio spesso significa vedere ancora più incasinato il passaggi a livello.
      L’ideale sarebbe trovare un’altra soluzione, ad esempio un semaforo alternato che gestisca il flusso delle automobili (e quindi anche le varie strettoie presenti per andare verso il centro di Bornato).
      Non è la prima volta che accade, e stavolta si è andati veramente vicini al dramma.
      Sta all’amministrazione pensare a qualcosa.
      Si vedrà se succede.

    LEAVE A REPLY