Bonardi: “Un project financing per riqualificare i giardini di via Turati”

    0
    Bsnews whatsapp

    "Apprezzo molto l’idea dell’assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani di voler riqualificare i giardini di via Turati, chiedendo la collaborazione anche dei cittadini che si potranno fare promotori di una idea nuova di riqualifica". Questo il commento del presidente della Circoscrizione Centro Flavio Bonardi. "La Circoscrizione" scrive Bonardi in una nota "ha molto a cuore il futuro della zona, soprattutto perché rappresenta un territorio “dimenticato” da decenni e poco interessato da interventi di sistemazione e messa in sicurezza. Nelle scorse settimane ho avuto modo di confrontarmi con alcuni architetti della città che si sono resi disponibili a fornire delle proposte nell’ottica di una sistemazione dei giardini ma anche di una rivisitazione del sistema del traffico veicolare, ciclopedonale e pedonale di via Turati. Sappiamo tutti quanto sia necessario – se non urgente – trovare un rimedio all’aumento del traffico, cercando di proporre soluzioni anche innovative che vadano a garantire sia la regolarità nei flussi di traffico sia una migliore vivibilità per chi volesse passeggiare negli spazi verdi e per i residenti".

    "Ritengo quindi urgente" conclude Bomardi "l’istituzione di un tavolo di confronto con i professionisti del settore per la valutazione dei progetti di riqualificazione per i quali, purtroppo, sarebbe attualmente difficile l’utilizzo di risorse pubbliche. Ho verificato però che l’intervento si potrebbe realizzare finanziandolo con un project financing, un’ operazione di finanziamento a lungo termine. La Circoscrizione Centro è pronta a lavorare a fianco dell’amministrazione comunale per la realizzazione di questo intervento”.

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Ma cosa vuol dire che gli architetti "si rendono disponibili a fornire proposte"? Che lavorano gratis? O che basta proporsi per avere un incarico? Mi pare siano ben altre le modalità per svolgere lavori pubblici: o sbaglio?

    2. quando non si sa cosa dire si tira fuori il project financing e la progettazione partecipata. Parole al vento di dilettanti allo sbaraglio senza pudore. Se il Comune non ha risorse per i giardini di via Turati, perchè perdere tempo con proposte assurde? Non è meglio aspettare il fresco e ossigenare bene la mente prima di sparare stupidaggini a caso?

    3. la soluzione al problema del traffico veicolare la si è già trovata, complici la vecchia e la nuova amministrazione: il posteggio di Fossa Arnaldo e quello sotto il castello che, come noto a tutti gli ingegneri trasportisti, saranno un grande aiuto alla diminuzione del traffico delle macchine. Infatti, negli autosilo in costruzione o progettati, ci potranno andare solo i ciclisti e le mamme a posteggiare il triciclo del figlio.

    4. Ma qual’è la proposta? Cosa significa "nelle scorse settimane ho avuto modo di confrontarmi con alcuni architetti della città che si sono resi disponibili a fornire delle proposte nell’ottica di una sistemazione dei giardini"? Gli architetti sono tutti disponibili a fare il loro lavoro! Ma un’amministrazione pubblica ha dei binari precisi per affidare incarichi…

    5. In tutta sincerità non capisco: project f. non significa altro se non che i quattrini li mettono i fruitori dell’opera pubblica e, con il flusso dei ricavi, si paga il debito contratto per la sua realizzazione … ciò vuol dire che per andare ai giardini si pagherà?

    6. Ma quale idea? non si capisce niente? Che fanno gli architetti, lavorano gratis? Chi paga il p.f? I visitatori del parco? Un parco a pagamento? mah

    7. In merito ad alcune gentili osservazioni preciso quanto segue:
      . Gli architetti mi hanno presentato una idea interessante e non hanno chiesto compenso per il progetto;
      . Project financing vuole dire che i privati investono e l’amministrazione pagherà nel tempo (lungo tempo) una specie di "affitto" della strada;
      . I cittadini non pagherebbero ovviamente l’ingressonal parco;
      . Non e’ stato affidato nessun incarico, semplicemente, la mia e’ una base di partenza che potrà essere discussa nei luoghi preposti.

      Questo dovevo.

    8. Personalmente mi sembra che l’idea del Presidente Bonardi sia ottima per risolvere la difficile situazione della strada e del parchetto. Complimenti.

    9. scusate ma la proposta è di Labolani o di Bonardi o di entrambi? Sul sito dell’assessore leggo solo di un concorso di idee, qui leggo che Bonardi propone il porject financing…. non mi sembra la stessa cosa

    10. Si vuol fare uno stadio che nessuno vuole, un parcheggio sotto il castello con fossa bagni quasi sempre vuoto, si parla di cubo bianco mentre c’è ormai a disposizione la ex randaccio, e ci sono problemi per trovare i finanziamenti per il parco di via turati . E’ la barzelletta dell’anno altro che projet f. P
      artiamo dalle piccole cose per cortesia

    11. Cari Sig. Bonardi, tutte le idee sono buone, anche le più strampalate come la Sua. Basta trovare il fesso che paga progetto e realizzazione e poi col tempo, mooolto tempo come di dice Lei, attende che il comune gli restituisca quanto speso. Ma mi faccia il piacere, prima di fare brutte figure si informi e studi come funzionano le cose. Il parere di qualche architetto va bene, se vuole gliene presento 1000 con ottime idee, tutte diverse e tutte belle e intriganti. E poi?

    12. Avviso per Sig. Bonardi: guardi che il riferimento di alcuni lettori al pagamento del biglietto per i giardini era ironico. Lei però ha risposto seriamente, anzi, molto seriosamente.

    13. veramente qualcuno che, sommessamente, uno stadio nuovo lo vorrebbe ci sarebbe anche… o almeno una massiccia ristrutturazione del Rigamonti….

    14. In merito a quanto leggo credo vi siano delle precisazioni da fare, in quanto un P.F. non e’ difficile da realizzare e vi sonoimprenditori che sono pronti ad investire su un progetto come questo, IMQ auto i soldi del Comune annualmente vengono garantiti!!! A parte le sterili battute credo che la cosa sia molto interessante e possa finalmente trovare una soluzione sia per il parco che per la viabilità!

    15. L’idea di Bonardi, ora che ha meglio chiarito che cosa intendeva, non è una stupidaggine. Significa in buona sostanza fare un investimento, con pagamento a lungo termine da parte del Comune. Ciò è ascrivibile al medesimo meccanismo del leasing pupblico, strumento che consente attività di investimento per i comuni stretti dal patto di stabilità. Ciò è bene, considerato che in qs. anni sono fallite oramai quasi tutte le imprese di costruzioni bresciane.

    16. Alle domande del lettore che non si identifica e si firma con "a sig. Bonardi" comunico che l’idea proposta ha gia’ avuto qualche risposta positiva di alcuni imprenditori! Non e’ mia consuetudine "buttare" dei progetti tanto per parlare…se il gentile lettore, attento alla vita della nostra città’, si ricorda, lo scorso anno proposi un investimento serio sull’ex mercato dei Grani, con imprenditori gia’ pronti ad investire risorse nel progetto di riqualifica. Quindi non devo informarmi ma bensì mi sembra che cio’ che presento se non in Totò in larga parte può essere realizzato! Questo dovevo.

    17. A me sembra che l’idea sia piu che sensata e non credo sia difficilissimo oggi trovare chi può crederei finanziariamente, visto che il metodo del "leasing" (chiamiamolo così per semplicità) non e’ male come idea! Bravo Bonardi e bravi anche coloro che potranno investire.

    18. Purtroppo avete dato già troppe dimostrazioni di totale incapacità di concludere qualcosa, anzi, di iniziare qualcosa. Quindi il mio scetticismo è più che giustificato. Vedremo! Intanto le rammento alcune cose annunciate: cubo bianco, sede comunale, stadio, palazzi via sostegno, giardinetti via Odorici, palazzi via vivanti, petizione nazionale per la castrazione dei pedofili (Labolani), posteggio Castello, demolizione torri san polo, ecc..ecc..ecc… Sa darmi delle date certe di inizio lavori? Grazie e buon lavoro.

    19. Bravo Bonardi un’idea innovativa finalmente. Mi sembra che nel centro-destra siano in pochi…mi complimento con il Presidente…speriamo che il progetto possa essere realizzato!

    20. ma quando mai qualcuno andrà a spasso nei giardini di via turati con i bambini visto ch ha il più alto tasso di inquinamento a Brescia (la centralina è proprio li!). L’ unico uso è per le cacche dei cani residenti in centro e quello non richiede ulteriori abbellimenti. Il problema è la quantità di traffico che raccoglie tutto il flusso da nord a sud e est. Non potendo ridurlo si potrebbe però renderlo più scorrevole (avete presente cosa succede se si prova a entrare o uscire dalla panoramica. Una rotonda?, una corsdia per la svolta?) e sicuro (il rischio non è quando c’ è tanto traffico a passo d’ uomo ma quando è poco e vanno come pazzi. Basta contare incidenti che peraltro poi se anche minimi bloccano tutta la città. Per non parlare dei morti) Un multaphot fisso?)

    21. Mi sembra che sia una proposta che possa essere vagliata. Per chi come me abita n Panoramica potrebbe forse risolvere qualche problema!

