Questa sera il Brescia cerca la conferma nella bolgia di Nocera

    0

    Ci sarà Budel (che sabato mancava), ma non Salamon e Daprelà (convocati in nazionale, rispettivamente Polonia e Svizzera), e con Berardi ancora a mezzo servizio. Dice male al Brescia la trasferta a Nocera, dove stasera alle 20.45 scenderà in campo contro la Nocerina, ma Beppe Scienza non vorrà certo sentir parlare di scuse, si deve vincere.

    Dopo l’ottima prestazione di sabato nell’esordio casalingo contro il Vicenza di Silvio Baldini le Rondinelle saranno di nuovo in campo stasera. Per una squadra che corre e fa della velocità il suo punto di forza certo non è il massimo giocare solo dopo 72ore, a inizio campionato soprattutto, ma la giovanissima età media dei giocatori non fa avere timori inquesto senso. Piuttosto è davvero un peccato non poter schierare nuovamente la squadra vittoriosa sabato, viste le convocazioni in nazionale, ma il rientro di Budel e il probabile impiego di Dallamano sulla sinistra danno ampie garanzie. 

    Oltre alle difficoltà di formazione, confermatissimo il tridente d’attacco, però, il Brescia dovrà guardarsi dalla pressione che lo stadio di Nocera mette agli avversari, a maggior ragione visto che questa sarà la prima gara casilnga di Serie B dopo 32 anni di serie inferiori. Non sarà facile, Beppe Dcienza lo sa e parla del clima-infernale di Nocera come fattore decisivo da superare. L’allenatore vuole vedere una squadra umile in campo, a partire dall’attacco, ma anche senza timore degli avversari e dei 7mila tifosi al seguito.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY