A Bienno torna la mostra mercato. Il giovane Fabiani tra gli artisti

    0

    Anche quest’anno Bienno ospita fino al 28 agosto l’attesa rassegna della Mostra Mercato, giunta ormai alla sua XXI edizione. Una Manifestazione che diviene ogni anno il collante di un’intera comunità e un appuntamento che ogni anno richiama migliaia di visitatori. Centinaia di espositori si mettono in mostra con le loro opere, cercando di far cogliere al visitatore la loro sapiente arte artigiana. Fra cortili e loggiati, piazze e vicoli, le vecchie cantine e gli antichi androni si rivestono di nuova luce ospitando artisti che qui hanno la possibilità di ricreare le loro affascinanti botteghe. Migliaia di fiaccole guidano il visitatore alla scoperta degli angoli più segreti, facendolo immergere in una dimensione medioevale e portandolo a perdere la cognizione del tempo.

     
    Dalle 17.00 alle 24.00 è un susseguirsi incessante di eventi, spettacoli, musiche rinascimentali, balli, acrobati, giocolieri e sbandieratori che accolgono il visitatore rendendolo partecipe e parte integrante di questa festa. Ma non finisce qui, i fabbri dimostreranno tutte le sere, la loro abilità nel forgiare il ferro in attrezzi ed utensili comuni così come hanno fatto per secoli i nostri avi. Al mulino, ancora attivo, la forza dell’acqua e le macine in pietra trasformano grano e mais in soffice farina. Per chi volesse degustare specialità camune o comunque rifocillarsi tra una visita e l’altra potrà trovare punti ristoro dislocati lungo il percorso.

     
    Tra gli appuntamenti anche le esposizioni di giovani artisti camuni, tra i quali Daniele Fabiani che vive e lavora tra la ValleCamonica e Milano e che ha imparato il mestiere nello studio di Carlo Bettoni a Bienno. Il lavoro di Fabiani è incentrato sulla pittura in sè come oggetto, superficie e colore. Parte da delle immagini fotografiche antiche che trova come fosse un archeologo distratto, dove il tempo ha lasciato il segno, come se l’ idea di memoria di archivio scompaia. Dopo un’analisi progettuale queste immagini cambiano forma e forza per trasformarsi in pittura staccandosi ancora di più dal loro filo logico del tempo. 

     

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY