Fonderie Mora, 85 esuberi e ancora cassa straordinaria

    51
    Bsnews whatsapp
    Accordo sindacale alle Fonderie Mora di Gavardo per la richiesta di un anno di cassa integrazione straordinaria per crisi industriale. La decisione arriva dopo due anni di cassa integrazione straordinaria ottenuti per ristrutturazione. L’azienda, in concordato preventivo dal 2009 e da allora in affitto ad una società del gruppo Castings di Venezia, ha anche prospettato a Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil 85 esuberi programmati sui 165 addetti dell’unità produttiva impegnandosi a presentare nei prossimi mesi il piano industriale. I rappresentanti aziendali hanno anche comunicato una possibile partnership industriale per il rafforzamento e lo sviluppo dell’azienda che potrebbe concretizzarsi in un’offerta d’acquisto da presentare al Commissario incaricato dal Tribunale della liquidazione della società.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    51 COMMENTI

    1. sembrava che con l’arrivo della castings noi lavoratori fossimo tutelati… mi domando cosa ci stanno a fare i sindacati interni, mai una volta che qualcuno ci dica chiaramente il nostro futuro.

    2. fidarsi dei MORA….. capaci solo e sempre di fare i loro sporchi interessi.
      Tutti lo sanno che ci sono sempre loro dietro la casting……

    3. fidarsi dei MORA….. capaci solo e sempre di fare i loro sporchi interessi.
      Tutti lo sanno che ci sono sempre loro dietro la casting……

    4. IO penso che gli interessi del-i padrone sia sempre più importante degli operai, perciò potete pensare chi ci rimette.Purtroppo i sindacalisti della fonderia uno è capo reparto e i nostri interessi non li fa anzi…,gli altri dicono di non saper niente ,e guai a contraddirli passi per il rompi e così si va avanti l’unico rammarico è che i soliti lècchini lavorano spalleggiati. Mentre 85 che vogliono lasciare a casa non vengono mai chiamati visto che la rotazione tanto decantata dai sindacalisti non è mai avvenuta.Povera Italia

    5. IO penso che gli interessi del-i padrone sia sempre più importante degli operai, perciò potete pensare chi ci rimette.Purtroppo i sindacalisti della fonderia uno è capo reparto e i nostri interessi non li fa anzi…,gli altri dicono di non saper niente ,e guai a contraddirli passi per il rompi e così si va avanti l\’unico rammarico è che i soliti lècchini lavorano spalleggiati. Mentre 85 che vogliono lasciare a casa non vengono mai chiamati visto che la rotazione tanto decantata dai sindacalisti non è mai avvenuta.Povera Italia

    6. penso che alla fine non cambi niente, un altro anno di cassa integrazione quando di lavoro nelle fonderie italiane ce ne sta abbastanza per non rubare un altro anno di cassa,un bello schifo.

    7. spero che negli 85 esuberi ci siano solo <lazzaroni,qualche impiegato e,estracomunitari>. Ha,dimenticavo i menefreghisti….Italiani. buona fortuna a chi se lo merita…IN pochi.

    8. Alle fonderie Mora le RSU -ora decadute per fine mandato e da rinnovare – da ben 13, ripeto TREDICI mesi esattamente dal mese di luglio del 2010 non hanno ritenuto opportuno informare gli operai di ciò che gli riguardava direttamente. Anche ieri è andatata cosi. Dalla stampa apprendiamo che i sindacati hanno firmato un accordo in regione che contestualmente ad un altro anno di Cigs a partire dal 1 settembre ufficializza 85 esuberi. Ma chi gli ha mai autorizzati a trattare o peggio a firmare senza consultare i diretti interessati noi dipendenti? Queste RSU non sono state capaci neanche di far rispettare l’accordo firmato 2 anni fà che prevedeva la rotazione della cassa integrazione. Ci sono operai che in 2 anni non hanno lavorato un giorno. Ma ci sarà un giudice a Berlino? Speriamo di trovarlo presto a brescia….. Questo silenzio sulle fonderie mora dura da due anni….. Questo fare le trattative da carbonari….. Ci sono 85 persone che non vogliono perdere il lavoro e ci sono 4 delegati RSU S C A D U T I che iniziano a p…… P.S. Ma per la Fiom va tutto bene così?

    9. Mi spiace molto per questa situazione che state vivendo ,però da quello che Lei scrive , molte volte è meglio trattare direttamente con i "padroni" senza l’intermediazione di certi Sindacati e Sindacalisti ,magari già pronti per una brillante carriera politica , come mostrano numerosi precedenti. Questo però deve farci capire che sempre più raramente i sindacati fanno gli interessi dei Lavoratori…soprattutto se Italiani

    10. io ho un amico che un pò lavora e un pò è in cassa alle fonderie mora e mi ha raccontato che c’è stato un periodo in cui sceglievano le persone da far lavorare il sabato e poi il lunedi o il martedi passava quello di Botticino e consegnava 50 euro a testa e il sindacato guardava. era il periodo mi ha spiegato di tre o quattro anni fà, quando c’era tanto lavoro ma poi si sono trovati con tanti debiti. Mah!!!

    11. rispondendo a qualche commento nei confroti delle rsu,posso solo dire che la colpa è soltanto nostra,le firme erano state raccolte ma mai consegnate,il motivo resta un mistero ancora oggi.siamo rappresentati da persone che usano i permessi sindacoli petr scopi propi e questo è dimostrabile se si vuole andare a fondo ed invece per andare a milano a firmare la cassa integrazione non si presentano,motivo:uno è in infortunio e l’altro è in ferie.basta prociutto sugli occhi,cominciamo a tutelarci da soli e mandiamoli un poco a lavorare……

    12. qualche anno fà è stato firmato il contratto interno guarda caso quando eravamo in ferie tutti,stessa cosa per la cassa integrazione di 3 anni fà,iniziata a settembre e ancora adesso tutto fatto all’insaputa di questi stupidi di operai.mai fatta un assemblea per metterci al corrente.le ore di assemblea si maturano in base ai giorni lavorati e chi lo ha fatto,le ha perse,ma guai a toccare i permessi sindacali per andare al leone a fare la spesa oppure "infortunarsi" 2 giorni prima delle ferie per poter andare a caccia tra poco.VERGOGNAAAAAAAA

    13. Cioè lavoravano in nero con l’appoggio del Sindacato? Quel Sindacato che ha fatto la battaglia contro il lavoro in nero? A qualcuno serve per meditare questa situazione.
      Resto convinto che trattare direttamente con i "padroni" senza servirsi dei Sindacati (in particolare cgil) avrebbe portato maggiori risultati

    14. E’ stato proprio uno della CGIL a raccogliere le firme per cacciare, pardon rifare le votazioni per nuove RSU ma poi invece di consegnarle le ha barattate con la sua nomina nelle RSU direttamente dalle segreterie di brescia. Ricapitolando le RSU delle Fonderie Mora sono composte da quattro Membri: uno della cisl, capo degli impianti e del rep. anime. Due della UIL che a fatica rappresentano se stessi. Uno della CGIL – dovrebbero essere due per sostituire quello licenziatosi- che non è stato eletto ma nominato come abbiamo detto prima dalle segreterie di Brescia.

    15. Mettere messaggi anonimi che contengono accuse è scorretto. Se poi le accuse sono "un mio amico mi ha raccontato"… Nomi e cognomi, altrimenti tutti scriviamo quello che ci pare dicendo che "mio cugino mi ha raccontato"…

    16. Ma se un delegato era in infortunio, uno era in ferie e non so cos’altro noi dipendenti possiamo sapere nome e cognome di chi ha firmato in regione a milano (senza consultarci prima) a nostra insaputa? Chiediamo troppo??? Avanti, fuori i nomi. Chi sa parli. Rendiamoli pubblici. Siamo o no in democrazia?

    17. Per l’utente non registrato che si lamenta dei messaggi anonimi che contengono accuse e scorrettezze. Cerca di capire. Io e chi me li ha riferiti conosciamo i nomi e i cognomi di chi riceveva in nero i 50 euro e il nome e cognome di chi glieli consegnava materialmente. Ma il punto non è questo. Sanno queste cose come minimo mezza fabbrica. E, come si dice, le bugie hanno le gambe corte e se tali sono, si fermeranno. Ma se non lo sono, come in questo caso, non si fermeranno. Non è mia intenzione sputtanare nessuno lo scopo è solo quello di dare un’aiutino per svegliare quelle coscienze pigre, perchè le cose si possono cambiare e possono essere normali e non di parte perche il mondo non è sempre dei furbi e che se questa fabbrica è finita in queste condizioni ci saranno pure delle colpe, dei responsabili di ciò, perchè dare la colpa alla crisi dei mercati è una furbata per coprire le proprie e le nostre responsabilità, anche perchè le altre fonderie hanno ripreso e da tempo a lavorare bene. Scorretto sarebbe mettere in pasto all’opinione pubblica senza il suo consenso o la sua autodenuncia di aver ricevuto dei soldi al di fuori della busta paga. Doveva impedirlo, farlo il sindacato o il sindacalista che vedeva o ne veniva a conoscenza che in questo caso (che fortuna) è anche il suo capo reparto. Bastava un normalissimo senso civico o gli attributi e non la sciolina. Ma la sciolina si compra o si ha per natura, gli attributi……. dimenticati sul comodino.

    18. Ma fatemi capire. Uno della CGIL raccoglie le firme perchè i suoi due rappresentanti non ci sono più – uno andato in pensione l’altro cambiato azienda – per rifare le nuove elezioni per le nuove RSU e poi si fà nominare lui come quarto delegato? E’ così? Ho capito bene? Dallo Zoo di 105 allo Zoo di Gavardo. Complimenti…….

    19. Non "mi lamento" dei messaggi anonimi che contengono accuse. Dico solo che è scorretto agire così. Per due motivi: il primo è che chi ha qualcosa da segnalare lo deve fare a chi di dovere (pagamenti in nero? = guardia di finanza); il secondo è che chi viene accusato deve poter replicare. Altrimenti diventa la giungla: tutti scriviamo quello che vogliamo, dicendo che l’abbiamo sentito da un amico. E la smentita si sa che non ha mai lo stesso peso dell’accusa, anche se falsa. Poi sul resto sono anche d’accordo.

    20. All’utente non registrato messaggio 3 settembre ore 13.48- La mia risposta. Sono perfettamente d’accordo con te al 110%100 e sono convinto per le cose che hai scritto e anche per come ragioni di avere le tue stesse opinioni e valori. Ma quando hai dei valori, delle regole e ci sono troppe persone che se ne fregano e anzi si fanno beffa di te puoi perdere la pazienza. Non è il mio caso perchè ho solo cercato di svegliare certe coscienze da troppo tempo in letargo. L’ho fatto in punta di piedi per il rispetto che ho verso gli altri. Quando vai a sbattere contro certi muri di gomma può succedere che rimbalzando vai cascare contro qualcuno che però si trovava nei pressi di qel muro. E non posso che chiederli scusa. Un sincero grazie per i consigli.

    21. Cassa inregrazione straordinaria La procedura (Art. 5, L. 164/75, Dpr, n. 218, 10 Giugno 2000 ……. LA ROTAZIONE L’impresa che, per motivi tecnico organizzativi connessi al mantenimento dei normali livelli di efficienza, dovesse escludere la possibilità di effettuare la rotazione dei lavoratori da porre in CIGS, dovrà (non è il caso della fonderia Mora) darne motivata spiegazione nel programma da sottoporre all’approvazione del ministero del lavoro. Quest’ultimo qualora non ritenga giustificati i motivi adotti, promuoverà un tentativo di conciliazione tra le parti e in caso di esito negativo dello stesso, stabilirà con proprio decreto i meccanismi di rotazione. Qualora l’azienda non ottemperasse, a quanto previsto dal decreto ministeriale in materia di rotazione, sarà tenuto a versare, con effetto immediato, in misura raddopiata, il contributo addizionale di CIG (45%). Il contributo subirà altresi una maggiorazione del 150% dal 25° mese successivo all’atto di comunicazione del trattamento Cig. …….TRATTAMENTO PREVIDENZIALE I periodi trascorsi in Cigs sono riconosciuti utili d’ufficio per il conseguimento del diritto di pensione di anzianità, di vecchiaia, invalidità e superstiti e per la determinazione della misura di queste. A tale scopo i contributi sono effettivamente reali in quanto ai fini del calcolo della pensione durante i periodi di Cig è quella che il lavoratore avrebbe percepito lavorando. Tuttavia la legge sulla riforma delle pensioni limita a 5 anni i contributi figurativi cumulabili nell’arco della vita lavorativa, ricomprendendo fra questi anche i periodi in Cig. La nuova normativa vale solo per chi inizia l’attività lavorativa dopo il 1° gennaio 1993. CLASS ACTION

    22. quali notizie?che non sempre i Sindacalisti fanno il loro lavoro nell’interesse dei lavoratori? Purtroppo ho provato sulla mia pelle che è così1

    23. Fare il sindacalista o il delegato aziendale è una cosa seria ed impegnativa. Non è mettere una firma dove ti chiedono di farla. C’è da informarsi, tenersi aggiornati non essere mai burattino di nessuno, confrontarsi con i colleghi far rispettare le leggi e gli accordi sindacali firmati. Chi eletto delegato non riesce a fare tutto ciò o almeno una parte di queste cose dette ha fallito la missione per cui ha avuto la fiducia per mezzo del voto. Se è in buona fede, di solito, non aspetta neanche la fine del mandato e da le proprie dimissioni. E’ quando ciò non avviene che si rimane perplessi su certi comportamenti. Ed è questo che è sucesso alle fonderie Mora.

    24. – LA NOTIZIA – MARTEDI 13 settembre, dopo 15 mesi di latitanza dal giugno 2010, ci saranno DUE assemblee. La prima dalle 13 alle 14 per quelli che stanno lavorando. La seconda dalle 14 alle 15 per i pochissimi che fanno il 2° turno- una decina- e con tutti coloro che non stanno lavorando, tanti da due anni. Invece di cercare il contatto ed il dialogo tra tutti i dipendenti in un’unica assemblea generale si fomenta invece l’apartheid tra chi lavora e chi invece è stato lasciato sempre a casa spezzettando un’assemblea importante in due mini assemblee. BRAVI RSU. BRAVI BRAVI!!!

    25. scrivo come mi pare grazie !!!! è purtroppo stiamo a guardare le stupidate il modo in cui scrivo e nn quello k scrivo!!! cmq è il modo moderno di scrivere sul computer !grazie

    26. Scrivi pure come ti pare, ma se puoi tieni i tuoi scritti per te senza uccidere la lingua italiana e offendere l’inteligenza di chi ha la sfortuna di leggerti. Se poi il messaggio cancellato era tuo, lunedi, quando riprendi la scuola ripassa anche l’educazione civica. Per quanto riguarda quello che hai scritto, non si è capito cosa volevi comunicare ed il modo moderno di scrivere continua ad usarlo col telefonino ma non sul computer se no la professoressa di italiano ti boccia. Ti faccio per lunedi gli auguri di un buon anno scolastico e ti chiedo scusa se sono stato troppo bacchettone.

    27. Sono desolato per questa situazione.
      Sapete tutte queste brutture e non le denunciate?
      Mi dicono che i sindacalisti interni sono troppo legati alla "signora" (??) della quale hanno chiesto a gran voce il ritorno!! Che poteri speciali ha??

    28. Io martedi all’assemblea porterò com me la mia tessera sindacale. Se alla fine dell’incontro sarà ancora intera dipenderà dalle risposte che daranno a questa semplice domanda: perche non si è fatta la rotazione, è stata chiesta si o no dalle RSU e se è stata richiesta chi ha detto di no, la signora, la vecchia proprietà ancora rappresentata i vari capi reparto o i nuovi possibili acquirenti. Qualcuno ha deciso. E qualcuno non ha fatto niente. La risposta l’ho già data io perchè così è andata ma devono ripeterlo loro in assemblea. Avranno il coraggio di farlo???

    29. Faccine di bronzo…. Ci vuole un certo coraggio a presentarsi in assemblea dopo 15 mesi di assenza, ed ignorare tutte le domande – alcune postate anche in questa pagina di commenti – e che i dipendenti pongono da tempo. Queste RSU, scadute, non conoscono vergogna. Hanno fatto quadrato e non rispondere alle domande è stata una decisione unanime. Ignorare tutto per parlare di niente. Quasi la metà del tempo dell’assemblea, 1 ora, è andata con il riepilogo di quello che si sapeva e che tutti abbiamo vissuto. Il piano industriale non c’è. Forse entro sei mesi. Non c’è l’accordo tra chi deve entrare (…guai a nominare il nome del Gruppo …….) e chi attualmente ha l’azienda in affitto che però non si sa se rimarrà o andrà via. Però hanno già deciso (chi?) che 85 ma hanno già iniziato a parlare di 100 sono in esubero. Però ci hanno salvato dal fallimento. Hanno detto, con grande enfasi in assemblea: i sindacati devono impegnarsi per far usufruire agli operai gli ammortizzatori sociali. Aspetta e spera. Infatti alle fonderie Mora c’è gente che da 2 anni prende 800 € perche non lavora mai e c’è chi prende quasi normale o poco meno perchè non fa più gli straordinari ma lavora sempre. I veri colpevoli di questa situazione sono quelli che vedevano e tacevano. Si giravano dall’altra parte. Facevano finta di niente. Ma come facevano a prendere due b…. invece di una senza ragionarci su? Ma si sono resi conto dove ci hanno portato i loro discorsi sui "risultati", sugli "obiettivi da raggiungere". Credono ancora a Babbo Natale? Eccoci quà. Siamo all’arrivo. La maggior parte di questi ha perso la parola e lavora sempre. Ma qualcuno pontifica ancora e fa la morale usando lo scranno del sindacato. Ma come fanno a dormire le facce di bronzo. Ma come fanno a non farsi schifo.

    30. ma cosa ci si aspettava ? Loro i sindacalisti sembrano lo specchio della politica {quando andremo su noi le cose cambiranno.} oppure, noi abbiamo fatto.Non ci sono parole per le ingiustizie ,eppure come le ho viste Io anche loro le vedono.si sono presi l’inpegno di rapprentarci e difendere i nostri interessi,è vero può non essere facile ,ma almeno provateci e non fate sempre gli gnorri

    31. ma qualcuno in queste assemblee interviene oppure tengono tutti la bocca chiusa. Bisogna ribellarsi in assemblea è li che bisogna discutere credetemi e dire le proprie opinioni.

    32. Se sei un vero dipendente, da come hai scritto, noi poveri Cristi dobbiamo baciare la manina ( a chi?) se abbiamo ancora la cassa integrazione. Grazie. Tu ti autoescludi da questa situazione perchè evidentemente hai altre certezze e sicurezze sul futuro o fai parte di un’altra congrega. Un’altro grazie. …… E per tutto il resto dici: così va bene. Complimenti. Gli ho sentiti ancora quelli che si proclamano "invidiosi" di quelli (in cassa integrazione) che prendono i soldi stando a casa. Ma allora fai anche tu parte di quelli che non sanno come fanno a non farsi schifo, anche senza il bisogno di guardarsi allo specchio. Sei d’accordo?

    33. Scusa devo essermi espresso male perchè Io non sono per niente d’accordo con i signori sindacalisti e non mi escludo visto che ho moglie e 2 figli a carico, e non dico che va bene perchè mi piace,ma da come hanno spigato dobbiamo ringrazziare…CHI NON L’HO Sò se c’è la cassa e se si ha l’opportunità di un altro lavoro non perderla. Questo è quanto perchè quei famosi 90 esuberi è dall’inizio che vogliono eliminarli! o sbaglio. All’inizio ho provato pure a lamentarmi ,ma a che serve se tutti si girano dall’altra parte? ciao

    34. Questa testata di commenti on line è spontaneamente diventata la voce di una fabbrica che non vuole morire. Va bene così. Quindi continuiamo a scrivere le verità che sapiamo – ma anche le mezze – e a porre le domande che riteniamo utili. Per esempio. Venerdi 16 settembre era già pronto il programma di lavoro con gli ordini da soddisfare a partire da lunedi e per tutta la settimana. Era pronta anche la lista di chi lavorava reparto per reparto. Poi……… Poi l’uomo del Monte (chi ha preso l’azienda in affitto) ha detto: la settimana prossima tutti a casa. Fabbrica chiusa. E cassa integrazione fù. Scusatemi per i miei limiti, ma c’è qualcuno che sa dare una spiegazione seria a queste scelte???

    35. da quello che ho sentito c’è stato un contro ordine proprio perchè il lavoro non manca e giovedi e venerdi l’ingegnere ha fatto lavorare. Ma io ero in cassa e non so se sia vero. Speriamo che sia tutto ok e non ci siano malintesi ai vertici. Se no poveri noi.

    36. rispondo all’anonimo che diceva che le rsu non hanno bloccato il pagamento dei fuori busta.ti posso garantire che io ero uno di quelli che li percepiva e solo uno delle rsu si è opposto proprio perchè lo volevano coinvolgere e farlo tacere, facendo finire così questo schifoso teatrino.anche se non condivido le sue opinioni e non sono in buoni rapporti,avendo avuto molti scontri è stato l’unico e sottolineo l’unico a ribbellarsi quando c’era tanto lavoro,poi……….non posso scrivere il nome di questa persona,ma chi è intelligente,può capire il reparto dove LAVORA e chi è.

    37. Se stiamo parlando della stessa persona, questa ha rifiutato i soldi in nero ma li ha pretesi in busta. Questo gli fa onore, però…. poteva e doveva fare di più. Non l’ha fatto e questo è stato un grande demerito che gli toglierà ulteriore credibilità. Soprattutto perchè è dentro, molto dentro, nel sindacato.

    RISPONDI