    22. Personalmente ritengo la proposta del presidente Bonardi piu intelligente di quanto affermato da Labolani. Meglio un progetto piu ampio rispetto alla mera sistemazione dei giardini.

    23. Leggo solo ora la proposta che mi sembra molto interessante, speriamomche l’assessore ai lavori pubblici capisca che ci vogliono delle idee innovative ogni tanto…

    24. Non basta usare un parola in inglese per pensare di aver fatto la scoperta del secolo: il project-financing significa che qualcuno anticipa delle risorse, sapendo che con il progetto realizzato avrà sicura possibilità di riaverle indietro. Possibilmente, guadagnandoci anche. Se si parlasse di un ospedale o di una palestra o di un’autostrada a pedaggio, bene. Se si parla del giardino pubblico e di una strada cittadina qualcuno dovrebbe solo spiegare da che fonti i privati riceveranno indietro i soldi anticipati per fare le opere. Oppure andrebbe detto chiaramente che si intende chiedere un prestito a dei privati, i quali come è giusto chiederanno i legittimi interessi. Perchè nessuno regala niente (nemmeno gli architetti che fanno gli studi di fattibilità gratis).

    25. Ma che polemiche sterili! Secondo me la questione è semplice: il lavoro deve essere fatto, ed è un lavoro necessario per la zona, sia per la riqualifica del parchetto, ma soprattutto per rendere la strada finalmente sicura e meno incasinata. Se si spende qualcosina in più ma il lavoro è ottimo, pazienza. Sai "utente non registrato" (ma scrivi sempre tu in quell’ora?? i privati non sono cattivi e possono contribuire a realizzare una opera e il comune non deve così anticipare milioni di euro ma li può dilazionare nel tempo. E’ urgente un intervento nella zona che sta scoppiando.
      Mi piace molto, quindi, la proposta del Presidente della Centro Bonardi, il quale, mi sembra, abbia compreso che dove non arriva il pubblico da solo, può arrivare il pubblico con l’ausilio del privato. E se poi gli architetti sono gratis meglio ancora!!!

    26. 1- anche tu sei "utente non registrato"…; 2- sono d’accordo che intervenire sulla sicurezza della strada sia importante; 3- non ho mai detto che i privati siano "cattivi", ho solo detto che nessuno fa niente per niente; farsi prestare i soldi si chiama "chiedere un prestito" e si pagano gli interessi (non basta usare la parolina inglese per far sembrare l’operazione qualcosa di inedito e innovativo: ci si indebita e si pagheranno gli interessi. Basta dirlo!); 4- il privato interviene nel pubblico solo quando ha il suo legittimo guadagno: chiedo solo che si spieghi quale sarebbe il guadagno di un privato nel sistemare una strada pubblica, mi spieghi questo; 5- gli architetti non possono lavorare gratis, altrimenti contravvengono al codice deontologico previsto dal loro Ordine.

    27. Vero: anche a me piacerebbe che "un privato" mi regalasse un’auto nuova. Ma, chissà perchè, nessuno me la regala… Ragazzi, Babbo Natale non esiste!!!

    28. Signor "Basta Polemiche", vada lei a lavorare gratis! Altro che gli architetti. Oppure ci dica che lavoro fa lei, che le troviamo subito dei concorrenti disposti a lavorare gratis al posto suo: vedremo come sarà contento!!!

    29. Salve, penso di poter individuare numerosi architetti (e anche qualche ingegnere, se può interessare) che operano in città e che sono "disponibili a fornire delle proposte nell’ottica di una sistemazione dei giardini ma anche di una rivisitazione del sistema del traffico veicolare, ciclopedonale e pedonale di via Turati". In parole semplici, sono disponibili a fare il loro lavoro!!! Basta consultare i loro albi professionali, sono centinaia!!! Possono rivolgersi a Bonardi, o bastano quelli che ha già contattato lui? Se serve poi, conosco anche parecchie agenzie di credito disponibili ad erogare mutui ad interessi vantaggiosi (per loro, ovviamente: non sono certo enti di beneficienza…): basta consultare la guida telefonica, se ne trovano a volontà. Diavolo, quanto a belle idee mi difendo bene anch’io!!!

    30. A ma la proposta di Bonardi piace molto. E poi, non mi sembra che abbia detto che gli architetti debbano lavorare gratis, mi sembra abbia parlato di coinvolgerli…poi si vedrà come! Mamma mia che polemici alcuni concittadini………

    31. Polemici? Leggo qui nei commenti di Flavio Bonardi "Gli architetti mi hanno presentato una idea interessante e non hanno chiesto compenso per il progetto". A casa mia, si chiama "lavorare gratis". A casa vostra?

    RISPONDI