Ancora in coma Felice Bonomi, bresciano ferito durante una rapina a Mombasa

    4
    Bsnews whatsapp

    Tanta preoccupazione per le condizioni del familiare e poche notizie ufficiali, unite all’ansia di non riuscire a pagare le spese mediche che l’ospedale esige. Stanno vivendo una situazione strana i parenti di Felice Bonomi, bresciano 87enne originario di Vestone e residente in Kenya da maggio 2009.

    L’uomo è stato vittima di una rapina violenta avvenuta tra giovedì e venerdì nella sua abitazione di Diani Beach, sulla costa meridionale del paese. Durante la notte la seconda moglie di Felice, Hellen, ha sentito dei rumori provenire dal giardino e prima di riuscire ad azionare l’allarme ha visto entrare in casa 8 uomini, armati e incappucciati, che hanno messo soqquadro l’abitazione prelevando tutto ciò che potevano portare via. Felice Bonomi, nel tentativo di difendersi, è stato colpito al capo ed è finito in coma.

    A dare l’allarme alcuni nipoti della vittima, che si trovano in Kenya per trascorrere le vacanze in casa dello zio. Felice Bonomi secondo quanto riporta il Giornale di Brescia è stato trasportato presso il Mombasa Hospital, l’unico in grado di fornire le cure necessarie, dove è tenuto in coma farmacologico. Dall’ospedale privato giungono però notizie negative: la direzione pretenderebbe 5mila dollari, da versare entro poche ore, per le cure sin’ora prestate e per i macchinari cui è attaccato Bonomi. I familiari in Italia sono convinti che l’uomo abbia un’assicurazione per queste cose, ma la moglie Hellen dice di non saperne nulla.

    La situazione è alquanto critica: il figlio di Felice sta provando a contattare l’amministrazione dell’ospedale ma non ci riesce. E il tempo passa.
    a.c.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    4 COMMENTI

    1. Se il figlio non riesce a parlare col ospedale, perk non si rivolge al Ambasciata italiana per farsi aiutare, per qualsiasi prestazione medica in Kenya e in altri paesi si paga, rilasciana la fattura, mi dispiace per il Sig. Bonomi, ma la prima cosa chiamare il Console ! Speriamo che il figlio trova un rimedio entro sta sera e il Sig. Bonomi guarisca presto!

    2. Siamo uniti in preghiere per quanto accaduto a questa meravigliosa famiglia, Ci siamo conosciuti anni fa e vi riccordiamo. Vi siamo vicini. Un saluto a Hellen e auguriamo presta guariggione al signor Bonomi, confidiamo nel Signore nostro creatore che ci da la vita. Saluti da la chiesa di Brescia che vi riccorda sempre.

    3. spedire soldi in kenya è facile come bere un bicchiere d’acqua ! siamo sicuri che anna bonomi lo voglia fare ? ho ci sono altri interessi ?

    RISPONDI