Coppa Italia: buon Brescia, ma a Catania l’eliminazione arriva al 92°

    0

    Peccato. Il gol avversario siglato da Gomez al 92° minuto regala al Catania (formazione che milita in Serie A) la soddisfazione di superare il terzo turno di Coppa Italia, ed elimina le Rondinelle che tornano però dalla Sicilia con più ottimismo per il proseguo della stagione.

    Continua dunque la "maledizione" Catania, dopo le sconfitte dello scorso anno, sempre in Coppa Italia, in trasferta, per 5-1 e quella per 2-1 subita al Rigamonti, partita che ci portò aritmeticamente in B. Questa volta però la gara l’abbiamo giocata discretamente bene, ma solo nella ripresa. Non potremo certo dire che il Catania non si è meritato il passaggio del turno, ma uscire per un gol subito allo scadere fa male.

    La partita. Gli uomini del neoallenatore Montella, alla prima gara ufficiale della stagione, nel primo tempo soprattutto sono una macchina crea-occasioni: 3 legni colpiti, 8 angoli a zero, almeno 6-7 nitide palle gol. Eppure noi ribattiamo colpo su colpo, e dopo l’inevitabile gol subito da Maxi Lopez al 37° – un errore di De Maio che non chiude su Ricchiuti, e gli consente il cross, sul quale si avventa il biondo l’attaccante – riusciamo a pareggiare al 10° della ripresa con Jonathas, che dopo un errore avversario scarta il portiere Andujar e deposita in rete. Uno a uno e palla al centro: da questo momento in poi le Rondinelle giocano meglio, stanno bene in campo, hanno anche diverse occasioni in contropiede che però non vengono sfruttate, e verso la fine si ritirano in difesa. Tutti aspettano i supplementari, e invece al 92° arriva la rete di Gomez, che dopo aver disorientato Zambelli riesce a superare il buon Leali. E’ una doccia fredda: di gioia per il pubblico del Massimino, di rammarico per i nostri che escono comunque a testa alta dallo stadio.

    Il mister Scienza dice di aver visto delle buone cose, nel secondo tempo, ed è convinto che da una partita così la squadra non potrà che ricavare fiducia per la stagione alle porte. 
    a.c.

    Il tabellino:

    CATANIA-BRESCIA 2-1

    CATANIA (4-3-3): Andujar; Alvarez, Potenza, Spolli, Capuano (60′ Llama); Biagianti, Moretti, Ricchiuti; Gomez, Maxi Lopez, Lanzafame (63′ Catellani). A disp.: 30 Campagnolo, 10 Lodi, 14 Bellusci, 18 Augustyn, 20 Sciacca. All.: Montella.

    BRESCIA: (4-3-1-2): Leali; Zambelli, Zoboli, De Maio, Daprelà; Budel, Paghera (46′ Martina Rini), El Kaddouri; Scaglia (77′ Mandorlini); Feczesin, Jonathas. a disp.: 1 Arcari, 6 Magli, 14 Salamon, 29 Juan Antonio, Varga. All.: Scienza.

    RETI: 37′ Maxi Lopez; 55′ Jonathas, 92′ Gomez.

    ARBITRO: Peruzzo di Schio; Carrer-Padovan; IV Mariani.

    AMMONITI: Spolli, El Kaddouri, Biagianti, Jonathas, De Maio, Zambelli.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. jonathas è un ottimo giocatore. credo che abbia margini di miglioramento incredibili. alla fine sarà lui l’unica mossa azzeccata di nani…

    2. "mossa azzeccata"?? lo vedo più come un "piovuto dal cielo", uno che si è ritrovato qua per puro caso, diaciamo pure un pacco di raiola, sarà anche buono per la b ma vi ricordo che l’anno scorso dovevamo salvarci in serie a!!…..non credo che sia mai stato visionato nemmeno per un minuto da qualche osservatore (ammesso che il brescia calcio abbia osservatori in giro)

    3. insomma, come al solito "abbiamo giocato bene", ma guarda un po’ abbiamo perso! forse è ora di cominciare a giocare male!

    4. comincio anche io ad essere arcistufo delle sconfitte onorevoli, delle pacche sulle spalle da 0 punti….ricordo che siamo retrocessi dopo un anno di "sconfitte onorevoli" ad esclusione delle ultime gare in cui abbiamo fatto pena. Da tifosi siamo ridotti ad essere contenti di iniziare una stagione senza dover sentire le sparate di corioni, è già qualcosa, ma tutto ciò mi induce a dire "..come siamo ridotti!!"

    5. negli almanacchi del calcio non vengono ricordate le " buone prestazioni " ma gli ZERO punti, le retrocessioni, etc etc….
      tanto siamo abituati, finchè ci sarà alla guida uno "scommettitore" come corioni !
      scommettiamo che la prossima serie A la vedremo tra 5 o 6 anni , forse ?

    LEAVE A REPLY